Sport sulla neve: prevenire gli infortuni con l'iPhone

«Slope Track» è il nuovo strumento ideato dalla Suva per prevenire gli infortuni negli sport invernali. Si tratta di un'applicazione gratuita che mostra agli sportivi, dopo ogni discesa, a quale velocità sono andati e a quali pericoli devono fare attenzione. La Suva presenterà la nuova applicazione in occasione degli eventi sulla neve organizzati in 17 diverse località sciistiche della Svizzera.

^Oggi l'iPhone è un oggetto che ci accompagna nella nostra quotidianità. «There is an App for that» non è solo uno slogan pubblicitario, ma qualcosa di più. La Suva ha deciso di cavalcare questo trend allo scopo di evitare gli infortuni sulle piste da sci e in collaborazione con la società atfront ha sviluppato un'applicazione, la «Slope Track», scaricabile gratuitamente dallo store iTunes. Questa mostra agli sciatori e agli snowboarder non solo il percorso già fatto e il dislivello, ma anche la velocità di discesa e mette in guardia gli utenti sui possibili rischi. Gli sportivi della neve possono quindi avere un'idea concreta del loro comportamento sulle piste. Grazie alla collaborazione con Svizzera Turismo, l'applicazione fornisce anche molte informazioni sulle località sciistiche e sulle condizioni della neve. È possibile visualizzare anche dei manuali di primo soccorso, i numeri di emergenza e le coordinate del punto in cui si trova lo sportivo.
Eventi sportivi con App e GPS
Per sensibilizzare gli utenti nei confronti dei pericoli legati alla velocità, la Suva organizza regolarmente degli eventi sportivi sulle piste. Lo scopo è mostrare come si può adeguare la velocità di discesa alle proprie capacità e alle condizioni delle piste. La nuova applicazione «Slope Track» sarà presentata in anteprima a questi eventi. Chi non possiede un iPhone, potrà ricevere in alternativa un apparecchio GPS con il quale registrare le proprie discese. Poi, in un colloquio individuale si esaminerà la differenza tra l'autovalutazione e la velocità effettivamente misurata con l'obiettivo di migliorare la sensibilità individuale nei confronti della velocità. Samuli Aegerter, responsabile alla Suva delle campagne dedicate agli sport sulla neve: «I partecipanti possono rendersi conto direttamente sulle piste di quanti metri hanno bisogno per reagire ad un imprevisto ed evitare un pericolo». Il primo evento sportivo sulla neve avrà luogo il 25 e il 26 dicembre a Elm, nel canton Glarona.
Ridurre i costi grazie alla prevenzione
Ogni anno sulle piste da sci svizzere si infortunano 70 000 persone, di cui 36 000 svolgono una professione e sono pertanto assicurate secondo LAINF. Questi 36 000 infortuni costano ogni anno 240 milioni di franchi. L'attività di prevenzione della Suva è volta a contrastare gli infortuni sulla neve e a ridurre i costi d'infortunio. A beneficiarne sono in ultima istanza tutti gli assicurati, poiché minori costi si traducono in premi più bassi.
Gli eventi 2010/2011 targati Suva
2010
25-26 dicembre Elm GL
27-28 dicembre Wildhaus SG
29 dicembre Charmey FR
30 dicembre Lac Noir FR
2011
2-3 gennaio Corvatsch GR
8-9 gennaio Riederalp VS
15-16 gennaio Meiringen-Hasliberg BE
22-23 gennaio Grindelwald BE
29-30 gennaio Lenk BE
5-6 febbraio Melchsee Frutt OW
12-13 febbraio Engelberg OW
19-20 febbraio Savognin GR
26-27 febbraio Acquarossa Leontica TI
5-6 marzo Villars VD
8 marzo

Ovronnaz

VS
10 marzo Nax VS
12-13 marzo Thyon VS
Per ulteriori informazioni sulla campagna di prevenzione Suva dedicata agli sport sulla neve: www.suva.ch/sportneve.
Prestazioni a rischio con la revisione LAINF
Nel quadro dell'attuale revisione della legge federale sull'assicurazione contro gli
infortuni, la commissione incaricata dell'esame preliminare in seno al Consiglio nazionale ha deciso di tagliare le prestazioni dell'assicurazione obbligatoria. Questo giro di vite è tanto più discutibile se si pensa che l'assicurazione infortuni funziona eccellentemente, poggia su solide basi finanziarie e non ha alcun bisogno di essere risanata. Nella sessione autunnale 2010 il Consiglio nazionale ha deciso di rinviare la revisione al Consiglio federale. Resta da vedere se il Consiglio degli Stati arriverà alla stessa conclusione.
Informazioni ai giornalisti:
Angela Zobrist, Comunicazione d'impresa Suva,
Tel. 041 419 54 76, angela.zobrist@suva.ch
Operante dal 1918, oggi la Suva occupa 3000 collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 19 agenzie sul territorio nazionale e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. È un'azienda autonoma di diritto pubblico che assicura 115 000 imprese, ovvero 2 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Dal 2005 gestisce anche l'assicurazione militare su mandato del Consiglio federale. Le prestazioni comprendono assicurazione, prevenzione e riabilitazione. La Suva ha un volume premi di 4,2 miliardi di franchi. Si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e ridistribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio d’amministrazione sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.