26 novembre 2020 | Comunicato stampa

A caccia di offerte per il Black Friday, ma occhio alla schiena

Quest'anno, a causa della pandemia da coronavirus, i negozi online saranno particolarmente gettonati per lo shopping natalizio. Ad aprire le danze c'è il Black Friday. Attenzione, però: se si acquista un televisore a schermo piatto facendoselo recapitare a casa, al momento della consegna bisognerà sollevare il carico in modo intelligente. Altrimenti si rischia di farsi male sul serio.

Indice

Chiunque, che si tratti di un operatore logistico, di un corriere o di un privato, dovrebbe sollevare e trasportare i pacchi pesanti con strumenti adeguati e le tecniche corrette. Altrimenti ci si può far male, e la consegna di un televisore a schermo piatto rischia di finire con un dito schiacciato, uno stiramento o nel peggiore dei casi un'ernia del disco.

Soprattutto le aziende di logistica devono far sì che i collaboratori siano ben attrezzati e che utilizzino le tecniche appropriate. Così facendo potranno evitare assenze dal lavoro. Su questo tema la Suva propone diversi opuscoli informativi  e video esplicativi, nonché un TODO_LINK

Ma anche ai privati conviene sollevare i carichi in modo intelligente, come sottolinea Christian Müller, specialista di ergonomia della Suva: «A casa, nella vita di tutti i giorni, non si pensa quasi mai all'importanza di sollevare e trasportare i carichi correttamente, preservando la salute».

L'esperto fornisce quattro consigli per trasportare pacchi pesanti dentro casa propria o portarli su dalle scale con i giusti accorgimenti.

  • 1° consiglio: indossare scarpe adatte e mettersi in posizione stabile.
  • 2° consiglio: avvicinarsi il più possibile al pacco, afferrarlo in modo sicuro (meglio se con guanti da lavoro), piegare le ginocchia nella misura necessaria e rialzarsi tenendo la schiena dritta.
  • 3° consiglio: se il pacco pesante è composto da diversi elementi a sé stanti, vale la pena trasportarne uno alla volta.
  • 4° consiglio: se i pacchi sono molto pesanti e ingombranti, è meglio chiedere aiuto

Il nostro Team ergonomia è lieto di rispondere a qualsiasi domanda relativa al trasporto corretto dei carichi o all'ergonomia sul posto di lavoro o in home office.

Per maggiori informazioni

Informazioni sul trasporto dei carichi: Movimentazione intelligente dei carichi
Video esplicativi: Prima ragiona e poi solleva!, 
Modulo di prevenzione: TODO_LINK

Chi siamo

Nata nel 1918, la Suva occupa circa 4400 collaboratrici e collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 sedi di agenzia presenti sul territorio svizzero e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico, assicura circa 130 000 imprese con due milioni di lavoratrici e lavoratori contro le conseguenze degli infortuni sul lavoro e nel tempo libero e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Su mandato della Confederazione gestisce inoltre l’assicurazione militare e l’assicurazione contro gli infortuni per le persone coinvolte in provvedimenti dell’assicurazione per l’invalidità. Il ventaglio di servizi e prestazioni della Suva comprende prevenzione, assicurazione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e distribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.