Libro con il simbolo della legge

Riferimenti di legge per i DPI

  • Per quanto necessario, il datore di lavoro deve mettere a disposizione dei lavoratori DPI il cui uso può essere ragionevolmente preteso.
  • Deve provvedere affinché essi siano sempre in perfetto stato e pronti all'uso.
  • Da parte sua, il lavoratore è tenuto a utilizzare i DPI messi a sua disposizione e a non comprometterne l'efficacia.
Dove sono riportate le disposizioni che disciplinano l'utilizzo dei DPI?

Le disposizioni di legge sull'utilizzo dei DPI sono riportate nelle seguenti leggi e ordinanze:

  • Legge sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF)
  • Legge sul lavoro (LL)
  • Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (OPI)
  • Ordinanza 3 concernente la legge sul lavoro (OLL 3)
  • Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr)
  • Ordinanza del Dipartimento federale dell'interno sulle misure tecniche per la prevenzione delle malattie professionali cagionate da sostanze chimiche

Il contenuto delle varie disposizioni di legge può essere riassunto come segue:

Principio

Le prescrizioni concernenti la prevenzione degli infortuni professionali e delle malattie professionali sono applicabili a tutte le aziende che occupano dipendenti in Svizzera (Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni, art. 1  ).

Il datore di lavoro è tenuto per legge a prendere tutte le misure necessarie per prevenire gli infortuni e le malattie professionali (Legge sull’assicurazione contro gli infortuni, art. 82  ).

I DPI devono essere utilizzati solo quando i rischi di infortunio o di danno alla salute non possono essere evitati o circoscritti in modo sufficiente tramite misure sostitutive, dispositivi di sicurezza o provvedimenti concernenti l'organizzazione del lavoro (Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni, art. 5  ).

A chi compete la responsabilità per l'utilizzo dei DPI?

Il datore di lavoro deve provvedere affinché tali dispositivi siano sempre in perfetto stato e pronti all'uso (Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni, art. 5   ).

Il lavoratore, dal canto suo, non deve compromettere l'efficacia delle installazioni di protezione (Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni, art. 11  ).

Chi si assume i costi dei DPI?

Il datore di lavoro sopporta le spese dei provvedimenti che deve adottare per garantire la sicurezza sul lavoro e questo vale anche per l’acquisto dei DPI (Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni, art. 90  ).

Quali sono i requisiti previsti per la sicurezza dei DPI? (Disposizioni per fabbricanti e fornitori)

L’art. 5, cpv. 1   della Legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro) esige dai fabbricanti e dai fornitori che siano rispettati i requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute. Tali requisiti sono definiti nell’allegato II del Regolamento UE sui dispositivi di protezione individuale 2016/425  .
Con la dichiarazione di conformità il fabbricante o il fornitore attesta che i DPI sono conformi al Regolamento UE 2016/425 e alle norme internazionali armonizzate. La dichiarazione di conformità deve essere presentata su richiesta delle autorità di vigilanza del mercato. A seconda della complessità dei DPI, il rispetto dei requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute deve essere confermato da diverse procedure di valutazione della conformità (vedi Regolamento UE sui dispositivi di protezione individuale, art. 19  ).

Ogni DPI deve essere accompagnato da un opuscolo informativo (manuale) che va consegnato all'acquirente.

Chi è responsabile dei DPI utilizzati da personale a prestito?

Ai sensi dell'ordinanza sulla prevenzione degli infortuni, art. 10 , l'azienda che occupa personale a prestito (impresa utilizzatrice) è considerata in primis datore di lavoro responsabile . È quindi suo compito fornire al personale a prestito i DPI necessari o assicurarsi che tali equipaggiamenti siano a disposizione. L'impresa utilizzatrice può anche stipulare un contratto in cui si stabilisce che sarà l'impresa fornitrice (agenzia di lavoro interinale) a procurare i DPI al personale a prestito. L'impresa utilizzatrice, tuttavia, ha sempre la responsabilità di imporre l'uso dei DPI e di vigilare sul rispetto di tale obbligo.

Quali sono le disposizioni vigenti per i DPI del personale ausiliario e dei collaboratori in prova?

Anche il personale ausiliario e i collaboratori in prova devono essere protetti da infortuni e malattie professionali. 

Pertanto, il datore di lavoro deve fornire i necessari DPI anche al personale ausiliario e ai collaboratori in prova. In altre parole, è tenuto ad acquistarli a sue spese. 

Dal canto suo, il datore di lavoro può chiedere la restituzione dei DPI utilizzati dal personale ausiliario e dai collaboratori che terminano il rapporto di lavoro prima della fine del periodo di prova.

I contenuti di questa pagina sostituiscono l’ex pubblicazione «Tutto quello che dovete sapere sui DPI» (codice 44091.i).