Via di circolazione all’interno di edificio industriale.

Dimensioni delle vie di circolazione interne aziendali e inclinazione delle rampe di accesso

  • Per garantire una sicurezza ottimale in azienda, le dimensioni delle vie di circolazione si stabiliscono sulla base delle condizioni di traffico, dei veicoli e delle merci trasportate.
  • L'inclinazione delle rampe di accesso non deve superare il 10 per cento per i veicoli a motore e il 5 per cento per i veicoli trainati a mano.

Cosa determina le dimensioni delle vie di circolazione?

I fattori determinanti sono:

  • le condizioni di traffico (veicoli, pedoni)
  • le dimensioni massime di ingombro dei veicoli in dotazione all'interno dell'azienda (carrelli elevatori, trattori per traino ecc.)
  • le dimensioni massime di ingombro delle merci trasportate (pezzi di lavorazione, casse, macchine ecc.)

Per il traffico pedonale

Le vie di circolazione principali destinate al traffico pedonale all'interno degli edifici devono avere una larghezza minima di 1,2 metri.

In base a prescrizioni contenute nelle leggi sull’edilizia e sulla polizia del fuoco è possibile richiedere vie di circolazione più larghe.
L'altezza luce delle vie di circolazione pedonali non deve essere inferiore a 2,1 metri (in casi eccezionali sono sufficienti 1,9 metri).

Gli ostacoli lungo la sezione trasversale dei passaggi vanno contrassegnati con colori ad alta visibilità e coperti con un apposito rivestimento. In tal modo si evita che i pedoni subiscano infortuni e lesioni.
Le vie di circolazione secondarie destinate al traffico pedonale all'interno degli edifici devono avere una larghezza minima di 0,8 metri (in casi eccezionali sono sufficienti 0,6 metri).

Gli ostacoli presenti lungo la via di circolazione vanno contrassegnati con colori ad alta visibilità e coperti con un apposito rivestimento. In tal modo si evita che i pedoni subiscano infortuni e lesioni.
Per il traffico di veicoli (senza traffico pedonale)
Grafico che mostra un veicolo su una via di circolazione. La tolleranza di manovra, ossia la distanza laterale tra il veicolo e il limite della via di circolazione, è pari a 0,4 metri su ciascun lato.
Via di circolazione a senso unico con traffico esclusivamente di veicoli.
La larghezza minima delle vie di circolazione (X) per i veicoli si ottiene sommando la larghezza dei veicoli stessi (x1) e una tolleranza di manovra (x2) pari a 2 x 0,4 metri.
Grafico che mostra un veicolo su una via di circolazione. La distanza di sicurezza verticale dal punto più alto del veicolo al soffitto è pari a 0,5 metri.
Vie di circolazione di dimensioni generose aumentano la sicurezza del traffico dei veicoli.
L'altezza minima (Y) delle vie di circolazione per i veicoli si ottiene sommando l'altezza massima del veicolo o del carico da trasportare (y1) e una distanza di sicurezza verticale di 0,5 metri dal soffitto o da altri ostacoli.
Per il traffico misto di veicoli e pedoni
La larghezza minima (X) delle vie di circolazione con traffico di veicoli e pedoni si ottiene sommando la larghezza dei veicoli più voluminosi o del loro carico (x1), la larghezza minima delle vie pedonali (0,8 metri) e una tolleranza di manovra (x2) minima di 0,4 metri.
Grafico che mostra un veicolo posizionato fra due pedoni su una via di circolazione. La larghezza della via deve corrispondere alla somma tra la larghezza del veicolo più 0,8 metri da entrambi i lati per il passaggio dei pedoni.
Via di circolazione a senso unico con traffico di pedoni ridotto.
Grafico che mostra un veicolo posizionato fra due pedoni su una via di circolazione. La larghezza della via deve corrispondere alla somma tra la larghezza del veicolo più 0,8 metri da entrambi i lati per il passaggio dei pedoni.
Via di circolazione a senso unico con traffico di pedoni elevato.
Grafico che mostra due veicoli affiancati l’uno all’altro su una via di circolazione, con un pedone sul lato sinistro esterno e uno su quello destro. La larghezza della via deve corrispondere alla somma tra le larghezze dei veicoli più 0,8 metri per il passaggio dei pedoni più una tolleranza di manovra di 0,4 metri.
Via di circolazione a doppio senso con traffico di veicoli e pedoni.
Per il traffico su binari
Grafico che mostra un veicolo ferroviario e la relativa distanza di sicurezza laterale x2.
Distanze di sicurezza per il traffico su binari.

Per le vie di circolazione destinate ai veicoli ferroviari occorre rispettare le seguenti distanze di sicurezza laterali (x2) tra i veicoli ferroviari e le installazioni fisse:

  • nelle zone frequentate unicamente dal personale di manovra: x2 = 0,6 metri
  • in zona di traffico generale: x2 = 1,0 metri

x1 = massima sporgenza dei veicoli ferroviari o delle merci trasportate

Per maggiori informazioni sull'argomento:

Indicazioni relative alle ordinanze 3 e 4  concernenti la legge sul lavoro (Link unten auf dieser Seite)

Inclinazione ammessa delle rampe di accesso

L'inclinazione delle rampe di accesso va adattata alle diverse tipologie di veicolo e di carico. Non deve superare il 10 per cento, e per i veicoli trainati a mano il 5 per cento.
Grafico che mostra una rampa di accesso provvista di un robusto guardrail e di un corrimano.
Guardrail e corrimano garantiscono maggiore sicurezza sulle rampe. Le rampe di accesso devono essere provviste di un rivestimento antiscivolo.
Inclinazioni ideali delle rampe in percentuale

Veicoli trainati a mano (Il carico non dovrebbe superare i 1000 kg)

Inclinazione in percentuale
Carico fino a 1000 kg 1 %
Carichi leggeri 2 - 4 %
Massimo 5 %
Veicoli a motore
Rampe di accesso utilizzate frequentemente 7 %
Massimo 10 %
I contenuti di questa pagina sostituiscono l’ex pubblicazione «Vie di circolazione interne aziendali» (codice 44036.i).