Molti più infortuni all'estero

Nel 2014 gli assicuratori infortuni hanno registrato complessivamente 796 696 infortuni professionali e non professionali. Il loro numero è leggermente sceso rispetto all'anno precedente nonostante l'incremento dell'occupazione. Nell'ultimo decennio il numero degli infortuni verificatisi all'estero è fortemente aumentato e ormai supera i 60 000 casi annui. I dati emergono dall'ultima analisi del Servizio centrale delle statistiche dell'assicurazione contro gli infortuni LAINF (SSAINF), gestito dalla Suva.

Nel 2014 gli infortuni nell'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni hanno segnato una leggera flessione rispetto all'anno precedente. La diminuzione è avvenuta nonostante il nuovo incremento dell'occupazione (+1,7 per cento secondo i dati dell'Ufficio federale di statistica) e ha riguardato sia gli infortuni professionali sia quelli occorsi nel tempo libero. Il numero degli infortuni che hanno coinvolto i disoccupati e le persone in cerca di impiego è aumentato. Nel 2014 il numero complessivo degli infortuni è sceso dello 0,5per cento. A questo andamento hanno contribuito le attività di prevenzione e il progressivo espandersi del terziario in Svizzera, con conseguente aumento delle persone attive in rami professionali con un minore rischio di infortunio.

Statistica infortuni LAINF (occupati e persone in cerca di impiego)
2014 2013 Variazione
Infortuni professionali 268 154 268 924 -0,3 %
Infortuni nel tempo libero 513 254 516 730 0,7 %
Infortuni subiti da persone in cerca di impiego 15 288 14 775 +3,5 %
Totale
796 696 800 429 -0,5 %
L'8 per cento degli infortuni si verifica all'estero

Dall'introduzione della libera circolazione delle persone nel 2002 il numero degli infortuni all'estero è costantemente salito fino a raggiungere i 60 000 casi annui, ossia il 50 per cento in più rispetto ai circa 40 000 casi registrati annualmente dalla seconda metà degli anni Novanta al volgere del secolo. L'aumento ha toccato nella stessa misura le persone domiciliate in Svizzera e quelle residenti all'estero.
Gli infortuni all'estero si sono verificati prevalentemente nei paesi limitrofi Francia (2013: 18 600), Germania (2013: 10 200), Italia (2013: 9200) e Austria (2013: 5700). In circa la metà dei casi sono coinvolti frontalieri che abitano in un Paese confinante e che lavorano in Svizzera e sono pertanto assicurati contro gli infortuni professionali e non professionali in Svizzera. In Austria, la quota degli infortuni di cui sono stati vittima i frontalieri è tuttavia solo del 15 per cento circa. In Francia è per contro di oltre il 60 per cento. Gli infortuni all'estero hanno avuto luogo soprattutto nel tempo libero.
L'altra metà degli infortuni verificatisi nei Paesi limitrofi ha riguardato persone domiciliate in Svizzera e che in questi Paesi trascorrono le vacanze o comunque una parte più o meno rilevante del loro tempo libero.
L'elenco dei Paesi non confinanti con la Svizzera è guidato dalla Spagna, con circa 2600 infortuni. Il dato è probabilmente ascrivibile al fatto che la Spagna è una delle più popolari destinazioni turistiche degli svizzeri. Nella classifica seguono Thailandia, Portogallo, Turchia, Stati Uniti e Grecia. Il 76 per cento di questi infortuni riguarda cittadini svizzeri.

Ordinare la nuova statistica degli infortuni

Il Servizio centrale delle statistiche dell’assicurazione contro gli infortuni (SSAINF), gestito dalla Suva, pubblica ogni anno la statistica sugli infortuni LAINF su incarico del Gruppo di coordinamento delle statistiche dell’assicurazione contro gli infortuni LAINF (CSAINF). La statistica sintetizza i risultati degli attuali 29assicuratori LAINF che tutelano i lavoratori dipendenti contro gli infortuni sul lavoro e nel tempo libero nonché contro le malattie professionali. La statistica considera inoltre i risultati dell'assicurazione infortuni obbligatoria per disoccupati, la cui gestione è affidata alla Suva. L'edizione 2015 è disponibile su carta e online in francese o tedesco. Per ordinare la versione cartacea gratuita: Servizio centrale delle statistiche dell’assicurazione contro gli infortuni, c/o Suva, Fluhmattstrasse 1, 6002 Lucerna. Maggiori informazioni (in tedesco e francese): www.unfallstatistik.ch  

Informazioni per i giornalisti
  • Takashi Sugimoto

    Portavoce e addetto stampa (tedesco)