Il audiomobile de la Suva

Audiomobile: visite profilattiche mirate dell'udito

  • Con i suoi audiomobili la Suva esegue periodicamentet dei test profilattici dell'udito in tutte le aziende della Svizzera che operano in ambiente rumoroso.
  • L'esame audiometrico effettuato da specialisti consente la diagnosi di ipoacusia prima che la persona interessata ne abbia la percezione.
  • Questi test sono focalizzati sulle persone esposte a un livello di rumore superiore al limite previsto per il posto di lavoro e per le quali è possibile prevenire un danno uditivo.

Il datore di lavoro ha l'obbligo di iscrivere questi collaboratori ai test dell'udito e di fare in modo che possano parteciparvi.

Quali lavoratori devono sottoporsi al test dell'udito?

Poiché i danni all'udito si sviluppano nei primi 10 anni di esposizione al rumore senza adeguata protezione, i test profilattici dell'udito con l'audiomobile si limitano ai lavoratori con meno di 40 anni che nel loro lavoro sono esposti a un livello di pressione sonora LEX a partire da 85 dB(A). In casi particolari la Suva assiste in modo individuale anche persone con più di 40 anni.

Come si svolgono i test dell'udito?

I test dell'udito vengono effettuati negli audiomobili della Suva. Questi bus speciali sono equipaggiati con tutte le attrezzature necessarie per i vari esami. È così possibile eseguirli in modo professionale con un procedura uniforme e a condizioni relativamente costanti.

La Suva sottopone a controlli regolari chi è esposto sul lavoro a livelli di rumore pericoloso per l’udito. I datori di lavoro che ritengono opportuno sottoporre i loro dipendenti al test dell'udito possono rivolgersi al Team acustica della Suva se la loro azienda non ha ancora partecipato a questa iniziativa. Per qualsiasi altra domanda sui test profilattici dell'udito è sempre possibile rivolgersi agli specialisti del Settore audiometria della Suva.

Cosa succede dopo il test dell'udito?

L'azienda riceve un rapporto sintetico con il nome delle persone esaminate e le indicazioni sulla necessità o meno di proteggere meglio singoli lavoratori.

Le persone con un risultato del test anomalo vengono invitate individualmente a una visita da parte di un otorino. Se si sospetta l'inizio di un'ipoacusia, la persona viene esortata per iscritto a utilizzare regolarmente una protezione dell'udito (decisione di idoneità condizionale). Se del caso viene anche prescritto l'uso di uno specifico tipo di protezione.
Solo in casi rari la Suva vieta a una persona di svolgere lavori che espongono a un livello di rumore pericoloso per l'udito (decisione d'inidoneità).

Qualora un'azienda presenti svariati casi di risultati anomali, gli specialisti del rumore della Suva eseguono accertamenti in singoli posti di lavoro e controllano le misure antirumore.