Analisi della situazione (questionario)

  • 1. Mandato, risorse
    La Direzione ha manifestato chiaramente la volontà di creare e portare avanti la gestione delle assenze?
    Chiedere alla direzione aziendale di pronunciarsi in modo esplicito a favore della gestione delle assenze. Nello stesso momento occorre chiarire anche quali risorse impiegare e a chi attribuire le responsabilità per l'attuazione.
    Molto bene. In questo caso esiste già una premessa importante per la gestione efficace delle assenze. Fare in modo che la direzione aziendale si occupi regolarmente di questo argomento anche in futuro.
  • 2. Indici
    2a. Registrare e analizzare i dati sulle assenze

    Gli infortuni, le malattie e la loro durata vengono registrati, analizzati e categorizzati sistematicamente?
    Fare in modo che le malattie, gli infortuni professionali e non professionali in azienda vengano registrati, analizzati e categorizzati sistematicamente secondo la loro frequenza e la durata.
    Molto bene. Registrare e analizzare le assenze è una premessa importante per la gestione efficace delle assenze.
  • 2b. Fissare obiettivi
    Si definiscono ogni anno nuovi obiettivi sulla base dei risultati forniti dall'analisi dei dati riferiti alle assenze?
    Fare in modo che la direzione aziendale prenda atto dei dati riferiti alle assenze e definisca obiettivi concreti e fattibili (per es. ridurre il numero delle malattie, degli infortuni professionali e nel tempo libero). Verificare se si sono raggiunti gli obiettivi; far conoscere i progressi compiuti e dove intervenire per migliorare.
    Molto bene. Il fatto di verificare se si sono raggiunti gli obiettivi quantificabili dimostra che la gestione delle assenze è una cosa fatta in modo serio.
  • 3. Interventi
    3a. Assistere i collaboratori assenti

    È stato stabilito in modo vincolante il processo di assistenza e reinserimento in caso di assenze di breve e lunga durata?
    Definire come procedere in caso di assenze di breve o lunga durata (notifica, contatto, assistenza, colloqui) e chiarire le responsabilità.
    Molto bene. Verificare periodicamente se il processo e le responsabilità fissate soddisfano ancora alla situazione e alle esigenze attuali.
  • 3b. Assistere i collaboratori durante il reinserimento
    Vi sono vari organi interni ed esterni che vengono coinvolti nel processo di reinserimento professionale (medico curante, medico di fiducia, assicuratore, case manager, AI)?
    Fare in modo che nel processo di reinserimento professionale vengano coinvolti tempestivamente tutti gli organi interessati (superiori, team, medico, assicuratore, AI).
    Molto bene. Continuate così!
  • 4. Formare e informare i quadri direttivi
    4a. Formazione

    I quadri direttivi vengono istruiti e formati opportunamente in tema di gestione delle assenze?
    Fare in modo che i quadri direttivi sappiano come gestire le assenze dei collaboratori. Fare in modo che i quadri direttivi sappiano svolgere in modo competente i loro compiti di assistenza.
    Molto bene. Continuate così!
  • 4b. Attuazione dei compiti di assistenza
    Si verifica se i quadri direttivi svolgono con competenza i loro compiti di assistenza (per es. contattare i collaboratori ammalati o infortunati)?
    Fare in modo che i quadri direttivi svolgano con competenza i loro compiti di assistenza.
    Molto bene. Continuate così!
  • 5. Informare il personale
    Si informano periodicamente i collaboratori sulle assenze, sugli obiettivi e su come comportarsi in caso di assenza?
    Informare periodicamente i collaboratori sulle assenze, sugli obiettivi e sui comportamenti pretesi in caso di assenza. Integrare queste informazioni con suggerimenti e consigli sulla prevenzione.
    Molto bene. Verificare anche se i messaggi sono stati recepiti dai collaboratori.
  • 6. Planificazione della prevenzione
    Si pianificano e si attuano le misure per prevenire gli infortuni e le malattie sulla base dei dati estrapolati dalle assenze?
    Prevenire è meglio che curare. Fare in modo di pianificare e attuare le misure per prevenire gli infortuni e le malattie sulla base dei dati estrapolati dalle assenze.
    Molto bene. Prevenire è meglio che curare.
Complimenti! Sono soddisfatte tutte le condizioni per gestire le assenze in modo efficiente. Verificare periodicamente la qualità di come vengono attuati gli aspetti menzionati nel test.
La gestione delle assenze si trova ancora nella fase iniziale. Vi invitiamo a intervenire sugli aspetti indicati nel test. Vi raccomandiamo di seguire i nostri consigli.
La gestione delle assenze si trova ancora nella fase iniziale. Vi invitiamo a intervenire sugli aspetti indicati nel test. Vi raccomandiamo di seguire i nostri consigli.

Per valutare il controllo on-line, tutte le questioni vanno risolte.