Maggiore sicurezza per i giovani lavoratori

I giovani lavoratori registrano un tasso d'infortunio maggiore rispetto a chi ha più esperienza alle spalle. Per contrastare questa tendenza la Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro ha affidato una missione agli ispettorati cantonali del lavoro e alla Suva. Entrambi dovranno realizzare una campagna di prevenzione pluriennale a tutela di questa specifica categoria di lavoratori.

La statistica più recente sugli infortuni rivela che negli scorsi anni il rischio d'infortunio tra i giovani lavoratori è stato in media più elevato rispetto agli altri assicurati LAINF. La CFSL ha quindi incaricato la Suva e SAFE AT WORK, il marchio creato dagli ispettorati cantonali del lavoro e dalla SECO, di lanciare una campagna pluriennale allo scopo di ridurre il numero degli infortuni tra i giovani.

Due approcci, un unico obiettivo
Entrambe le campagne di prevenzione prenderanno avvio nel prossimo autunno e seguiranno due approcci complementari. La Suva avrà il compito di mantenere un filo diretto con i settori professionali e i formatori garantendo che i giovani lavoratori sappiano quando dire STOP in caso di pericolo e quando riprendere i lavori. SAFE AT WORK si rivolgerà direttamente ai giovani tramite i social network e i canali on-line. Queste due strategie complementari vogliono far sì che i giovani parlino di sicurezza e abbiano le conoscenze giuste per affrontare i rischi sul lavoro. L'obiettivo rientra sempre nell'ottica globale della «Visione 250 vite», il cui scopo è impedire gli infortuni mortali e i casi di invalidità grave.

Informazioni per i giornalisti:
SAFE AT WORK
Daniel Stuber, consulente in comunicazione CFSL
Tel: 026 350 36 57, daniel.stuber@ekas.ch 

Suva
Serkan Isik, comunicazione d'impresa
Tel. 041 419 65 14, serkan.isik@suva.ch 

I compiti della CFSL
La Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro funge da interfaccia tra i vari attori nel campo della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute. Essa si occupa dell'applicazione uniforme delle norme concernenti la sicurezza nelle imprese, coordina la distribuzione delle risorse e promuove la collaborazione tra gli ispettorati cantonali del lavoro, la SECO, la Suva e le organizzazioni specializzate, puntando sempre ad un efficace partenariato. Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina Internet www.cfsl.ch  (Il link viene aperto in una nuova finestra) .

«Visione 250 vite»
Il lavoro in quota, lungo le arterie stradali, nell'edilizia e nel settore forestale è legato ad elevati rischi. In un anno, in Svizzera, gli infortuni professionali con conseguenze mortali sono circa 100. La Suva e SAFE AT WORK si sono imposti l'obiettivo di dimezzare questo numero preservando così 250 vite. La Suva e SAFE AT WORK intendono realizzare questo ambizioso progetto con una strategia articolata in due filoni di attività: da un lato una maggiore pressione da parte degli organi d'esecuzione per la realizzazione di misure di sistema, dall'altro una maggiore opera di sensibilizzazione sulle cause d'infortunio per indurre nuovi comportamenti. Questi progetti sono realizzati in stretta collaborazione con le parti sociali, le scuole professionali e i centri di formazione.