Prestazioni assicurative

  • L'assicurato ha diritto a cure mediche per le conseguenze di un infortunio o di una malattia professionale, senza limiti di tempo o di importo.
  • La Suva versa fra l'altro prestazioni in contanti, ad esempio sotto forma di indennità giornaliere, rendite di invalidità e per superstiti.
  • Dopo un infortunio e le relative cure mediche, la Suva si occupa anche della riabilitazione e del reinserimento delle persone infortunate.
  • L'importo massimo del guadagno assicurato ammonta a 148 200 franchi.
Gli assicurati hanno diritto a cure mediche adeguate in seguito a un infortunio o all'insorgere di una malattia professionale. Sia le prestazioni sia i rimborsi della Suva non hanno limiti di tempo né di importo.
Libera scelta del medico
Un paziente degente in un letto di ospedale mentre stringe la mano a una persona che è venuta a trovarlo.

La persona assicurata che necessita di cure mediche può scegliere liberamente il medico, il dentista, il chiropratico, la farmacia e l'ospedale.

Nel quadro delle tariffe in vigore, la Suva rimborsa le spese per:

  • cure mediche ambulatoriali;
  • medicamenti e analisi secondo l'elenco delle specialità;
  • trattamento, vitto e alloggio in ospedale (corsia comune);
  • cure complementari o balneari prescritte dal medico.

Le spese di cura in Svizzera sono da anni in costante ascesa. La Suva riesce a contenere tale andamento grazie a un'attenta gestione dei costi.

Gestione delle spese di cura
Più qualità di vita e una guarigione migliore
La Suva si assume i costi per i mezzi ausiliari che compensano un pregiudizio fisico o funzionale (ad es. apparecchi acustici o protesi di un arto) nel quadro delle tariffe in vigore. Inoltre rimborsa le spese per mezzi e oggetti utili alla guarigione secondo l'elenco dei mezzi e degli apparecchi (EMAp).
Sostegno in caso di trasferimenti
La Suva si assume le spese dovute ai trasporti sanitari necessari e agli interventi di salvataggio in Svizzera. Per l’estero sono previsti degli importi limite.
Ritorno alla vita quotidiana e professionale

La Suva sostiene gli infortunati nella loro attività di riabilitazione.

 

La Suva è l'unico assicuratore infortuni a fornire servizi riabilitativi. Nelle sue cliniche di Bellikon e Sion cura e assiste le persone che hanno subito un infortunio grave per aiutarle a riacquistare quanto più possibile la salute e, in collaborazione con l'Assicurazione invalidità o altre istituzioni, a reinserirle nel mondo del lavoro e nella realtà quotidiana.

Fisioterapista mentre aiuta un paziente a eseguire un esercizio di riabilitazione.

Per la Suva il reinserimento professionale degli infortunati riveste un ruolo centrale. Assieme all'assistenza medica viene data grande importanza all'intero contesto umano e sociale.

Reinserimento degli infortunati
Persona che spinge un paziente su una sedia a rotelle.

Un infortunio costa caro: le prestazioni assicurative della Suva coprono anche le conseguenze di natura economica.

 

In caso di infortunio o malattia professionale le persone assicurate beneficiano non solo delle cure mediche ma anche delle prestazioni in contanti, purché siano soddisfatte le disposizioni di legge. In tal modo l'assicurato è protetto anche dalle conseguenze economiche dell'infortunio.

Indennità giornaliera

L'indennità giornaliera sostituisce il salario che non viene versato dal datore di lavoro a causa di un infortunio o di una malattia professionale. In caso di incapacità totale al lavoro l'indennità giornaliera copre l'80 per cento del guadagno assicurato.

La Suva versa l'indennità giornaliera a partire dal 3° giorno successivo all'infortunio fino al pieno recupero della capacità lavorativa o fino al momento in cui ha inizio il pagamento di una rendita di invalidità. In caso di inabilità lavorativa parziale l'indennità è ridotta proporzionalmente.

Se l'assicurato è disoccupato, l'indennità giornaliera è calcolata sulla base del salario realizzato prima di diventare disoccupato. L'indennità non può comunque essere maggiore di quella percepita dalla cassa di disoccupazione prima dell'infortunio.


Il guadagno massimo assicurato è pari a 148 200 franchi.

Rendita di invalidità

Se, a causa di un infortunio o una malattia professionale, malgrado gli sforzi di reinserimento una persona assicurata subisce una perdita di guadagno permanente, percepisce una rendita di invalidità. La rendita viene fissata quando dalle cure mediche non ci si può attendere un sensibile miglioramento dello stato di salute e dopo che si sono conclusi eventuali provvedimenti di integrazione dell'Assicurazione invalidità (AI).

La rendita di invalidità ammonta all'80 per cento del guadagno assicurato in caso di invalidità totale; se l'invalidità invece è parziale si riduce in misura proporzionale. A dipendenza di quando è accaduto l’infortunio, l’importo della rendita d’invalidità è suscettibile di subire una riduzione (al massimo del 40%), a decorrere dal raggiungimento ordinario del pensionamento AVS.

La rendita viene corrisposta mensilmente in anticipo; se il grado di invalidità subisce una notevole modifica, allora la rendita viene aumentata o ridotta proporzionalmente oppure soppressa. Quando l'assicurato raggiunge l'età dell'AVS, la rendita di invalidità non viene più modificata.

Indennità per menomazione dell'integrità

Malattie professionali e infortuni possono causare menomazioni permanenti. Nel caso di un infortunio che comporta un pregiudizio considerevole di natura fisica o mentale viene assegnata un'indennità per menomazione dell'integrità.

Si tratta di una prestazione in denaro che varia a seconda della gravità della menomazione. Tale indennità viene corrisposta indipendentemente da un'eventuale rendita di invalidità e non può superare l'importo massimo del guadagno annuo assicurato in vigore il giorno dell'infortunio.

Assegno per grandi invalidi

Se in seguito a infortunio o malattia professionale un assicurato necessita in modo permanente dell'aiuto di terzi, oltre alla rendita di invalidità riceve un assegno per grandi invalidi. Tale prestazione gli consente di pagare i servizi di sostegno necessari per compiere gli atti ordinari della vita. L'entità dell'assegno è fissata in base al grado della grande invalidità. Il ricovero in uno stabilimento di cura non dà nessun diritto a questa prestazione.

L'assegno mensile è pari ad almeno due volte, ma comunque non più di sei volte, il guadagno giornaliero massimo assicurato.

Rendita per superstiti

Se l'assicurato muore in seguito a un infortunio o una malattia professionale, i figli e il coniuge superstite hanno diritto a una rendita per superstiti.

Entità della rendita per superstiti:

  • vedova o vedovo: 40%
  • orfano di entrambi i genitori: 25%
  • orfano di un genitore: 15%
  • l'importo totale non può comunque superare il 70% del guadagno assicurato.
Coniugi divorziati

Un coniuge divorziato ha diritto alla rendita, è cioè equiparato alla vedova o al vedovo, se l'infortunato aveva l'obbligo di versargli un contributo di mantenimento. Al coniuge divorziato avente diritto spetta il 20% del guadagno assicurato, al massimo però l'importo dell'assegno di mantenimento dovuto.

Indennità di rincaro sulle rendite
Una coppia di pensionati che conversa sulla panchina di un parco.

Le rendite di invalidità e per i superstiti versate dall'assicurazione infortuni obbligatoria rimangono invariate anche dal 1° gennaio 2016.

 

L'adeguamento delle rendite  viene effettuato in base al rincaro: l'ultima modifica in tal senso risale al gennaio 2009. L'indice nazionale dei prezzi al consumo nel frattempo è diminuito e malgrado ciò l'importo delle rendite è rimasto invariato.

La Suva occupa 60 medici di circondario in sei gruppi medici regionali. Diversamente dai medici di famiglia, quelli di circondario non curano i pazienti, ma valutano in modo indipendente la situazione medica e forniscono consulenza alle persone infortunate che presentano una guarigione difficile.
Un salvagente appeso a un palo in mezzo al deserto.

SOS: emergenza all'estero? A tutti gli assicurati Suva che si trovano temporaneamente all'estero, Assistance offre assistenza medica, tutela e consulenza in caso di bisogno. I servizi includono ad esempio la segnalazione di personale medico del posto o l'anticipo delle spese di cura. In caso di urgenza basta chiamare il numero d'emergenza: +41 848 724 144.

Assistance ora è disponibile anche come app per smartphone e tablet. L'app può essere scaricata da iTunes   e da Google Playstore .

Assistance

I vantaggi di Assistance sono tutti da scoprire.

Assistance SuvaCare: assistenza medica immediata anche all'estero   

Assistance – Assistenza medica in caso d'infortunio all'estero   

Gli assicurati devono notificare un infortunio o una malattia professionale direttamente al datore di lavoro. Se lo fanno, in questo modo ottengono dalla Suva un’assistenza mirata e globale e le dovute prestazioni.

Interventi

Notifica di infortunio

In caso di infortunio o malattia professionale le persone assicurate notificano l'accaduto al datore di lavoro. Quanto prima avviene tale notifica tanto più velocemente la Suva può intervenire con un'assistenza mirata e globale e versare le necessarie prestazioni assicurative.

Il modo più rapido e semplice per i datori di lavoro di notificare un infortunio o una malattia professionale alla Suva è utilizzare l'apposito formulario elettronico.

Notifica di infortunio
Braccio ingessato di un paziente che viene tenuto dalla mano di un medico.

Materiale

Per una migliore visualizzazione utilizzare l'esportazione in PDF.