Operatori sanitari mentre caricano sull'ambulanza la vittima di un infortunio.

Caduta fatale da un ponteggio per facciate

  • Un operaio di una ditta di carpenteria in legno cade da un ponteggio per facciata ferendosi gravemente dopo un volo di 4,5 m nel vuoto.
  • A causare l'infortunio è stata l'assenza del parapetto interno.

Carpentiere ferito gravemente

L'operaio si trova all'ultimo livello di un ponteggio autoportante e una gru sta issando un componente della soletta di un prefabbricato in legno. Reggendosi con una mano a un corrente della protezione laterale esterna, l’operaio cerca di posizionare correttamente l'elemento della soletta quando, all'improvviso, perde l'equilibrio e cade all'interno dell'edificio, facendo un volo di 4,5 m. Nell'impatto con il suolo riporta gravi lesioni.

Ponteggio per facciate senza parapetto interno con indicazione dell'altezza di caduta di 4,5 m.
Ponteggio per facciate senza parapetto interno con altezza di caduta di 4,5 m.
Assenza della protezione anticaduta verso l'interno

Se l'altezza di caduta dal piano di calpestio supera i 2 m, sul ponteggio per facciate bisogna installare un parapetto interno. In questo caso l'altezza di caduta era superiore ai 2 m e mancava il parapetto interno: ecco perché si è verificata la caduta all'interno della struttura.

È responsabilità del superiore che tutti i lavoratori operino su un ponteggio per facciate sicuro e installato a regola d'arte. Prima dell'uso bisogna quindi procedere al controllo del ponteggio. Il montatore ha invece la responsabilità di installare il ponteggio secondo le disposizioni di legge.

Mancato rispetto delle regole vitali

Questo infortunio si sarebbe potuto evitare rispettando le seguenti regole vitali per per i costruttori in legno.

  • Regola 3: Mettiamo in sicurezza le aperture nel vuoto a partire da un’altezza di caduta di 2 m.

In caso di mancato rispetto di una regola vitale bisogna dire STOP, sospendere i lavori, eliminare il pericolo e solo dopo riprendere i lavori.

Per evitare infortuni simili

Obblighi dei datori di lavoro e superiori
  • Istruire i lavoratori sull'obbligo di mettere in sicurezza tutte le aperture nel vuoto a partire da un'altezza di 2 m, anche nel caso dei ponteggi per facciate.
  • Prima di iniziare i lavori, verificare se sono presenti i necessari dispositivi di protezione.
  • Controllare il ponteggio prima dell'uso. In caso di difetti o irregolarità, segnalarli e/o eliminarli immediatamente.
  • Verificare se i dipendenti hanno rispettato le istruzioni di lavoro.
Obblighi dei lavoratori
  • Informarsi sui pericoli presenti sul luogo di lavoro.
  • Rispettare le prescrizioni di sicurezza e le istruzioni di lavoro del datore di lavoro.
  • Se manca la protezione laterale (in questo caso il parapetto interno sul ponteggio per facciate) e l'altezza di caduta supera i 2 m, bisogna subito eliminare questa carenza e/o segnalarla al datore di lavoro.
  • In assenza della protezione, dire STOP e sospendere i lavori. Informare i colleghi di lavoro e il superiore.
Obblighi dei montatori di ponteggi
  • Installare il ponteggio per facciate secondo le disposizioni di legge.
  • Far installare un parapetto interno se nella costruzione modulare del ponteggio l'altezza di caduta è superiore a 2 m e c'è la possibilità di cadere all'interno dell'edificio.
  • Accertarsi per quale scopo viene usato il ponteggio per facciate.

Riferimenti di legge

  • Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr), art. 15  : Utilizzazione della protezione laterale
  • Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr), art. 3  : Pianificazione dei lavori di costruzione