Operatori sanitari mentre caricano sull'ambulanza la vittima di un infortunio.

Caduta fatale in un vano ascensore

  • In un cantiere mal illuminato un copritetto entra inavvertitamente in un vano ascensore dove il piano di calpestio è incompleto e precipita per 4 m nel vuoto.
  • In seguito alla rimozione di una parte del piano di calpestio, si è venuta a creare un'apertura rivelatasi fatale per il copritetto.

Errore fatale

Su un cantiere, un copritetto conclude il proprio lavoro e si accinge a rientrare a casa. Per raggiungere la propria auto, parcheggiata nel garage sotterraneo, decide di prendere le scale. A quell'ora l'illuminazione del cantiere è già spenta. A causa dell'oscurità, l'operaio entra per sbaglio nel vano ascensore ubicato al pianoterra.

Dato che il piano di calpestio del vano ascensore era incompleto e presentava un’apertura larga 55 cm, la vittima precipita nel vuoto per 4 m, cade a terra e muore sul colpo per le gravi lesioni al capo.

Dagli accertamenti è emerso che l'installatore dell’ascensore aveva rimosso una parte del piano di calpestio per posizionare alcune guide di scorrimento per il montaggio dell'ascensore. Così facendo, tra il pavimento e la parete si era venuto a creare uno spazio largo 55 cm, rivelatosi fatale per il copritetto.

Mancato rispetto delle regole vitali

Questo infortunio si sarebbe potuto evitare rispettando una delle seguenti regole vitali per chi lavora nell'edilizia.

  • Regola 1: mettiamo in sicurezza le aperture nel vuoto a partire da un'altezza di caduta di 2 m.
  • Regola 2: mettiamo subito in sicurezza le aperture nel pavimento.

In caso di mancato rispetto di una regola vitale bisogna dire STOP, sospendere i lavori, eliminare il pericolo e solo dopo riprendere i lavori.

Per evitare infortuni simili

Obblighi dei datori di lavoro e superiori
  • Coordinare i lavori nel vano ascensore, soprattutto in prossimità degli accessi, in modo che nessuno possa rimuovere o modificare i dispositivi di protezione collettiva.
  • Fare in modo che gli accessi al vano ascensore siano sempre conformi alle norme di sicurezza.
  • Impedire che i ponteggi per vani ascensore vengano modificati o usati per uno scopo diverso.
  • Mettere per iscritto il passaggio di consegne dal costruttore edile al direttore dei lavori e da quest'ultimo all'installatore dell'ascensore.
Obblighi dei lavorator
  • Coprire le aperture nel pavimento con un piano di calpestio resistente alla rottura e inamovibile. Se l'apertura è larga più di 30 cm, c'è il pericolo che una persona vi cada attraverso.
  • Se i ponteggi per vani ascensore sono incompleti, delimitare la zona con una protezione laterale composta da tre elementi.

Riferimenti di legge

  • Ordinanza sui lavori di costruzione, capitolo 4 : Ponteggi
  • Ordinanza sui lavori di costruzione, art. 17 : Differenza di livello dei suoli e delle aperture nei suoli
  • Ordinanza sui lavori di costruzione, artt. 15 e 16 : Protezione laterale
  • Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni, art. 9 : Cooperazione di più aziende