I consigli Suva e SLF per i free rider

Molti appassionati della neve vivono il fuoripista come un’avventura. Ma dimenticano troppo spesso che rischiano di essere travolti da una valanga. Il CD interattivo white risk pubblicato da Suva e dall’Istituto federale per lo studio della neve e delle valanghe SLF spiega i pericoli del fuoripista e dello sci escursionismo.

La neve che cade in abbondanza provoca gioia in tutti gli appassionati degli sport invernali. Ma è proprio dopo una giornata di neve abbondante che il pericolo è maggiore. Il manto nevoso è instabile e basta poco a provocare una valanga. Ogni inverno si contano in media 25 morti per valanghe, quasi sempre provocate dagli sciatori o snowboarder stessi. Essere travolti da una slavina significa rischiare la vita, perché – anche se i metodi di soccorso sono migliorati parecchio negli ultimi anni – le probabilità di sopravvivere sono inferiori al cinquanta per cento.

Le regole fondamentali per chi fa fuoripista:
  1. informarsi sulla situazione meteorologica e consultare il bollettino neve e valanghe (www.slf.ch(Il link viene aperto in una nuova finestra) )
  2. valutare attentamente le condizioni della neve e del territorio, tenere d’occhio i compagni
  3. portare con sé pala e sonda, attivare l’ARVA ossia l’apparecchio di ricerca in valanga
  4. evitare le zone dove la neve si è accumulata di recente
  5. scendere una alla volta le zone pericolose e i pendii molto ripidi
  6. fare attenzione quando la temperatura aumenta nel corso della giornata
White risk per prevenire gli infortuni da valanga

Occorre tenere sempre presente che fare fuoripista significa esporsi a rischio molto alto. Per imparare a valutare meglio i pericoli, nel 2006 la Suva e SLF hanno creato un CD interattivo per la prevenzione degli infortuni da valanghe. Una tematica di per sé molto complessa che white risk affronta con un approccio didattico semplice e divertente nello stesso tempo. Numerose animazioni, foto, filmati, commenti ed esercizi illustrano efficacemente l’argomento. La navigazione autoesplicativa è suddivisa in tre differenti livelli che vanno dal semplice al complesso e questo rende il CD adatto sia ai principianti che agli sportivi esperti. Anche per chi ama fare sci escursionismo, white risk si rivela una fonte di informazioni molto utile per scegliere i percorsi.

Il CD-ROM white risk è disponibile in francese, tedesco e inglese al prezzo di 19 franchi e può essere ordinato al sito: www.suva.ch/waswo (codice 99070), presso il SLF: www.slf.ch  oppure sul sito www.whiterisk.org.

Maggiori informazioni ai giornalisti:

Angela Zobrist, Comunicazione d’impresa, Suva, Fluhmattstrasse 1, 6002 Lucerna
tel. 041 419 54 76, fax 041 419 60 62, angela.zobrist@suva.ch 

Julia Wessels, Pubbliche Relazioni, Istituto Federale per lo Studio della Neve e delle Valanghe SLF, Davos, Flüelastrasse 11, 7260 Davos
tel. 081 417 02 86, fax 081 417 01 10, wessels@slf.ch 

La Suva è un'azienda autonoma di diritto pubblico che assicura oltre 100 000 aziende, ossia circa 1,8 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Su incarico della Confederazione gestisce anche l'assicurazione militare. Le sue prestazioni comprendono la prevenzione, l'assicurazione e la riabilitazione. Dalla Suva i clienti possono attendersi correttezza, cortesia, competenza e orientamento ai risultati. La Suva non riceve sovvenzioni ma si autofinanzia. Gli utili vanno a beneficio degli assicurati. Nel suo Consiglio d'Amministrazione siedono i rappresentanti delle parti sociali e della Confederazione.

Newsletter. Abbonarsi ora all'indirizzo internet www.suva.ch/newsletter-i 

L'Istituto Federale per lo Studio della Neve e delle Valanghe SLF valuta il pericolo di valanghe e d’inverno pubblica due volte al giorno il bollettino valanghe. Inoltre svolge attività di ricerca e pubblicazione su neve, rischi di valanghe e di altri pericoli naturali e sull’ecologia alpina. L’SLF fa parte dell’Istituto di ricerca WSL e quindi del Politecnico di Zurigo.