Sentenza del Tribunale penale federale di Bellinzona

La Suva accoglie con soddisfazione le sentenze pronunciate oggi dal Tribunale penale federale di Bellinzona nel processo per le compravendite immobiliari, nel quale si è costituita parte civile.

Con la condanna di quattro accusati il Tribunale penale federale ha sostanzialmente riconosciuto l’accertamento dei fatti operato dal Procuratore federale, da cui emerge che Suva è stata vittima di comportamenti criminosi. Due quadri della Suva, tra cui l’ex responsabile del Settore immobili, hanno abusato della loro posizione di fiducia per arricchirsi illecitamente. Le parti processuali hanno ora la possibilità di impugnare la sentenza presso il Tribunale federale di Losanna.

La sentenza è per la Suva positiva e non vi è alcuna ragione per la stessa di presentare ricorso. In effetti il Tribunale penale federale ha confermato che la Suva è nuovamente legittima proprietaria di tutti gli immobili oggetto del procedimento penale.

100 000 persone beneficiano degli investimenti in immobili e in capitale

Indipendentemente dall’esito del processo, la Suva ha scorporato il Settore immobili dalla Divisione finanze, che adesso opera come divisione autonoma. Gli investimenti in immobili rientrano nella strategia della Suva. Gli utili servono a garantire nel tempo i diritti dei circa 100 000 beneficiari di rendite Suva. Accanto ai premi versati dalle aziende e dai lavoratori assicurati, gli utili da capitale sono una voce importante e fondamentale nel bilancio della Suva. Il capitale investito ammonta a circa 33 miliardi di franchi.

Grazie ai successi ottenuti nella prevenzione, all’impegno profuso nella gestione dei casi e all’oculata strategia degli investimenti, la Suva ha ridotto nel 2008 del quattro per cento i premi nell’assicurazione infortuni non professionali. Nell’assicurazione infortuni professionali i premi sono invece scesi in media del nove per cento. Gli utili vanno interamente a beneficio degli assicurati. Nel 2006 ogni assicurato ha beneficiato di un importo pari a 900 franchi.

Per informazioni ai giornalisti:

Svizzera italiana: Barbara Salm, tel. 041 419 50 25
Svizzera francese: Henri Mathis, tel. 026 350 37 80
Svizzera tedesca: Erich Wiederkehr, tel. 041 419 56 00

***

La Suva è un'azienda autonoma di diritto pubblico che assicura oltre 100 000 aziende, ossia circa 1,8 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Su incarico della Confederazione gestisce anche l'assicurazione militare. Le sue prestazioni comprendono la prevenzione, l'assicurazione e la riabilitazione. Dalla Suva i clienti possono attendersi correttezza, cortesia, competenza e orientamento ai risultati. La Suva non riceve sovvenzioni ma si autofinanzia. Gli utili vanno a beneficio degli assicurati. Nel suo Consiglio d'Amministrazione siedono i rappresentanti delle parti sociali e della Confederazione.

Newsletter. Abbonarsi ora all'indirizzo internet www.suva.ch/newsletter-i