Quiz sul fair play con porta da calcetto: modello per articolo nell'Intranet o comunicazione per e-mail

Siamo lieti di fornirvi (i responsabili della prevenzione) dei modelli per la comunicazione in azienda per la vostra attività di prevenzione relativa al calcio e al fair play. Oltre che per un articolo nell'Intranet o un'e-mail, questi modelli sono adatti anche per brevi messaggi via WhatsApp  o altre servizi di messaggistica.

Il fair play non è di fondamentale importanza solamente nel calcio, ma in tutte le discipline sportive e ben oltre. Un comportamento corretto è un atteggiamento che dà buoni frutti sia nel tempo libero sia sul lavoro. Condividere le proprie riflessioni con l'interlocutore è ciò che è veramente importante. La correttezza e il fair play ci permettono sempre di fare bella figura, indipendentemente dalla situazione. Vi auguriamo buon lavoro.

Scegliete il modello adatto.

Troverete innanzitutto una proposta di testo per l'Intranet della vostra azienda o da spedire via e-mail. Abbiamo preparato due versioni per la comunicazione: una per l'inizio della stagione in agosto e una per l'inizio dei gironi di ritorno a marzo.

I dipendenti possono essere contattati in entrambi i momenti e motivati a partecipare. Il fair play è e rimane un fattore importante per la prevenzione degli infortuni e deve essere oggetto di una comunicazione regolare. Il «Quiz sul fair play» comprende più di 60 domande difficili, permette ai vostri dipendenti amanti del calcio di imparare sempre qualcosa di nuovo grazie ai contenuti interessanti e li stimola a riflettere. 

In questo modo potete motivare in modo simpatico i dipendenti a partecipare al «Quiz sul fair play». La «Porta da calcetto» può essere ordinata gratuitamente presso la Suva e comprende anche un pallone, fascette serracavo per fissare lo striscione, nastro adesivo per contrassegnare il punto da dove è possibile tirare la palla. Qui di seguito riportiamo le due proposte di testo che potete utilizzare, insieme al/la responsabile della comunicazione interna, per l'Intranet o per l'invio tramite e-mail. Vi consigliamo innanzitutto di pubblicare la news nell'Intranet in autunno o in primavera e successivamente di fissare la «Porta da calcetto» in un luogo adatto e ben frequentato, in modo che possa catturare l'attenzione dei dipendenti. Vi auguriamo buon lavoro e ottimi risultati.

Care collaboratrici e cari collaboratori,
care calciatrici e cari calciatori,
care e cari amanti degli sport di squadra,

è ora di entrare in campo. Alcuni dei nostri collaboratori giocano in società sportive, altri partecipano a partite di calcetto e di sicuro c'è chi ha un passato da calciatore. In generale, molti di voi sono probabilmente interessati al calcio. E di sicuro c'è qualcuno che non ama questo sport di squadra.

È proprio per questo motivo che crediamo che il nuovo «Quiz sul fair play» della Suva sia interessante per tutti. Anche se non tutti giocano a calcio, ciò che si verifica durante i campionati dilettanti in Svizzera riguarda direttamente o indirettamente centinaia di migliaia di persone.

Gli infortuni gravi e i comportamenti fallosi possono stravolgere la vita dei calciatori. Ogni anno si infortunano circa 45 000 calciatori. Un terzo di tutte le lesioni è causato dal fatto che in campo si gioca in modo scorretto. Tutti questi infortuni causano 500 000 giorni di assenza dal lavoro. Oltre alle sofferenze di chi rimane vittima di un infortunio, bisogna considerare anche tutti gli straordinari che i colleghi devono fare. Grazie al fair play è possibile prevenire la maggior parte degli infortuni.

Il «Quiz sul fair play» fornisce conoscenze fondamentali relative al fair play e spiega le cinque regole che ognuno di voi dovrebbe conoscere. Vi raccomandiamo di farle vostre anche da parte dell'azienda.

Durante una pausa fate il quiz sul fair play e con un po' di fortuna potreste vincere fantastici premi. Basteranno circa 5 minuti. Quiz sul fair play:

www.suva.ch/quiz-fairplay   

Quiz sul fair play

Vi auguriamo di divertirvi e di trascorrere molte ore senza infortuni sul campo. Non dimenticate che l'indomani i vostri colleghi, superiori e clienti avranno bisogno di voi in azienda. Manteniamo un comportamento corretto e rispettiamoci a vicenda, perché la vita è bella finché va tutto bene.

Cordiali saluti
(Nome cognome, funzione)

(Facoltativo se viene utilizzato anche lo striscione «Porta da calcetto»)
P.S. All'entrata (scrivere dove è stato appeso lo striscione) troverete la «Porta da calcetto» dove potrete allenarvi a colpire con la palla una delle 5 regole del fair play. Mantenete però un comportamento corretto e abbiate rispetto di chi vi sta intorno e del luogo dove vi trovate. L'importante è divertirsi durante il gioco, non chi tira più forte.

Care collaboratrici e cari collaboratori,
care calciatrici e cari calciatori,
care e cari amanti degli sport di squadra,

speriamo che il girone di andata si stato piacevole e si sia svolto senza infortuni. Siete pronti per le prossime partite? Sul campo da calcio o in palestra vi aspettano sfide interessanti e forse anche difficili. Molti di voi praticano anche altri sport con la palla in palestra e vogliono vincere. Una vittoria, però, non può andare a scapito della salute di altre persone. Le statistiche degli infortuni dimostrano che un terzo delle lesioni sui campi da calcio è dovuto a comportamenti fallosi. Secondo la Suva, per le altre discipline sportive non ci dati precisi, ma il principio è lo stesso: il fair play riduce notevolmente il rischio di lesioni e il numero degli infortuni.

È proprio per questo motivo che crediamo che il nuovo «Quiz sul fair play» della Suva sia interessante per tutti. Anche se non tutti giocano a calcio, ciò che si verifica durante i campionati dilettanti in Svizzera riguarda direttamente o indirettamente centinaia di migliaia di persone.

Gli infortuni gravi e i comportamenti fallosi possono stravolgere la vita dei calciatori. Ogni anno si infortunano circa 45 000 calciatori. Un terzo di tutte le lesioni è causato dal fatto che in campo si gioca in modo scorretto. Tutti questi infortuni causano 500 000 giorni di assenza dal lavoro. Oltre alle sofferenze di chi rimane vittima di un infortunio, bisogna considerare anche tutti gli straordinari che i colleghi devono fare. Grazie al fair play è possibile prevenire la maggior parte degli infortuni.

Il «Quiz sul fair play» fornisce conoscenze fondamentali relative al fair play e spiega le cinque regole che ognuno di voi dovrebbe conoscere. Vi raccomandiamo di farle vostre anche da parte dell'azienda.

Durante una pausa fate il quiz sul fair play e con un po' di fortuna potreste vincere fantastici premi. Basteranno circa 5 minuti. Quiz sul fair play:

www.suva.ch/quiz-fairplay   

Quiz sul fair play

Vi auguriamo di divertirvi e di trascorrere molte ore senza infortuni sul campo. Non dimenticate che l'indomani i vostri colleghi, superiori e clienti avranno bisogno di voi in azienda. Manteniamo un comportamento corretto e rispettiamoci a vicenda, perché la vita è bella finché va tutto bene.

Cordiali saluti
(Nome cognome, funzione)

(Facoltativo se viene utilizzato anche lo striscione «Porta da calcetto»)
P.S. All'entrata (scrivere dove è stato appeso lo striscione) troverete la «Porta da calcetto» dove potrete allenarvi a colpire con la palla una delle 5 regole del fair play. Mantenete però un comportamento corretto e abbiate rispetto di chi vi sta intorno e del luogo dove vi trovate. L'importante è divertirsi durante il gioco, non chi tira più forte.