Parete destra di uno scavo che ha ceduto travolgendo un operaio.

Ferito gravemente per il cedimento di uno scavo

  • Un operaio al lavoro in una fossa profonda 2 m viene travolto e ferito gravemente dal cedimento di una delle pareti.
  • La disgrazia è accaduta in quanto lo scavo non era stato messo in sicurezza.
  • L'infortunio si sarebbe potuto evitare rispettando la seguente regola vitale: «Mettiamo in sicurezza gli scavi a partire da una profondità minima di 1,5 m».

Parete di uno scavo travolge un operai

Scavo non puntellato

Per posare una canalizzazione di uno stadio in costruzione occorre scavare una fossa profonda due metri. Un operaio della ditta di genio civile addetta ai lavori si trova nello scavo quando improvvisamente una delle pareti verticali cede. L'uomo non ha nessuna possibilità di mettersi in salvo, ma viene sepolto fino al busto da mezzo metro cubo di terra e schiacciato contro la parete di fronte.

Nonostante il soccorso immediato dei colleghi che cercano di liberarlo con una pala, l’operaio viene trasportato all'ospedale con gravi lesioni interne. I medici gli riscontrano fra l'altro la lacerazione di fegato, reni e milza, nonché numerose costole rotte.

Scavo non puntellato

Gli scavi a partire da una profondità di 1,5 m devono essere messi in sicurezza. Nel caso in questione però nessuno ha adottato le misure necessarie per prevenire possibili cedimenti. Se lo scavo fosse stato puntellato o inclinato sufficientemente per garantirne la stabilità, l'infortunio non sarebbe accaduto. L’operaio è stato fortunato a salvarsi, in quanto simili incidenti hanno spesso un esito letale.

Mancato rispetto di una regola vitale

Questo infortunio si sarebbe potuto evitare rispettando la seguente regola vitale per chi lavora nell'edilizia:

  • Regola 8: mettiamo in sicurezza gli scavi a partire da una profondità minima di 1,5 m

In caso di mancato rispetto di una regola vitale bisogna dire STOP, sospendere i lavori, eliminare il pericolo e solo dopo riprendere i lavori.

Schema di uno scavo con differenti pendenze delle scarpate.
L'Ordinanza sui lavori di costruzione stabilisce che le scarpate degli scavi sono considerate non sicure se il rapporto tra verticale e orizzontale è più di 3:1 (nei terreni resistenti e ben compatti), 2:1 (nei terreni mediamente resistenti) o 1:1 (nei terreni franosi).

Per evitare infortuni simili

Obblighi dei datori di lavoro e superiori
  • Assumersi le proprie responsabilità e istruire i dipendenti a operare solo in scavi che sono stati messi in sicurezza da cedimenti.
  • Non permettere ai lavoratori di accedere a scavi che non sono in condizioni di sicurezza.
  • Prima di iniziare i lavori controllare la presenza di tutti i dispositivi di protezione necessari.
  • Pianificare e preparare i lavori negli scavi in modo che possano essere eseguiti in sicurezza in qualsiasi momento.
  • Se manca una puntellatura in uno scavo con profondità superiore a 1,5 m e pareti verticali, far immediatamente sospendere i lavori.
  • Controllare che le istruzioni di lavoro impartite siano rispettate.
Obblighi dei lavoratori
  • Informarsi sui potenziali pericoli e pretendere precise istruzioni dal datore di lavoro.
  • Seguire le disposizioni di lavoro dei superiori.
  • Dire STOP se si lavora in scavi con una profondità di oltre 1,5 m e pareti verticali non puntellate. Sospendere i lavori. Informare i superiori ed eliminare le carenze.
Operaio che lavora in uno scavo con pareti puntellate.
Uno scavo con pareti verticali è sicuro soltanto se è stato puntellato.
Schema che indica le misure minime degli scavi puntellati.
Disegno con misure minime degli scavi puntellati.

Riferimenti di legge

  • Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr), art. 3 : Pianificazione dei lavori di costruzione
  • Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr), art. 55 : Lavori di costruzione in scavi, pozzi e scavi di fondazione e art. 56 : Scarpate
  • Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr), art. 57  : Puntellature
  • Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni (OPI), art. 6 : Obblighi del datore di lavoro e del lavoratore e art. 11 
  • Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni (OPI), art. 8 : Provvedimenti in caso di lavori connessi con pericoli particolari