Pubblicata la statistica dell'Assicurazione militare 2008

Rispetto all'anno precedente, nel 2007 l'Assicurazione militare ha registrato un calo dell'8,7 per cento dei casi di malattia. Il numero degli infortuni ordinari è sceso dell'1,5 per cento e, per la prima volta dopo un periodo di tre anni, mostra una tendenza al ribasso. In complesso si sono spesi 205 milioni di franchi in prestazioni assicurative.

Come si legge nella statistica dell'Assicurazione militare pubblicata dalla Suva, nel 2007 gli infortuni sono diminuiti dell'uno per cento rispetto all'anno precedente, passando a circa 32500 casi. Di questi, il 57 per cento sono cosiddetti casi bagattella occorsi ai militari di milizia, ossia infortuni o malattie liquidati durante il periodo di servizio e che causano soltanto spese di cura.

Meno malattie e infortuni

Il numero dei casi ordinari riconosciuti – tutti i casi meno quelli bagattella – è sceso del 6,4 per cento, passando a circa 12200 casi, benché nello stesso periodo i giorni assicurati siano aumentati del 3 per cento circa (grafico 1). La riduzione va ascritta principalmente ai casi di malattia (-8,7 per cento rispetto all'anno precedente). Dopo tre anni si assiste nuovamente a un calo degli infortuni (-1,5 per cento rispetto all'anno precedente).

L'attuale andamento non incide direttamente sui costi. Infatti, su 205 milioni di franchi (anno precedente 206 milioni) spesi in prestazioni assicurative, all'incirca due terzi vanno ascritti ai casi accaduti cinque o più anni or sono.

Costi di rendita ancora in calo

Oltre il 60 per cento delle prestazioni versate dall'Assicurazione militare sono imputabili alle rendite. Nel 2007 erano 125 milioni su 205 milioni di franchi. 52 milioni di franchi sono stati pagati per le spese di cura e 28 milioni per le indennità giornaliere (grafico 2).

La riduzione di 2,1 milioni di franchi alla voce rendite (-1,6 per cento rispetto all'anno precedente) è dovuta a determinati adeguamenti intervenuti nelle rendite, ma soprattutto alla riduzione del numero di beneficiari di rendita. Infatti, se consideriamo il bilancio demografico, si osserva che da qualche tempo il numero dei beneficiari di rendita d'invalidità deceduti supera il numero di coloro che percepiscono una nuova rendita. Questa tendenza resterà costante anche nei prossimi anni. Lo stesso fenomeno si manifesta anche per quanto concerne le rendite ai supersiti.

L'Assicurazione militare è gestita dalla Suva

Dal 1° luglio 2005 la gestione dell'Assicurazione militare è affidata alla Suva. Il cambio di gestione non ha influito sulle prestazioni assicurative. L'Assicurazione militare resta infatti un'assicurazione sociale specifica, i cui compiti sono fissati per legge.

Copertura assicurativa

L'Assicurazione militare assicura chiunque compia un servizio di mantenimento della sicurezza o della pace per conto della Confederazione. Si tratta per lo più di militari di milizia, di persone che prestano servizio civile o di appartenenti alla protezione civile. Tra gli assicurati figurano anche chi partecipa ad azioni di mantenimento della pace della Confederazione e i componenti il Corpo svizzero di aiuto umanitario. L'Assicurazione militare conta anche assicurati a titolo professionale (militari di professione, istruttori della protezione civile). Quando vanno in pensione, i militari professionisti possono decidere di conservare l'assicurazione obbligatoria contro le malattie presso l'AM. L'Assicurazione militare copre qualsiasi danno alla salute fisica, psichica o mentale subito dall'assicurato durante il servizio militare o gli interventi effettuati, indipendentemente dal fatto che il danno sia stato causato da malattia o da infortunio.

Maggiori informazioni ai media:

Erich Wiederkehr, Suva, Comunicazione d'impresa, Fluhmattstrasse 1, 6002 Lucerna, tel. 041 419 56 23, erich.wiederkehr@suva.ch@suva.ch 

Henri Mathis, Suva, Communication d'entreprise, Rue de Locarno 3, 1701 Fribourg, tel. 026 350 37 80, henri.mathis@suva.ch 

Alois Fässler, Suva, Settore statistica, Fluhmattstrasse 1, 6002 Lucerna, tel. 041 419 56 98, alois.faessler@suva.ch 

L'edizione 2008 della Statistica dell'Assicurazione militare è disponibile gratis in francese o tedesco al sito internet: www.suva.ch/waswo, codice 4514.d/f(08).

Per ulteriori informazioni:www.suva.ch/assicurazione-militare  

La Suva è un'azienda autonoma di diritto pubblico che assicura oltre 100 000 aziende, ossia circa 1,8 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Su incarico della Confederazione gestisce anche l'assicurazione militare. Le sue prestazioni comprendono la prevenzione, l'assicurazione e la riabilitazione. Dalla Suva i clienti possono attendersi correttezza, cortesia, competenza e orientamento ai risultati. La Suva non riceve sovvenzioni ma si autofinanzia. Gli utili vanno a beneficio degli assicurati. Nel suo Consiglio d'Amministrazione siedono i rappresentanti delle parti sociali e della Confederazione.

Newsletter. Abbonarsi ora all'indirizzo internet www.suva.ch/newsletter-i