Chi lavora in condizioni di sovrappressione deve acquisire una formazione specifica.

Formazione per chi lavora in condizioni di sovrappressione

  • Lavorare in condizioni di sovrappressione espone a una serie di pericoli particolari.
  • Chi lavora sui cantieri in aria compressa o in immersione deve essere idoneo fisicamente e avere svolto una formazione adeguata.
  • I giovani di età inferiore ai 18 anni non sono autorizzati ad operare in atmosfera di sovrapressione.

Principi

I requisiti richiesti per lavorare in atmosfera di sovrapressione sono differenti a seconda delle funzioni svolte:

  • responsabili (capicantiere e capi sommozzatori)
  • esperti (tutti i dipendenti che lavorano in atmosfera di sovrapressione con compiti di sorveglianza, sicurezza degli impianti elettrici e pneumatici, pronto soccorso, lotta antincendio, manutenzione delle camere di decompressione)
  • altre persone che operano in atmosfera di sovrapressione.

I lavori in atmosfera di sovrapressione sono pericolosi e non devono essere eseguiti dai giovani.

Requisiti individuali / formazione richiesta

Tutti i dipendenti:
  • idoneità ai sensi della medicina del lavoro
  • formazione per i lavori in aria compressa
Responsabili:
  • formazione professionale specifica alla mansione con esame finale
Esperti:
  • formazione aziendale interna o esterna

Attestato di formazione richiesto

Tutti i dipendenti:
  • decisione di idoneità ai sensi della medicina del lavoro
  • attestato di formazione aziendale
Responsabili:
  • attestato di formazione professionale all'estero con esame finale (attualmente possibile solo all'estero)
Esperti:
  • documentazione scritta della formazione aziendale interna o esterna/addestramento

Informazioni

  • Suva, Costruzioni

Riferimenti di legge (leggi, ordinanze) e normative tecniche