Edicola votiva che è dedicata a Santa Barbara, protettrice dei minatori.

Formazione per i lavori in sotterraneo

  • Una costante attività di formazione previene gli infortuni nei lavori in sotterraneo.
  • Il materiale didattico contiene importanti istruzioni sui principali pericoli nei cantieri sotterranei.
  • L'attività formativa eseguita va documentata nel piano di sicurezza dell'azienda.

La formazione è prevenzione

Lavorare in modo sicuro e attento alla propria salute richiede una formazione mirata e permanente. Per aiutare i responsabili di azienda in questo compito, la Suva ha realizzato una serie di strumenti didattici insieme a ditte specializzate in lavori sotterranei. Tali sussidi possono essere scaricati e stampati (fino al formato A3).

Obiettivi
  • I collaboratori conoscono i principali pericoli nei lavori in sotterraneo e sanno come comportarsi ai fini della sicurezza.
  • Prima di iniziare l'attività in cantiere, i nuovi collaboratori, anche quelli di aziende terze, vengono sensibilizzati sui principali pericoli nei lavori in sotterraneo e istruiti sul comportamento conforme alle regole di sicurezza.
  • Il datore di lavoro si assicura che le varie squadre operative ricevano la necessaria formazione sul posto di lavoro (ad es. cantiere) entro un preciso arco di tempo.
Destinatari
  • Persone che hanno appena iniziato a lavorare nei cantieri sotterranei o che vi lavorano già da tempo.
  • Formatori, ad esempio addetti alla sicurezza e superiori.
Contenuto

Il materiale didattico contiene informazioni utili sui seguenti pericoli principali:

  • restare impigliati in macchine / impianti
  • essere travolti da veicoli (traffico di cantiere)
  • inciampare
  • cadere dall'alto
  • essere colpiti da materiale in caduta
  • ferirsi maneggiando macchine o attrezzi
  • ammalarsi, ad es. a causa di polveri, prodotti chimici e agenti atmosferici
Tempo necessario
  • Da 20 a 30 minuti per unità didattica.

Consigli per i formatori

Preparazione
  • Informare i collaboratori in anticipo, a voce o per iscritto (ad es. con comunicazione all’albo o locandina), sull'attività di formazione. Fornire indicazioni concrete su argomento, data, luogo e durata. In tal modo i collaboratori possono prepararsi all’istruzione.
  • Utilizzare il materiale didattico:
    - presentazione con beamer (proiettore)
    - stampa delle immagini esplicative (sino al formato A3)
    - materiale da distribuire ai partecipanti: opuscolo «Sicurezza e protezione della salute nei lavori in sotterraneo» (vedi in basso).
Svolgimento
  • Chiedere ai collaboratori quali sono le loro esperienze quotidiane sul cantiere (problemi, situazioni pericolose ecc).
  • Sulla base del materiale didattico, spiegare come comportarsi in modo sicuro nelle situazioni di pericolo.
  • Non sommergere di informazioni i collaboratori. Realizzare il percorso formativo in più tappe.
Altri sussidi didattici
  • Guida per costruttori di gallerie: «Lavorare in sicurezza nella costruzione di gallerie» (disponibile solo in tedesco, vedi in basso)
  • Opuscolo «Sicurezza e protezione della salute nei lavori in sotterraneo»

Documentare la formazione

Ai sensi dell'art. 62  dell'Ordinanza sui lavori di costruzione (OLCostr), l'azienda deve disporre di un piano di sicurezza in forma scritta. Ecco perché è necessario documentare l'attività di formazione dei collaboratori, indicando i seguenti dati:

  • contenuto dell’istruzione
  • nome del formatore
  • data
  • luogo
  • nome dei partecipanti

Riferimento di legge

Ordinanza sulla prevenzione degli infortuni (OPI), art. 6 : Informazione e istruzione dei lavoratori