I vincitori del seif Award for integration and prevention 2015 immortalati con il premio ricevuto.

Social Entrepreneurship Initiative and Foundation

  • La Suva sponsorizza la Social Entrepreneurship Initiative and Foundation (seif) per promuovere le idee innovative in grado di offrire nuove prospettive di reinserimento nel mondo del lavoro alle persone con disabilità.
  • Il premio speciale Suva viene conferito annualmente alle aziende start up che con le loro iniziative aprono nuove vie nella prevenzione degli infortuni o nel reinserimento professionale delle persone disabili.
  • Il premio di CHF 10 000 viene assegnato ogni anno dal 2011.

Elenco dei vincitori

2015:

«Mitschaffe.ch» - seif Award for integration and prevention
«Mitschaffe.ch» è un'impresa di collocamento interinale che mette in comunicazione aziende e persone con disabilità psichica o fisica in cerca di lavoro. Si adopera per trovare ai disabili un impiego adatto alle loro capacità e possibilità e al contempo aiuta le aziende nelle questioni di ordine amministrativo e assicurativo.

2014:

«discovering hands» - seif Award for integration and prevention
discovering hands sfrutta lo straordinario senso del tatto delle donne cieche o ipovedenti che, dopo la formazione come specialista in palpazione medica, impiegano il loro talento per la diagnosi precoce dei tumori alla mammella. Il progetto persegue una politica di sviluppo delle abilità finalizzata al pieno inserimento socio-professionale e al miglioramento dell'assistenza sanitaria.

2013:

«Gartengold» - seif Award for integration
Produrre succhi utilizzando la frutta locale e promuovere la collaborazione con le persone svantaggiate o portatrici di handicap: questa l'idea alla base del progetto «Gartengold». L'iniziativa si propone un duplice obiettivo: proporre succhi dal gusto unico con la frutta che altrimenti non verrebbe consumata e creare posti di lavoro per persone con disabilità.

«Was hab' ich?» - seif Award for prevention
Medico e paziente devono potersi parlare da pari: è questa l'idea all'origine del progetto «Was hab' ich?» (Cosa ho?). Oggi i pazienti vogliono comprendere la propria malattia e partecipare alla scelta del tipo di cura. Con «Was hab' ich?» è stato creato un programma online (washabich.de) per «tradurre» i documenti medici in un linguaggio comprensibile a tutti. Medici e pazienti hanno così uno strumento che li ha aiuta a raggiungere il comune obiettivo: guarire la malattia o migliorare lo stato di salute.

2012:

«attract and kill – lotta biologica alle zecche»
Ogni anno oltre 10 000 persone si ammalano per un'infezione provocata dal morso di una zecca. Con il suo progetto Thomas Hufschmid ha sviluppato un'arma biologica per la lotta a questo parassita. Una trappola con attrattivi attira le zecche e le uccide mediante un fungo patogeno. Questo nuovo prodotto consente di ridurre in modo significativo la popolazione di zecche.

2011:

«die Sozialfirma»
La «ditta sociale» offre un posto di lavoro a persone diversamente abili, consentendo loro di reinserirsi nel mondo del lavoro. L'azienda pone al centro dell'attenzione le risorse individuali, mettendo in secondo piano le disabilità. Tutti i dipendenti sono trattati allo stesso modo in termini di retribuzione e prospettive professionali. Lo stipendio è infatti parificato a quello locale e di categoria.
Maggiori informazioni sulla Social Entrepreneurship Initiative & Foundation (seif-Swiss )