Uomo che indossa un protettore auricolare mentre lavora su un impianto di imbottigliamento di bevande.

Protezione dell'udito Un obbligo quando il rumore è troppo

  • Elevate pressioni sonore possono causare danni permanenti all'udito.
  • I protettori auricolari omologati proteggono efficacemente dal rumore, ma solo se vengono utilizzati correttamente.
  • I protettori auricolari sono disponibili in svariati modelli e dimensioni per i diversi ambiti di impiego.
  • Gli otoprotettori realizzati su misura devono essere verificati individualmente prima del primo utilizzo e in seguito ogni due anni per valutarne l'effetto protettivo.

Informazioni pratiche

Elevate pressioni sonore a partire da un livello di esposizione al rumore LEX ≥ 85 dB(A) danneggiano l'udito. Se sul posto di lavoro si producono rumori continui superiori ai valori limite, i danni all'udito possono diventare permanenti.

Spesso si trascurano i seguenti aspetti:

  • L'udito è protetto soltanto quando si utilizza un dispositivo di protezione auricolare ad ogni esposizione al rumore, per quanto breve possa essere.
  • Solo i protettori auricolari omologati proteggono efficacemente dal rumore. Ovatta, filtri di sigarette e i tappi Ohropax non sono idonei a proteggere l'udito sul lavoro.

Chi deve indossare i protettori auricolari?

Nella pratica si raccomanda di indossare i protettori auricolari quando si è esposti a livelli di rumore pari o superiori a Leq 85 dB(A). Questa regola è più restrittiva rispetto ai limiti massimi, ma presenta il vantaggio di essere molto semplice e dunque facile da applicare.

Senza effettuare misurazioni specifiche, le tabelle di livelli sonori della Suva permettono di capire in quali attività dei diversi settori è necessario utilizzare i protettori auricolari.

In commercio sono disponibili inserti auricolari in espanso elastico o in materiale sintetico, inserti auricolari con archetto, cuffie antirumore e otoprotettori su misura.

Inserti auricolari in espanso

Questi prodotti possono essere utilizzati più volte, ma non illimitatamente. Per motivi igienici, gli inserti auricolari vanno consegnati nell'apposita scatoletta di plastica. Si adattano perfettamente a qualsiasi condotto uditivo.

Inserti auricolari in espanso
Inserti auricolari in materiale sintetico

Questi prodotti possono essere utilizzati per un periodo prolungato. Sono ideali anche quando non si può ricorrere ad altri protettori auricolari per motivi igienici (ambiente di lavoro sporco o temperature elevate). Possono essere lavati sotto l'acqua corrente.

Per le persone con condotti uditivi stretti sono disponibili inserti auricolari di diametro ridotto, che offrono un maggiore comfort.
Inserti auricolari in materiale sintetico con e senza scatoletta di plastica
Cuffie antirumore

Le cuffie antirumore possono essere indossate con facilità e rapidità e sono quindi particolarmente adatte per impieghi di breve durata. È bene riporle direttamente sul posto di lavoro. Tuttavia, se l'udito va protetto per un'intera giornata o si registrano temperature elevate sono da preferire gli inserti auricolari.

Un paio di cuffie antirumore
Inserti auricolari con archetto

Si possono indossare con facilità e quando non servono possono essere portati al collo. Non sono adatti per livelli sonori LEX > 90 dB(A).

Due inserti auricolari con archetto
Otoprotettori

Questi dispositivi di protezione vengono modellati individualmente in base al condotto uditivo e offrono pertanto un elevato comfort. È possibile scegliere tra diversi filtri che offrono il livello di protezione necessario pregiudicando il meno possibile la comunicazione.

Quando si utilizzano otoprotettori su misura occorre considerare i seguenti aspetti:

  • L'efficacia di un dispositivo di protezione realizzato su misura deve essere valutata, dopo la consegna, con una misurazione eseguita direttamente sul soggetto.
  • Il fornitore è tenuto a svolgere tale misurazione entro 12 mesi dalla data di consegna.
  • Nei casi in cui l'esposizione al rumore superi i valori limite imposti per il rumore impulsivo, è necessario svolgere un controllo prima di utilizzare i dispositivi di protezione per la prima volta.
Due diversi tipi di otoprotettori realizzati su misura
Protettori auricolari con attenuazione acustica in funzione del livello sonoro

Questi speciali dispositivi catturano il suono con un microfono e riproducono i rumori deboli tramite un altoparlante in miniatura. I rumori con livelli sonori superiori a 84 dB(A) non vengono riprodotti, bensì attenuati.

L’impiego di protettori auricolari con attenuazione acustica in funzione del livello sonoro è utile in ambienti lavorativi silenziosi con brevi esposizioni al rumore, soprattutto quando la persona deve comunicare durante il lavoro (lavori forestali, istruzioni di tiro, fabbricazione di casse).

Protettori auricolari con dispositivo di comunicazione

Questi dispositivi permettono la trasmissione di informazioni senza fili o tramite cavo. Alcuni sistemi consentono soltanto una trasmissione unidirezionale, altri invece sono predisposti per la conversazione tra lavoratori.

Cuffie con radio integrata

Esistono anche cuffie antirumore con radio integrata. Il volume della musica è limitato a un livello sonoro di 82 dB(A). Ci sono modelli che, oltre alla radio, dispongono anche dell'attenuazione acustica in funzione del livello sonoro, consentendo alla persona di percepire i rumori circostanti e i segnali. Una parte di queste informazioni può tuttavia essere coperta dalla musica.

Le cuffie antirumore con radio integrata non devono essere utilizzate se impediscono la comunicazione con l'utilizzatore, perché mettono in pericolo quest'ultimo e altre persone, soprattutto nel traffico stradale e interno all'azienda.

Quali criteri è necessario considerare nella scelta dei protettori auricolari?

I protettori auricolari devono soddisfare requisiti che cambiano a seconda delle attività da svolgere e delle persone che li indossano. I protettori auricolari vanno scelti considerando le esigenze individuali dei lavoratori. Per impieghi di breve durata si consigliano le cuffie antirumore o gli inserti auricolari con archetto. Tali dispositivi non sono però adatti in caso di impiego prolungato o di temperature elevate.

Si raccomanda perciò di provare insieme ai lavoratori i vari modelli e generi di protettori che poi verranno messi a disposizione e utilizzati sui luoghi di lavoro.

I criteri di scelta principali sono:

  • adattabilità e comfort
  • disponibilità (sempre a portata di mano)
  • possibilità di combinazione con altri dispositivi (elmetto, occhiali, protezione delle vie respiratorie)
Altri elementi importanti per la scelta
  • Misure particolari di igiene (camera bianca, area d'igiene) possono incidere sulla scelta dei protettori auricolari.
  • Vi sono vari tipi di protettori auricolari che si possono usare quando i lavoratori sono costretti a comunicare in situazioni di forte rumore; questi dispositivi si possono collegare a un telefonino o a una ricetrasmittente e quindi rendono possibile la comunicazione anche in condizioni difficili.
  • Indossare un apparecchio acustico non significa essere protetti contro il rumore. Questo requisito è soddisfatto soltanto dagli apparecchi acustici certificati esplicitamente come protettori auricolari. Chi usa un apparecchio acustico privo di valutazione di conformità deve indossare le cuffie antirumore sopra l'apparecchio acustico oppure togliere l'apparecchio acustico e utilizzare dei protettori auricolari certificati per proteggersi contro il rumore.
L'importanza di una consulenza

È bene chiedere consiglio al fornitore di DPI per sapere qual è il prodotto più adatto alle condizioni di utilizzo specifiche dell'azienda.

Valori indicativi della durata dei protettori auricolar

  • Inserti auricolari in espanso: da 1 a 7 giorni
  • Inserti auricolari in materiale sintetico: da 2 mesi a 1 anno
  • Inserti auricolari con archetto: da 2 mesi a 1 anno
  • Otoprotettori su misura: fino a 5 anni (con controlli periodici)
  • Cuffie antirumore: da 3 a 4 anni; controllare tutti gli anni i cuscinetti (elasticità, pulizia, difetti) e se necessario sostituirli.

Igiene e cura

Pulire le cuffie antirumore (almeno i cuscinetti) una volta la settimana con un panno umido. Gli inserti in materiale sintetico possono essere lavati più volte a mano sotto l'acqua corrente.

È consentito ascoltare musica sul lavoro?

Ascoltare musica sul lavoro può comportare problemi poiché si rischia di non sentire un segnale di pericolo. Maggiori informazioni al riguardo sono presenti nella lista di controllo «Ascoltare musica sul posto di lavoro» (vedi link sottostante).

Norme

EN 458 Protettori dell'udito – Raccomandazioni per la selezione, l'uso, la cura e la manutenzione – Documento guida

Ulteriori informazioni

Negozio online di prodotti per la sicurezza Sapros: www.sapros.ch/protezione-udito  

Associazione svizzera di ditte per DPI: www.swiss-safety.ch   

 

I contenuti di questa pagina sostituiscono l’ex pubblicazione «Tutto quello che dovete sapere sui DPI» (codice 44091.I).