Dispositivo salvamano Suva sulle presse: vietato dal 1° gennaio 2012

Dispositivo salvamano Suva sulle presse: vietato dal 1° gennaio 2012

Dal 1.1.2012 è vietato l'uso del dispositivo salvamano Suva sulle presse. È stato necessario compiere questo passo perché il sistema sviluppato attorno al 1960 era diventato ormai obsoleto rispetto allo stato della tecnica. Le aziende interessate da questo divieto sono state informate nell'estate 2007 anche sulle misure da adottare.

All'articolo 82, capoverso 1, la Legge federale sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF) stabilisce che per prevenire gli infortuni professionali e le malattie professionali, il datore di lavoro deve prendere tutte le misure necessarie per esperienza, applicabili tecnicamente e adatte alle circostanze. Il dispositivo salvamano non è più conforme allo stato dell'arte e, per esperienza, comporta un maggiore rischio di infortunio. Pertanto, non soddisfa più i requisiti ai sensi dell'articolo 82 capoverso 1 LAINF.

 

Supporti

 

Contributo spese per la sostituzione del dispositivo salvamano Suva sulle presse con innesto a chiavetta girevole e sui bilancieri a frizione (per le richieste inviate entro il 31.12.2011)

Per i lavori alimentati manualmente sulle presse eccentriche con innesto a chiavetta girevole, al posto del dispositivo salvamano, sono consigliati gli "schermi mobili" (ripari con sistema di controllo). Anche i comandi a due mani e le barriere immateriali in dotazione alle presse non sono ammessi e non devono essere utilizzati in sostituzione del dispositivo salvamano (vedi  Dispositivi di protezione ammessi sulle presse (67 KB)(Il link viene aperto in una nuova finestra; Documento non accessibile a tutti.)).

La Suva offre un contributo spese alle aziende che intendono sostituire il dispositivo salvamano sulle presse con innesto a chiavetta girevole se la richiesta viene inviata entro il 31.12.2011 (la copia della conferma dell'ordine vale come prova).

Il contributo viene concesso per:

sostituire il dispositivo salvamano con uno schermo mobile approvato dalla Suva

  • sostituire la pressa con un'altra conforme CE, a patto che l'azienda faccia rottamare anche una pressa eccentrica con innesco a chiavetta girevole e dispositivo salvamano.

sostituire la pressa con un'altra conforme CE

  • sostituire a norma CE l'innesto a chiave girevole con un innesto a frizione

Il contributo spese vale anche per la sostituzione del dispositivo salvamano Suva sui bilancieri a frizione.

Il contributo ammonta a:

  • 2500 franchi a pressa per un massimo di 10 presse per ogni azienda
  • 1250 franchi a pressa a partire dall'undicesima pressa.

Se un'azienda documenta di far rottamare, senza sostituire, anche altre presse con innesto a chiavetta girevole o bilancieri a frizione sui quali è montato il dispositivo salvamano Suva, viene concesso un ulteriore contributo spese pari a 1000 franchi per ogni pressa rottamata.

Per beneficiare del contributo bisogna compilare in ogni sua parte il  modulo di richiesta (93 KB)(Il link viene aperto in una nuova finestra; Documento non accessibile a tutti.) e allegare i documenti necessari (anche la copia della conferma dell'incarico).

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Suva
Settore industria e artigianato
Casella postale 4358, 6002 Lucerna
Telefono: 041 419 55 33
Fax: 041 419 62 48
E-mail: gewerbe.industrie@suva.ch(Il link viene aperto in una nuova finestra)

 

Carenze del dispositivo salvamano

Carenze tecniche

Secondo la Direttiva CFSL 1722 «Presse», nel frattempo ritirata, il dispositivo salvamano è uno «schermo mobile, sorvegliato e intercollegato fino alla fine del movimento pericoloso di chiusura dello stampo». Per questo dispositivo di protezione, la direttiva esigeva il livello di «sicurezza elevata» e si applicava la seguente definizione:

«Nei comandi di sicurezza del tipo a sicurezza elevata, la presenza di un guasto non deve condurre alla neutralizzazione della sicurezza e l'errore verificatosi deve avere come effetto l'impossibilità di usare il sistema tecnico nel modo previsto, rendendo così necessaria l'eliminazione del guasto. La sicurezza elevata è indispensabile in presenza di un rischio elevato.» (Guida alla sicurezza sul lavoro, CFSL, edizione 1987, codice Suva 6029.i, punto 327.5)

Il dispositivo salvamano non soddisfa più questi requisiti per i seguenti motivi:

  • Un'anomalia del comando del dispositivo salvamano può comportare l'avviamento del ciclo operativo della pressa che la staffa o lo schermo di protezione abbiano raggiunto la posizione di sicurezza. Il sistema di controllo non è in grado di riconoscere un guasto di questo genere con sufficiente sicurezza.
  • Se la staffa o lo schermo di protezione sono stati posizionati in modo scorretto dall'installatore, è possibile introdurre le mani nella zona pericolosa dell'utensile della pressa anche quando il dispositivo salvamano è in perfetto stato di funzionamento. Il sistema di controllo non sorveglia la posizione della staffa o dello schermo di protezione rispetto all'utensile o al banco della pressa.

Carenze organizzative

Il corretto utilizzo del dispositivo salvamano era strettamente legato alle misure organizzative di ogni azienda. Le esperienze fatte dalla Suva nel corso delle indagini d'infortunio e dei controlli aziendali hanno dimostrato che molte imprese non avevano sufficienti conoscenze tecniche per garantire il corretto utilizzo del dispositivo salvamano e per eseguire i controlli e la manutenzione secondo le regole di sicurezza.

 

Quali misure devono essere adottate dopo il 1° gennaio 2012?

Dopo il 1° gennaio 2012 i dispositivi salvamano non possono più essere utilizzati. Bisogna quindi adottare immediatemente le seguenti misure.

1 Smontare i dispositivi salvamano e sostituirli con altri dispositivi

1.1 Smontaggio del dispositivo salvamano Suva

Se dopo lo smontaggio la pressa deve essere ancora utilizzata, il dispositivo salvamano deve essere rimosso a regola d'arte. A tale scopo è bene servirsi delle istruzioni di smontaggio:

1.2 Sostituzione del dispositivo salvamano Suva

Tenere presente che, stando alla tabella  «Dispositivi salvamano autorizzati per le presse» (67 KB)(Il link viene aperto in una nuova finestra; Documento non accessibile a tutti.), per le presse eccentriche con innesto ad accoppiamento geometrico (ad es. a chiavetta girevole) diversi dispositivi salvamano, ad esempio i comandi a due mani o le barriere fotoelettriche non sono ammessi.

  • Per la lavorazione di materiale a barre o a nastro sono indicati gli utensili chiusi o i dispositivi di limitazione della corsa.
  • Se, dopo aver smontato il dispositivo salvamano Suva, sulla pressa non sono più efficaci altri dispositivi di protezione, la pressa deve essere utilizzata solo con utensili chiusi o per la lavorazione plastica a caldo. Dopo lo smontaggio del dispositivo, su queste presse deve essere applicato un adesivo(Il link viene aperto in una nuova finestra)  , ben visibile.
  • Per i lavori di alimentazione manuale, durante i quali l'operatore deve introdurre le mani nella zona di pericolo a ogni ciclo della macchina, la soluzione sostitutiva è costituita dalle cosiddette schermature mobili (ripari mobili con dispositivo di controllo).
    I requisiti tecnici per questi dispositivi di protezione installati su presse eccentriche con innesto a chiavetta girevole sono stati stabiliti dalla Suva in base all'attuale stato della tecnica. Le schermature mobili installate sulle presse in un secondo tempo devono soddisfare tali requisiti.
    Le ditte che offrono schermi mobili conformi ai requisiti tecnici sopra indicati sono riportate nell'elenco dei fornitori.

Schermatura mobileSchermatura mobile Fonte: (OSHA)   

2 Manutenzione delle presse

Le presse devono essere sottoposte periodicamente, almeno una volta all'anno, a un controllo e a una manutenzione.
La manutenzione comprende anche un'ispezione periodica e la riparazione dei dispositivi di sicurezza. Per la manutenzione bisogna rivolgersi a specialisti esterni o garantire attraverso la formazione del personale addetto interno che le presse e i dispositivi di protezione vengano sottoposti a corretta manutenzione in base alle indicazioni del fabbricante.
I lavori di manutenzione devono essere documentati. Per la pianificazione e documentazione degli interventi è possibile utilizzare il nostro  esempio di piano di manutenzione (15 KB)(Il link viene aperto in una nuova finestra; Documento non accessibile a tutti.).

Osservare a tale proposito anche quanto riportato nell'opuscolo «Pianificare e controllare la manutenzione»(Il link viene aperto in una nuova finestra)  .

3 Ispezioni di sicurezza periodiche

Il datore di lavoro deve controllare periodicamente che ogni pressa nell'azienda sia utilizzata in condizioni di sicurezza. Se si riscontrano carenze o irregolarità, bisogna adottare le necessarie misure di sicurezza. Per il controllo delle condizioni di sicurezza è possibile servirsi delle seguenti liste di controllo Suva(Il link viene aperto in una nuova finestra)  .

  • Presse eccentriche con innesto a chiavetta girevole
  • Presse eccentriche con innesto a frizione
  • Presse idrauliche
  • Presse pneumatiche ed elettriche
 

Elenco dei fornitori per ripari con dispositivo di controllo e ritenuta