Iniziativa reinserimento professionale

Iniziativa reinserimento professionale

In collaborazione con l'Assicurazione invalidità (AI) la Suva ha lanciato l' «Iniziativa reinserimento professionale».

L'iniziativa intende promuovere il ritorno alla vita lavorativa delle persone che dopo un infortunio non possono più riprendere la vecchia professione e non hanno diritto a una riqualificazione finanziata dall'Assicurazione invalidità.

Destinatari dell'iniziativa:

persone che dopo un infortunio:

  • non hanno più un datore di lavoro
  • non possono essere impiegati con una mansione alternativa presso il loro vecchio datore di lavoro
  • non hanno diritto a una riqualificazione finanziata dall'AI

aziende assicurate alla Suva in grado di offrire posti adatti:

  • per un periodo di addestramento da 3 a 12 mesi
  • per una formazione aziendale da 6 a 24 mesi

aziende disposte ad assumere la persona una volta completata la formazione o l'addestramento.

I vantaggi

La Suva offre una serie di incentivi ai datori di lavoro che si impegnano a favore del reinserimento professionale degli infortunati. Ecco i vantaggi per chi aderisce all'iniziativa:

  • copertura assicurativa per il collaboratore
  • garanzia che eventuali nuovi infortuni non incideranno sulla classificazione nella tariffa dei premi
  • indennità giornaliera durante la formazione o il periodo di addestramento
  • rimborso delle spese sostenute per eventuali misure di reinserimento (es. modifiche della postazione di lavoro, corsi ecc.)
  • coaching sul luogo di lavoro da parte di un case manager della Suva

Inoltre, la Suva versa un compenso alle aziende che assumono l'infortunato dopo il periodo di addestramento o formazione. Tale compenso può arrivare fino ad un massimo di CHF 10 000 a seconda del dispendio di risorse e del grado di riuscita del reinserimento.

Il reinserimento professionale influisce positivamente sui premi assicurativi. Meno rendite di invalidità significa premi più bassi per tutti gli assicurati Suva.