Suva e SLF: «white-risk» per contrastare gli infortuni da valanghe

Imparare a valutare correttamente i rischi sulla neve Fare fuoripista significa rischiare di essere travolti da una slavina. In media muoiono 25 persone l'anno per colpa di una valanga. Per limitare i rischi, la Suva e il WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF hanno creato il CD didattico interattivo «white-risk»che da anni ottiene un grande successo di pubblico: dal 2006 se ne sono vendute 35 000 copie. Adesso è possibile scaricare il CD anche da internet.

Più ci si avventura fuori pista più aumenta il rischio di essere travolti da una valanga. Negli ultimi trenta anni in Svizzera si sono contati 130 incidenti da valanghe all'anno. Le statistiche dell'SLF svelano che, su cinque persone investite da una valanga, se ne salvano soltanto quattro. La speranza di sopravvivere scende invece al cinquanta per cento se si finisce sotto la coltre di neve. Per ridurre il rischio è importante avere le necessarie competenze e adottare comportamenti sicuri sulla neve. È quello che si propone di insegnare il CD interattivo «white-risk» con preziose informazioni a tale proposito. Per acquisire la necessaria esperienza sul campo è molto utile affidarsi a una persona esperta, ad esempio una guida alpina.

Negli ultimi anni il numero delle persone decedute per valanghe è rimasto costante nonostante il forte incremento di chi pratica fuoripista o sci escursionismo. Un'evoluzione positiva che sicuramente è anche merito delle molte misure di prevenzione attuate.

Spiegare in modo divertente il fenomeno valangh

Il rischio di valanghe è in funzione delle condizioni meteorologiche, della neve, del terreno e dei comportamenti di chi pratica gli sport sulla neve. Insegnare a valutare correttamente questi fattori è l'obiettivo dichiarato di «white-risk». Il CD affronta l'argomento complesso con un percorso didattico esplorativo e spiega il fenomeno valanghe con parole semplici e ricorrendo a numerose animazioni, foto, filmati ed esercizi pratici. La navigazione autoesplicativa prevede tre livelli, da quello più semplice per i principianti al terzo livello pensato per i più esperti. Il CD è una preziosa fonte di informazioni e un'utile guida per chi intende praticare il fuoripista o lo sci escursionismo in sicurezza.

«white-risk» può essere utilizzato sia in corsi di formazione sia in ambito privato. Il CD costa 19 franchi e si può ordinare sui seguenti siti internet: Suva www.suva.ch/waswo/99070, SLF www.slf.ch   oppure www.whiterisk.ch.

Nell'inverno 2007/2008 sono morte undici persone per colpa di una valanga. Il numero degli incidenti mortali varia fortemente di anno in anno. Anche il rapporto tra sci escursionisti e freerider vittime di un infortunio mortale è in funzione di fattori stagionali. Negli ultimi anni sono notevolmente aumentati gli appassionati della neve che praticano il fuoripista mentre il numero degli incidenti provocati da valanghe è diminuito leggermente. Maggiori informazioni sulla campagna di prevenzione che la Suva dedica agli sport sulla neve: www.suva.ch/sportneve. Statistica infortuni e informazioni sulla prevenzione delle valanghe: www.slf.ch  .
I giornalisti che desiderano maggiori informazioni possono contattare
Angela Zobrist, Comunicazione d'impresa, Suva, Fluhmattstrasse 1, 6002 Lucerna
tel. 041 419 54 76, angela.zobrist@suva.ch 

Julia Wessels, Comunicazione, SLF, Flüelastrassse 11, 7260 Davos Dorf
tel. 081 417 02 86, fax 081 417 01 10, wessels@slf.ch 


La Suva è un'azienda autonoma di diritto pubblico che assicura oltre 100 000 aziende, ossia circa 1,9 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Su incarico della Confederazione gestisce anche l'assicurazione militare. Le sue prestazioni comprendono la prevenzione, l'assicurazione e la riabilitazione. Dalla Suva i clienti possono attendersi correttezza, cortesia, competenza e orientamento ai risultati. La Suva non riceve sovvenzioni ma si autofinanzia. Gli utili vanno a beneficio degli assicurati. Nel suo Consiglio d'Amministrazione siedono i rappresentanti delle parti sociali e della Confederazione.

Newsletter. Abbonarsi ora all'indirizzo internet www.suva.ch/newsletter-i  
Il WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF di Davos fa parte dell'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL) e quindi del Politecnico federale. Tra i suoi compiti rientrano le attività di ricerca e servizi nel campo della neve, dei pericoli naturali e dell'ecosistema alpino. Il servizio più conosciuto è sicuramente il bollettino delle valanghe, che è pubblicato due volte al giorno durante la stagione invernale (da novembre a maggio). Il bollettino è uno strumento indispensabile per le autorità e i responsabili preposti alla sicurezza nelle località sciistiche ma anche per le guide alpine e gli appassionati della montagna. Oggi l'Istituto, che ha la propria sede a Davos, conta circa 120 collaboratori tra ricercatori, tecnici e personale amministrativo, apprendisti, praticanti e laureandi. Maggiori informazioni sull'SLF e il bollettino delle valanghe al sito: www.slf.ch  .