Ridurre le cadute in piano con il footbag

Il 60 per cento degli svizzeri si muove poco. Le conseguenze? Malattie cardiocircolatorie, perdita di tono muscolare, difficoltà di equilibrio e quindi maggior rischio d'infortunio da cadute in piano. Perciò la Suva avvia il nuovo programma di allenamento «footbag» per migliorare soprattutto l'equilibrio.

Stare in equilibrio per 30 secondi su una gamba con il footbag, ossia una pallina di stoffa, appoggiato sull'altro piede. Questo è uno degli esercizi contemplati dal nuovo programma per migliorare l'equilibrio sviluppato dalla Suva. Il maggior assicuratore infortuni svizzero reagisce alla crescente diffusione del lavoro sedentario. I lavoratori si muovono sempre di meno a scapito della loro tonicità muscolare e capacità di equilibrio. Con conseguenze molto negative per la salute. Infatti, le assicurazioni infortuni registrano ogni anno 295 000 persone che si fanno male cadendo perché scivolano o inciampano. Di queste, 155 000 svolgono un'attività lavorativa e sono dunque assicurate secondo la LAINF. I costi per gli assicuratori ammontano a 950 milioni di franchi. Migliorare la capacità di equilibrio e la tonicità muscolare delle gambe evita di perdere l'equilibrio quando si scivola o si inciampa e quindi previene le cosiddette cadute in piano. È su questo aspetto che la Suva interviene con il suo programma di allenamento che si rivolge a persone e aziende.
Migliorare la forza e l'equilibrio è un gioco
Il programma della Suva comprende una serie di esercizi volti a migliorare la forza e l'equilibrio, da svolgere con una pallina di stoffa riempita di sabbia o granuli, il cosiddetto «footbag». Dato che non richiedono molto spazio o attrezzi particolari, gli esercizi si possono fare sul posto di lavoro o comodamente a casa. Sandra Mathis, responsabile della campagna: «Eseguire regolarmente gli esercizi aiuta a rafforzare i muscoli e a migliorare l'equilibrio». L'ideale sarebbe di compiere qualche esercizio al giorno.
Parte della campagna «inciampare.ch»
Il nuovo programma rientra nella campagna «inciampare.ch» lanciata nel 2010 e che si protrae per un periodo di cinque anni. Con una serie di iniziative di prevenzione, la Suva si propone di ridurre le cadute in piano e sensibilizzare al problema sia le aziende assicurate che il grande pubblico. Diminuire gli infortuni significa non solo evitare dolore e sofferenze, ma anche abbassare i costi. A beneficiare di queste economie di costi sono gli stessi assicurati della Suva, sotto forma di riduzioni di premio.
Non solo per i giovani
A partire da trent’anni il tono muscolare e la capacità di equilibrio vanno progressivamente scemando. Chi si allena regolarmente può ritardare questo fenomeno naturale. È importante mantenere il più a lungo possibile la forza e l'equilibrio – fosse anche solo in via preventiva, cioè per ristabilirsi in tempi più rapidi dopo un eventuale infortunio. Perciò il nuovo programma è adatto anche agli anziani e non solamente ai giovani.
Il programma si accompagna a uno studio scientifico
Per verificare l'utilità del programma, la Suva ha collaborato con l'università di Basilea: uno studio preliminare ha considerato un gruppo di impiegati che esercitano un'attività prevalentemente sedentaria. Per alcune settimane hanno effettuato gli esercizi del programma sul posto di lavoro. Quindi hanno interrotto l'allenamento per otto settimane. Si è constatato che la forza e l'equilibrio erano notevolmente migliorati dopo le otto settimane. Come previsto, la forza muscolare si è tuttavia ridotta una volta abbandonati gli allenamenti. Invece la capacità d'equilibrio ha continuato a migliorare. I ricercatori sono quindi giunti alla conclusione che per mantenere la forza muscolare è necessario continuare ad allenarsi con costanza, cosa che invece non occorre fare per l'equilibrio: certo, eseguire con regolarità gli esercizi migliora le doti di equilibrio, ma gli effetti benefici persistono anche se non ci si allena per alcune settimane.
Seconda indagine in collaborazione con l'impresa Implenia Bau AG
Nell'ambito del programma «In forma sul lavoro» la Suva verifica l'efficacia del nuovo programma «footbag» sui collaboratori di Implenia Bau AG. I protagonisti dello studio sono operai edili abituati a lavori molto faticosi. Dall'inizio di febbraio eseguono alcuni esercizi con il «footbag» prima di cominciare a lavorare sul cantiere. L'obiettivo dello studio condotto in cooperazione con l'Università di Basilea è di verificare se anche per questo gruppo di persone gli esercizi servono a migliorare le condizioni fisiche. I risultati verranno pubblicati il prossimo autunno.
Ordinare il set footbag

Per ordinare il nuovo programma di esercizi, footbag compreso: Suva, Servizio clienti, casella postale, 6002 Lucerna, fax: 041 419 59 17 oppure al sito Internet: www.suva.ch/waswo  (codice 88263.i).

Gli esercizi del programma sono disponibili anche su www.youtube.com/suvasvizzera  oppure si possono scaricare dall'App Store o nell'Android Market digitando «footbag».

Informazioni per i giornalisti:

Angela Zobrist, Comunicazione d'impresa,
tel. 041 419 54 76, angela.zobrist@suva.ch

 

Operante dal 1918, oggi la Suva occupa 3000 collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 agenzie sul territorio nazionale e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. È un'azienda autonoma di diritto pubblico che assicura 115 000 imprese, ovvero 2 milioni di lavoratori e disoccupati, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Dal 2005 gestisce anche l'assicurazione militare su mandato del Consiglio federale. Le prestazioni comprendono assicurazione, prevenzione e riabilitazione. La Suva ha un volume premi di 4,3 miliardi di franchi. Si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e ridistribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio d’amministrazione sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.