Markierungen grenzen Lagerplätz und Verkehrsweg ab

Rete di circolazione e impiantistica

  • Già nella fase di progettazione bisogna fare in modo che le vie di circolazione siano ubicate ordinatamente fissandone le priorità.
  • Per garantire la sicurezza e la scorrevolezza del traffico è bene ricorrere ai mezzi di segnalazione e demarcazione in dotazione nella circolazione stradale.

Curve

Per stabilire le curve bisogna tenere conto:

  • della massima sterzatura (raggio di curvatura) dei veicoli in dotazione;
  • dello sbilanciamento dei rimorchi rispettivamente dei carichi.

A seconda della visibilità bisogna tracciare una linea di sicurezza o di direzione (in caso di traffico in senso inverso).

Angoli

Gli angoti vanno studiati ed equipaggiati in modo da offrire una buona visibilità agli autisti dei veicoli di trasporto. Non si devono quindi collocare macchine alte, uffici, ecc. sugli angoli delle vie di circolazione. Per quanto necessario, bisogna predisporre specchi concavi (parabolici).

Sbocchi e crocevia

«Chicane» davanti a una via di circolazione.
Sbocchi

Se gli sbocchi non permettono di avere una visuale perfetta delta via di circolazione, si deve predisporre la posa di un segnale Stop.

Crocevia

Le vie di circolazione interrotte da crocevia possono essere suddivise secondo determinate priorità. Le vie di circolazione con il diritto di precedenza devono essere segnalate come tali. Le vie di circolazione secondarie devono essere contrassegnate o con il divieto di precedenza o con il segnale Stop. Per quanto necessario, occorre collocare uno specchio concavo (paraboIico).

Chicane

ln corrispondenza degli sbocchi di vie pedonali nelle strade principali vanno posate delle «chicane» (barriere deviatrici) atte a evitare che le persone possano invadere direttamente il campo stradale.

Accesso alle macchine

Accesso sicuro al posto di lavoro attraverso un passaggio secondario.

I posti di lavoro alle macchine non devono invadere le vie principali di circolazione. Le macchine vanno perciò collocate in modo che il posto di lavoro possa essere raggiunto attraverso una via di circolazione secondaria che va contrassegnata come tale e che dovrebbe avere una larghezza non inferiore a 0,8 m (vedi fig.).

Le dimensioni dei posti di lavoro, ossia le superfici di servizio, d'appoggio e di deposito, dipendono dai prodotti da lavorare e lavorati, nonché dai mezzi di produzione. Occorre fissarle in modo che tutti i lavori da eseguire alla macchina o a un'altra installazione tecnica (manutenzione compresa) possano essere fatti senza obbligare gli addetti a invadere le vie di circolazione.

La distanza di sicurezza dalla parete é di 0,5 m.

La distanza di sicurezza fra la massima sporgenza degli elementi di macchine o altre installazioni tecniche e la parete o altre parti fisse dell'edificio deve risultare tale che il lavoro possa essere svolto senza intralci. Per gli elementi di macchine o pezzi animati da moto di lavorazione (piani di lavoro, pistoni, slitte, ecc.), la distanza non deve essere inferiore a 0,5 m (vedi fig.).

Scaffali

Paraurti a un angolo dello scaffale.
Scaffali, ubicazione per l'uso manuale

Gli scaffali per pezzi, utensili, accessori, ecc. vanno ubicati in modo da evitare il più possibile di doverli usare stando su una via di circolazione con traffico di veicoli.

Protezione antiurto

I montanti delle scaffalature, quando possono essere urtati da veicoli in transito, devono essere provvisti di protezioni antiurto (vedi fig.). Il paraurti non deve essere fissato sullo scaffale stesso, ma va ancorato separatamente.

 

Binari

I binari all'interno di stabilimenti o nell'area generale di circolazione vanno posati a fìlo del pavimento.

I contenuti di questa pagina sostituiscono l’ex pubblicazione «Vie di circolazione interne aziendali» (codice 44036.i).