La Suva premia le aziende forestali

La Suva ha assegnato oggi a Seon (AG) per la decima volta il premio „Azienda forestale esemplare“. Tre aziende forestali dei Cantoni Argovia, Grigioni e Friburgo hanno vinto il premio per il loro impegno nella sicurezza sul lavoro e nella tutela della salute. Altre due aziende del Canton Vallese e del Canton Vaud hanno ricevuto un diploma. Sebbene gli infortuni nel settore forestale siano in calo, preoccupa tuttora l’elevata frequenza infortunistica tra gli apprendisti.

L’enorme pressione sui prezzi e i costi ha indotto profondi cambiamenti strutturali nell’economia forestale. Ciò ha creato una maggiore pressione psicologica per aumentare il rendimento sul lavoro e nuovi rischi per la salute e la sicurezza dei collaboratori. La prevenzione è perciò tanto più importante e necessita dell’impegno del singolo individuo. Durante la premiazione odierna a Seon, Edouard Currat, membro della direzione Suva, si è detto molto soddisfatto che, nonostante la situazione economica sfavorevole, gli infortuni nelle aziende forestali assicurate alla Suva siano calati negli ultimi anni, e precisamente del 30 per cento rispetto a 15 anni fa. „Sono convinto che questo sia il frutto degli sforzi comuni in tema di prevenzione,“ ha dichiarato Currat. Tuttavia, anche l’anno scorso, il settore forestale si è piazzato ai primi posti rispetto ad altri settori per numero di infortuni, con 296 infortuni ogni 1000 occupati a tempo pieno. Dopo aver affrontato le misure tecniche ed organizzative, la Suva pone ora l’accento sulle misure di sicurezza individuale nel quadro della sua attività di prevenzione.
Gli apprendisti si infortunano con maggiore frequenza
L’andamento infortunistico tra gli apprendisti è superiore alla media: il 45 per cento degli apprendisti nel settore forestale ha un infortunio durante l’anno (fonte: dati statistici riferiti al settore forestale 2003). In altre parole: quasi un apprendista su due subisce un infortunio durante l’anno lavorativo. La selvicoltura si situa così ai primi posti nel confronto tra i settori economici. La Suva vuole che si dedichi maggiore attenzione alla sicurezza sul lavoro già durante la formazione e ha avanzato richieste specifiche nel corso della procedura di consultazione sulle ordinanze alla nuova Legge sulla formazione professionale. In futuro, con la collaborazione della Suva, la sicurezza sul lavoro e la tutela della salute dovranno essere parte integrante della formazione professionale. Non si trascura neppure la questione delle lezioni di educazione fisica, ad alto rischio di infortunio. In collaborazione con le agenzie Suva di Berna e della Svizzera centrale, nelle scuole professionali di Thun ed Altdorf verrà avviato un progetto pilota che mira a ridurre a lungo termine gli infortuni nelle attività ginniche degli apprendisti.
Vincitore del premio „Azienda forestale esemplare” 2006 - Aziende premiatePremi principali: ricevono 3'000 franchi ognuna
  • Forstbetriebsgemeinschaft Seon-Dürrenäsch-Teufenthal, Seon (AG)
  • Forstbetrieb Pontresina/Samedan (GR)
  • Equipe forestière de La Bourgeoisie de la Ville de Fribourg (FR)
Aziende insignite del diploma
  • Forstbetrieb Massa, Naters (VS)
  • Service des forêts, commune d’Aigle (VD)
La massima frequenza di infortuni si registra tra gli apprendisti

Il maggiore rischio d’infortunio tra gli apprendisti si spiega in parte con il fatto che l’assicurazione infortuni professionale si assume anche gli infortuni che si verificano durante le lezioni di educazione fisica o nel corso di altri eventi a cui gli apprendisti partecipano obbligatoriamente – ad esempio le Giornate sportive. La statistica sulle cause degli infortuni indica che quasi il 14 per cento degli infortuni professionali degli apprendisti tra i 18 e i 22 anni (di tutti i settori) assicurati alla Suva rientrano nella rubrica „Sport, gioco, risse“. Nel 3 per cento dei casi sono coinvolti inoltre „Attrezzi sportivi, ginnici e di gioco“. Nei restanti gruppi di lavoratori tra i 18 e i 22 anni (di tutti i settori), solo il 3 per cento degli infortuni professionali avvengono durante le attività sportive o ricreative o in seguito a risse e in meno dell’1 per cento dei casi sono coinvolti attrezzi sportivi, ginnici o di gioco.

Maggiori informazioni per i rappresentanti dei media contattando:

Barbara Salm, Public Relations, Suva, Fluhmattstrasse 1, 6002 Lucerna,
tel. 041 419 50 25, fax 041 419 60 62, email: barbara.salm@suva.ch 

Jean-Luc Alt, Relations publiques Suisse romande, Suva, 1701 Fribourg,
tel. 026 350 37 81, fax 026 350 36 23, email: jeanluc.alt@suva.ch 

* * *

In qualità di azienda autonoma di diritto pubblico, la Suva assicura oltre 100000 aziende, ossia circa 1,8 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Su incarico della Confederazione gestisce anche l'assicurazione militare. Le sue prestazioni comprendono la prevenzione, l'assicurazione e la riabilitazione. Dalla Suva i clienti possono attendersi correttezza, cortesia, competenza e orientamento ai risultati. La Suva non riceve sovvenzioni ma si autofinanzia. Gli utili vanno a beneficio degli assicurati. Nel suo Consiglio d'Amministrazione siedono i rappresentanti delle parti sociali e della Confederazione.