Comunicati stampa

Comunicati stampa

  • 19.12.2012
    Quasi 66 000 persone si infortunano mentre sciano o fanno snowboard. Perciò, a partire dal 27 dicembre prossimo, la Suva sarà presente in varie località sciistiche per ricordare agli appassionati della neve che «anche la pista va assaporata lentamente».
  • 14.12.2012
    Nella seduta del 14 dicembre, la Commissione amministrativa della Suva ha scelto il nuovo medico capo e responsabile della Divisione di medicina del lavoro. La dottoressa Claudia Pletscher, 55 anni, prenderà il posto di Marcel Jost, che andrà in pensione nell'aprile 2013.
  • 13.12.2012
    Chi non vorrebbe sapere già oggi quel che ci riserva il nuovo anno? Con il radar di individuazione precoce, la Suva si è dotata di uno strumento per scandagliare le sfide a venire e identificare rischi e opportunità nella prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali.
  • 06.12.2012
    Lanciarsi in pista a velocità folle oppure assaporarla lentamente? Dall'analisi dei test online per determinare i profili di rischio emerge che gli sciatori e gli snowboarder svizzeri potrebbero migliorare soprattutto nell'ambito «ricerca di emozioni forti e propensione al rischio». La nuova campagna Suva dedicata agli sport sulla neve invita sciatori e snowboarder a prendersela più comoda in pista.
  • 29.11.2012
    Temperature polari, nebbione fastidioso, bufere di neve: ecco come si presenta l'inverno in Svizzera. Sebbene il clima freddo invogli a restarsene a casa al calduccio, è proprio nella stagione invernale che si assiste a un forte incremento delle cadute in piano.
  • 05.11.2012
    Dal 1° novembre prossimo Jan Mühlethaler (45) dirigerà il Settore comunicazione d'impresa della Suva. Laureato in storia economica, Mühlethaler è stato a capo della Corporate Communications e Public Affairs all'Osec, l'organizzazione per la promozione del commercio svizzero con l'estero.
  • 29.10.2012
    Quasi 295 000 persone si fanno male ogni anno perché inciampano o cadono, ma con migliori doti di equilibrio e maggiore forza nelle gambe, molti di questi infortuni si sarebbero potuti evitare. La Suva ha svolto uno studio con alcuni operai edili per verificare se gli esercizi del programma «footbag» - attuati nell'arco di tredici settimane - possono contribuire a ridurre il rischio di cadute in piano.
  • 25.10.2012
    Ogni anno, in Svizzera, quasi 100 persone perdono la vita in seguito ad un infortunio sul lavoro. Nell'intento di cambiare questo tragico dato, ogni anno gli specialisti dei settori più diversi affrontano il tema della prevenzione in occasione della Giornata svizzera della sicurezza sul lavoro (GSSL).
  • 22.10.2012
    Una volta tanto non è il Basilea a essere il primo della classe, ma il Football Club Klus-Balsthal. I giocatori della squadra di Soletta hanno vinto il trofeo fair play davanti al FC Therwil e al FC Seefeld. Il primo a complimentarsi con i giocatori più corretti della Svizzera e consegnare loro un assegno di 10 000 franchi è stato il commissario tecnico della nazionale rossocrociata, Ottmar Hitzfeld. Il trofeo fair play viene assegnato ogni anno dall'Associazione Svizzera di Football (ASF) e dalla Suva.
  • 02.10.2012
    Il 2 ottobre 1912, esattamente cento anni fa, il Consiglio federale incaricava il Consiglio di amministrazione, fresco di nomina, di istituire l'INSAI, come si chiamava la Suva allora. La tutela della salute e la sicurezza economica per gli infortunati e i loro familiari erano - e tuttora sono - uno dei fondamenti su cui poggia la pace sociale in Svizzera. E difatti, il modello Suva costituisce un esempio molto efficace di collaborazione tra le parti social
  • 20.09.2012
    Quando capita un infortunio, qualche tempo dopo non ci si pensa più e si dimentica quello che è successo. Ma per la Suva imparare dagli errori per evitare il ripetersi degli infortuni è la base della prevenzione. A pochi mesi dalla frana che è costata la vita a due lavoratori sopra il tratto ferroviario di Gurtnellen, nel Canton Uri, la Suva lancia un nuovo sistema di sicurezza con il partner industriale TREBU SWISS.
  • 05.07.2012
    L'estate arriva e molti svizzeri sentono il richiamo dell'avventura. Base jumping, scad diving, quad run o street luge sono diventati sport di tendenza per chi è costantemente alla ricerca di una scarica di adrenalina. Ma attenzione. Con l'adrenalina aumentano anche gli infortuni e le assicurazioni possono ridurre le prestazioni.
  • 28.06.2012
    Nel 2011 gli assicuratori infortuni hanno registrato un nuovo record: gli infortuni non professionali hanno superato quota mezzo milione. Le belle giornate primaverili e autunnali hanno spinto la gente a fare più attività all'aperto e provocato di riflesso più infortuni. Lo si deduce dai dati pubblicati dal Servizio centrale delle statistiche dell’assicurazione contro gli infortuni LAINF.
  • 15.06.2012
    Nel 2011 la Suva ha realizzato un utile di 123 milioni di franchi. Grazie a questo risultato, nel 2013 abbasserà nuovamente i premi. La riduzione media sarà del 2 per cento nell'assicurazione infortuni professionali e dell'1 per cento nell'assicurazione infortuni non professionali.
  • 31.05.2012
    In giugno iniziano gli Europei di calcio e comincia anche la stagione dei tornei di calcetto. Tra una partitina e l'altra si beve spesso un bicchiere di birra o altri alcolici in compagnia di amici e questo favorisce purtroppo gli infortuni in campo.
  • 22.05.2012
    Ogni anno la Suva registra all'incirca 18 000 infortuni provocati da animali. Lo si evince dall'analisi statistica dei casi notificati negli ultimi cinque anni. Questi infortuni cagionano costi per un importo complessivo di 50 milioni di franchi l'anno.
  • 15.05.2012
    L'Assicurazione militare chiude l'esercizio 2011 con ottimi risultati: ha infatti realizzato un calo delle prestazioni assicurative nonostante i casi notificati siano aumentati del 6 per cento.
  • 25.04.2012
    Ascoltare musica a volume troppo alto può danneggiare l'udito. Lo rimarcano l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) e la Suva in occasione della Giornata contro il rumore con un rap in svizzero-tedesco
  • 04.04.2012
    Il 60 per cento degli svizzeri si muove poco. Le conseguenze? Malattie cardiocircolatorie, perdita di tono muscolare, difficoltà di equilibrio e quindi maggior rischio d'infortunio da cadute in piano. Perciò la Suva avvia il nuovo programma di allenamento «footbag» per migliorare soprattutto l'equilibrio.
  • 30.03.2012
    La Commissione amministrativa della Suva ha nominato il quarantenne lucernese André Meier nuovo capo della Divisione sicurezza sul lavoro per la Svizzera tedesca. Meier si insedierà nell'agosto del 2012 succedendo a Robert Odermatt, che ha guidato la Divisione per 25 anni e sta ora per andare in pensione.
  • 29.03.2012
    In seguito al calo della domanda, dal mese di aprile la Suva ha deciso di rinunciare alla giornata settimanale di presenza a Samedan. Intende comunque rimanere vicina agli infortunati dell'Engadina e dei Grigioni meridionali e perciò si appoggerà a studi medici e ospedali locali.
  • 12.03.2012
    Infortuni in aumento e rendite in calo: questo è quanto risulta dall'analisi dell'anno assicurativo 2011 della Suva. In totale sono stati notificati 466 424 infortuni e malattie professionali ovvero l'1,6 per cento in più rispetto al 2010. Nello stesso periodo, però, è sceso del 12,7 per cento il numero delle nuove rendite d'invalidità. Secondo la Suva, questo risultato è merito della propria strategia vincente di reinserimento professionale degli infortunati.
  • 01.03.2012
    Dopo essere rimasti inabili al lavoro in seguito a un infortunio, due lavoratori su tre riprendono a lavorare il lunedì. La Suva ha analizzato questo cosiddetto «effetto del lunedì» che concerne più di frequente i collaboratori di sesso maschile e di una certa età piuttosto che le donne e i giovani.
  • 31.01.2012
    Malgrado le forti turbolenze sui mercati finanziari, nel 2011 la Suva è riuscita ad evitare perdite sui capitali investiti e a realizzare una performance dello 0,2 per cento. Alla fine del 2011 il grado di copertura finanziaria era pari al 118per cento.