Due operai all'opera su una piattaforma di lavoro ancorata a una parete rocciosa.

Lavori in zone soggette a pericoli naturali

  • Lavorare in zone soggette a pericoli naturali è molto rischioso. Oltre al costante rischio di caduta, bisogna fare i conti con gli agenti esterni e con i pericoli naturali dell'ambiente in cui si opera.
  • È necessario individuare sistematicamente i pericoli e pianificare le misure di sicurezza necessarie. Tutto questo va discusso con gli addetti ai lavori, documentato e reso noto.
  • Prima di iniziare i lavori bisogna mettere a punto un piano di sicurezza e di salvataggio (incl. piano di allarme).

Procedure chiare in caso di grandi rischi

Per lavorare in sicurezza nelle zone soggette a pericoli naturali, occorre prestare particolare attenzione ai seguenti aspetti:

  • individuare sistematicamente i pericoli e pianificare le misure di sicurezza necessarie, avvalendosi tra l'altro delle liste di controllo elencate in fondo alla pagina
  • regolamentare le competenze e le responsabilità di tutti gli addetti ai lavori
  • comunicare in modo chiaro in tutte le situazioni
  • sottoporre a regolare verifica i rischi residui in modo da adeguare tempestivamente le misure di sicurezza

Se nell'organizzazione del progetto o in azienda mancano le conoscenze necessarie per valutare i rischi, bisogna rivolgersi a uno specialista.

Fenomeni naturali pericolosi:

  • caduta massi, frana
  • smottamento, frana di disgregazione
  • valanga, nevicata
  • piena
  • temporale, pioggia forte, grandine
  • acqua in fiumi e laghi
  • vento, tempesta
  • canicola, ozono, raggi solari
  • gelo, ghiaccio
  • incendio boschivo
  • terremoto
  • ecc.

Piano di sicurezza

Per coordinare e documentare i lavori in modo sistematico, la Suva raccomanda di mettere a punto un piano di sicurezza mirato che coinvolga i principali addetti ai lavori. Il piano di sicurezza deve comprendere i seguenti punti:

  1. principi e obiettivi di sicurezza, descrizione del progetto e dei lavori, profilo della situazione
  2. organizzazione della sicurezza e del cantiere, comunicazione
  3. formazione, istruzione, informazione
  4. regole di sicurezza
  5. individuazione dei pericoli, valutazione dei rischi
  6. pianificazione e realizzazione delle misure
  7. organizzazione per i casi di emergenza, piano di salvataggio, mezzi di soccorso
  8. partecipazione
  9. tutela della salute
  10. controllo, audit

Link di approfondimento

  • Dati  idrologici dell'Ufficio federale dell'ambiente
  • Piattaforma   informativa della Polizia svizzera delle acque
  • Pericoli naturali attuali in Svizzera (UFAM  )
  • Pagina  informativa dell'Ufficio federale dell'ambiente
  • Piattaforma nazionale pericoli naturali PLANAT 
  • WSL - Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF  
  • Linee guida per i lavori con rocce e opere di protezione in zone soggette a pericoli naturali (strumenti  per il coordinamento e la documentazione) (in tedesco e francese)

Riferimenti di legge

Legge sul lavoro (LL), art. 6  Obblighi del datore di lavoro e del lavoratore


Ordinanza 3 concernente la Legge sul lavoro (OLL 3 ):

  • Art. 2, 3, 5, 6, 7, 10: Disposizioni generali
  • Art. 20: Irradiazione solare e termica
  • Art. 21: Lavoro nei locali non riscaldati o all'aperto
  • Art. 27: Equipaggiamenti personali di protezione
  • Art. 36: Pronto soccorso

Legge sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF), art. 82  In generale


Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr ):

  • Art. 3: Pianificazione dei lavori di costruzione
  • Art. 7: Salvataggio delle vittime d'infortuni
  • Art. 11: Protezione contro la caduta di oggetti e di materiali
  • Art. 24: Pericolo di annegamento
  • Art. 26: Pericoli straordinari
  • Art. 61 - 73: Lavori in sotterraneo
  • Art. 79: Protezione contro le cadute
  • Art. 80: Protezione contro la caduta di pietre o altro materiale
  • Art. 81: Requisiti al personale
  • Art. 82: Lavori in sospensione a corde portanti

Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI )

  • Art. 3 - 10: Obblighi del datore di lavoro
  • Art. 11: Obblighi del lavoratore
  • Art. 11a: Direttive sull'obbligo di fare appello a specialisti della sicurezza sul lavoro
  • Art. 38: Abiti di lavoro e dispositivi di protezione individuale
  • Art. 45: Protezione dalle radiazioni nocive