Conferenza stampa: prevenzione negli sport sulla neve

Alla vigilia delle vacanze sulla neve la Suva intensifica gli sforzi e propone soluzioni concrete agli sciatori e agli snowboarder in tema di prevenzione e sensibilizzazione. La campagna di prevenzione «Check the risk», rivolta agli amanti delle piste e del fuoripista, va ad integrare il nuovissimo DVD «Top 10» per l'inverno, adesso anche italiano.

Ogni anno si verificano circa 70 000 infortuni sulle piste da sci svizzere. Di questi, circa 40 000 sono assicurati nell’ambito della Legge sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF). Se un infortunio, per chi ne è vittima, significa dolore e sofferenze, sul piano della LAINF corrisponde a costi superiori a 200 milioni di franchi annui. La Suva intende sensibilizzare sciatori e snowboarder con una serie di soluzioni concrete.
Preparazione a domicilio
Lo sci e lo snowboard sono sport fisicamente molto impegnativi. Le nuove tecniche come il carving richiedono non solo una buona muscolatura a livello del busto e delle gambe, ma anche resistenza fisica ed equilibrio. La Suva ha sviluppato il DVD «Top 10» per l'inverno in lingua francese e italiana affinché tutti possano prepararsi in maniera adeguata. Il programma di allenamento propone due serie di esercizi da svolgere da soli o in coppia, a casa o in palestra, allo scopo di esercitare forza e coordinazione. Il suo utilizzo dovrebbe consentire di ridurre la frequenza e la gravità degli infortuni sulla neve.
Prudenza sulle piste
Oltre il 90% degli infortuni che si verificano sulla neve è dovuto ad una scarsa abilità o ad un'errata stima delle condizioni nevose. Questi due fattori sono strettamente correlati alla velocità. Per sensibilizzare il grande pubblico la Suva si reca sulle piste da sci per effettuare dei test di velocità, meglio noti come «Tempo events». Un concorso on-line, organizzato sul sito www.antibolides.ch, (sito in tedesco e francese), sostiene questa campagna che sorprenderà più di una persona.
Pericolo valanghe
Ogni anno in Svizzera si contano all’incirca 150 valanghe. Il bilancio è pesante: 25 morti e altrettanti feriti. Il CD interattivo «white risk», sviluppato da SuvaLiv e dall’Istituto federale per lo studio della neve e delle valanghe di Davos (SNV), è concepito come un percorso esplorativo che consente di acquisire in maniera semplice una serie di informazioni preziose sulle valanghe e su come si formano. Il sistema di navigazione, strutturato in tre livelli, consente di passare da un argomento semplice ad uno più complesso. Il CD, rivolto sia agli esperti che ai principianti, è una fonte inesauribile di informazioni e rappresenta un valido aiuto a chi intende pianificare al meglio le proprie escursioni.
Per maggiori informazioni ai giornalisti:
Jean-Luc Alt, Suva Relations publiques, rue Locarno 3, 1701 Fribourg
Tel. 026 350 37 81; fax 026 350 36 23, E-mail: jeanluc.alt@suva.ch 

* * *

La Suva è un'azienda autonoma di diritto pubblico che assicura oltre 100 000 aziende, ossia circa 1,8 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Su incarico della Confederazione gestisce anche l'assicurazione militare. Le sue prestazioni comprendono la prevenzione, l'assicurazione e la riabilitazione. Dalla Suva i clienti possono attendersi correttezza, cortesia, competenza e orientamento ai risultati. La Suva non riceve sovvenzioni ma si autofinanzia. Gli utili vanno a beneficio degli assicurati. Nel suo Consiglio d'Amministrazione siedono i rappresentanti delle parti sociali e della Confederazione.