Ci manchi Tornare alla normalità grazie alla Suva

Le vittime di infortuni si ritrovano all’improvviso strappate dal proprio ambiente quotidiano e spesso si sentono abbandonate a se stesse in ospedale. Per questo parenti, amici e colleghi sono estremamente importanti per loro. Basta una breve visita per trasmettere il proprio sostegno alle persone infortunate, facendole sentire «a casa». Anche i piccoli gesti contribuiscono a dare loro forza e speranza, aiutandole a superare il momento difficile che stanno vivendo.  

Fate la vostra parte

Molti non sanno come comportarsi con una persona che ha appena subito un grave infortunio. Di seguito abbiamo raccolto alcuni consigli per agevolare il contatto in simili situazioni. Perché, anche se all’inizio sembra complicato, in fondo non è poi così difficile.

L’attore e medico Fabian Unteregger ha intervistato i passanti sul tema in questione.

Come hanno aiutato queste persone

L'aiuto del datore di lavoro

Il comportamento del datore di lavoro è fondamentale per il successo del reinserimento. Tre fattori sono particolarmente importanti:

  • contattare l’infortunato subito dopo l’incidente
  • parlare con il dipendente quando ritorna a lavorare
  • assistere il collaboratore finché si è completamente reinserito nel lavoro

Maggiori informazioni nell'opuscolo:
Il reinserimento degli infortunati 

Non permettete che si verifichino queste situazioni

Il reinserimento efficace di una persona infortunata è un grande successo per tutte le parti coinvolte. Ma sarebbe meglio se non si verificassero infortuni gravi. Qui trovate tutto ciò che serve sapere per prevenire gli infortuni sul lavoro.

Regole vitali  

Questo potrebbe interessarvi

Reinserimento professionale
Aiutare come familiari, amici o colleghi di lavoro
Gli infortunati si raccontano
saluto
La Suva è più che un'assicurazione.