Un volto nuovo nella Direzione della Suva

Il 24 giugno il Consiglio federale ha nominato Felix Weber, 42 anni, licenziato in economia HSG, nuovo membro della Direzione della Suva. Dal 1° gennaio 2009, Weber prende il posto del dott. iur. Willi Morger che andrà in pensione a fine anno.

Il Consiglio federale ha nominato il nuovo direttore su proposta del Consiglio d'amministrazione della Suva. Felix Weber, 42 anni, ha conseguito il licenziato in economia HSG nel 1991 all'Università di San Gallo con specializzazione in gestione dei rischi e assicurazione. Per un decennio ha ricoperto varie funzioni direttive nel Gruppo assicurativo Zurich. Nel 2003 è passato alla Concordia Assicurazione svizzera malattie e infortuni di Lucerna dove ha assunto la responsabilità del Settore Distribuzione. Dal 2005 fa parte del Comitato direttivo ed è responsabile dell'Unità Aziendale Mercato. In questa funzione, a Felix Weber compete la responsabilità globale per i clienti privati e commerciali nonché del marketing (sviluppo prodotti e comunicazione). Fa inoltre parte della Commissione strategia e investimenti della Direzione.

Prestazioni assicurative e riabilitazione

Alla Suva Felix Weber assumerà la direzione del Dipartimento prestazioni assicurative e riabilitazione dal 1° gennaio 2009 e succederà a Willi Morger che andrà in pensione alla fine dell’anno. Nella sua nuova funzione, Felix Weber dirigerà inoltre l'assicurazione militare e le due cliniche di riabilitazione della Suva a Bellikon (AG) e Sion (VS). Tra i compiti essenziali vi sarà quello di consolidare il reinserimento professionale degli infortunati nell'ambito del new case management (NCM), che si è rivelato uno strumento molto efficace. Infatti, dal 2003 il NCM ha permesso di ridurre sensibilmente il numero delle nuove rendite e i costi di rendita della Suva. I successi ottenuti nella riabilitazione, unitamente alla prevenzione efficace, alla gestione accorta dei capitali investiti e alla conduzione efficiente dell'attività assicurativa hanno contribuito in modo decisivo a far sì che la Suva possa ancora una volta ridurre i premi nel 2009.

Willi Morger ha creato un nuovo benchmark

Willi Morger lascia la Suva alla fine dell'anno dopo esser entrato a far parte della Divisione giuridica nel 1971 e della Direzione nel 1989. In questa funzione ha svolto un ruolo chiave nella costituzione del new case management (NCM). Con questo progetto innovativo, che prevede un'assistenza globale agli infortunati, la Suva ha fissato un nuovo benchmark di riferimento a livello europeo. Willi Morger è stato una figura decisiva nella costituzione del Forum europeo dell'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro nel 1992 e di cui è stato presidente nel 1999 e 2007. Altre imprese a cui ha contribuito in maniera sostanziale sono l’istituzione della clinica di riabilitazione della Suva a Sion (inaugurata nel 1999), l'integrazione dell'assicurazione militare nella Suva nel 2005 e la creazione del tariffario Tarmed (in vigore dal 2003). Un progetto, quest'ultimo, che ha diretto come presidente della Commissione tariffe mediche.

I giornalisti che desiderano maggiori informazioni possono contattare

Erich Wiederkehr, Unternehmenskommunikation, Fluhmattstrasse 1, 6002 Luzern,
Tel. 041 419 56 23, erich.wiederkehr@suva.ch@suva.ch 

Henri Mathis, Communication d’entreprise, Rue de Locarno 3, 1701 Fribourg,
Tel. 026 350 37 80, henri.mathis@suva.ch 

La Suva è un'azienda autonoma di diritto pubblico che assicura oltre 100 000 aziende, ossia circa 1,9 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Su incarico della Confederazione gestisce anche l'assicurazione militare. Le sue prestazioni comprendono la prevenzione, l'assicurazione e la riabilitazione. Dalla Suva i clienti possono attendersi correttezza, cortesia, competenza e orientamento ai risultati. La Suva non riceve sovvenzioni ma si autofinanzia. Gli utili vanno a beneficio degli assicurati. Nel suo Consiglio d'Amministrazione siedono i rappresentanti delle parti sociali e della Confederazione.

Newsletter. Abbonarsi ora all'indirizzo internet www.suva.ch/newsletter-i