Atti temerari

Atti temerari

Riduzione delle prestazioni in caso di sport e attività pericolose (atti temerari). Di che cosa si tratta?

In base all'articolo 39 LAINF e all'articolo 50 OAINF, in caso di infortuni non professionali dovuti ad un atto temerario, le prestazioni in contanti sono ridottedella metà o rifiutate nei casi particolarmente gravi. Vi è un atto temerario se l'assicurato si espone ad un pericolo particolarmente grave senza prendere, o poter prendere, le precauzioni per limitare il rischio a proporzioni ragionevoli.

Si distingue tra atto temerario relativo e assoluto. L'atto temerario assoluto (spesso attività sportive a velocità elevata e/o a carattere di corsa) si configura:

  • se un'azione comporta pericoli che non possono essere limitati a proporzioni ragionevoli indipendentemente dalle condizioni concrete oppure
  • se il carattere degno di protezione difetta a un'azione con pericoli particolarmente gravi oppure se una determinata azione si presenta come insensata o riprovevole.

Un atto temerario relativo è un'azione di per sé degna di protezione e i relativi pericoli possono essere limitati a proporzioni ragionevoli dalla persona che svolge l'azione. Occorre verificare se in base alle capacità individuali e alle modalità di esecuzione sarebbe stato possibile limitare i pericoli e se è stato omesso di farlo.

Il senso più profondo delle norme giuridiche indicate sopra sta nel soppesare gli interessi generali degli assicurati (ossia chi paga i premi) e la misura degna di protezione di un'attività (ad es. sportiva). Occorre tutelare da oneri inaccettabili chi paga i premi.

Esempi di atti temerari assoluti

Se nell'esercizio dei seguenti sport/attività si verifica un infortunio, le prestazioni in denaro sono ridotte del 50% come indicato all'articolo 50 OAINF. Va evidenziato che l'elenco non è esaustivo. Sono ritenuti atti temerari assoluti anche altre attività con rischio analogo.

  • Gare automobilistiche in montagna, su pista, autocross, stock car, allenamento compreso; gare di velocità di rally; prove automobilistiche su circuiti, fatta eccezione per i corsi di guida sicura
  • Base jumping
  • Incontri di full contact (per es. incontri di pugilato)
  • Frantumare intenzionalmente vetro
  • Karate estremo (rompere mattoni, tegole o assi con la mano, la testa o il piede)
  • Gare di motocross, allenamento su circuiti compreso
  • Gare con motoscafi, allenamento compreso
  • Gare di moto, compreso allenamento e prove su circuiti (fatta eccezione per i corsi di guida sicura)
  • Gare in discesa con la mountain bike, allenamento compreso sul circuito di gara (downhill biking)
  • Gare con quad, allenamento compreso
  • Discese sullo skateboard a livello agonistico o velocità elevata
  • Gare di motoslitte (snowcross), allenamento compreso
  • Tentativi di record in gare di velocità sugli sci
  • Speedflying
  • Immersioni a profondità superiori a 40 metri
  • Hydrospeed / riverboogie (discese in un  torrente sdraiati su un bob galleggiante)

Atti temerari relativi

Le prestazioni in contanti sono ridotte del 50% anche per chi viola in modo grave le regole di sicurezza o le norme di prudenza consuete per sport/attività di per sé integralmente coperti ma che comportano notevoli rischi. Tra queste figurano, per esempio, una ascensione o arrampicata in montagna o sci o snowboard fuoripista senza tener conto delle abituali regole (equipaggiamento, esperienza), parapendio o deltaplano in condizioni meteo molto sfavorevoli.

Si considerano atti temerari relativi anche altre attività in cui i rischi obiettivamente elevati non sono stati ridotti a proporzioni ragionevoli.

Rifiuto di prestazioni in denaro

Le prestazioni in contanti possono essere rifiutate completamente nel caso di atti temerari particolarmente gravi, per es. un'escursione in solitaria in montagna di particolare difficoltà in condizioni di tempo sfavorevoli e nonostante gli avvertimenti di alpinisti provetti.