Nominato il nuovo responsabile della Divisione tariffe mediche

Nella sua seduta del 19 maggio 2017 la Commissione del Consiglio della Suva ha nominato Andreas Christen nuovo responsabile della Divisione tariffe mediche. Andreas Christen succede a Denise Rüegg, che rimane alla Suva in una nuova funzione nello staff della Direzione.

Andreas Christen conosce molto bene il settore assicurativo e assume la guida della Divisione tariffe mediche della Suva. Questa divisione sostiene nelle questioni tecniche gli addetti alle spese di cura dislocati nelle agenzie. I 17 collaboratori lavorano nello stesso tempo per il Servizio centrale delle tariffe mediche LAINF (SCTM), che è gestito dalla Suva e su incarico di tutti gli assicuratori infortuni tratta le tariffe ospedaliere e ambulatoriali con i fornitori di prestazione.

Andreas Christen (46 anni) abita a Gisikon, è sposato e ha un figlio. È impiegato di commer-cio diplomato e ha conseguito una laurea in amministrazione aziendale. Ha inoltre seguito la formazione di capo di vendita e pianificatore di marketing. Christen lavora attualmente presso Zurich Svizzera, dove da sei anni è membro della Direzione e dirige il comparto Medical Services & Mercato sanitario. In precedenza aveva ricoperto funzioni direttive, fra l'altro presso Sanitas e CSS.

Andreas Christen succede al più tardi il 1° dicembre 2017 a Denise Rüegg, che dopo dieci anni passa allo staff del membro della Direzione Daniel Roscher.

  • Serkan Isik

    Serkan Isik

    Portavoce e addetto stampa (tedesco)

  • Diretto: +41 41 419 65 14

  • Salva vCard

Operante dal 1918, oggi la Suva occupa 4200 collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 agenzie sul territorio nazionale e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico con un volume premi di 4,2 miliardi di franchi, la Suva assicura 127 000 imprese, ossia 1,98 milioni di lavoratori, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Dal 2005 gestisce anche l'assicura-zione militare su mandato del Consiglio federale. Le prestazioni comprendono assicurazione, preven-zione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e ridistribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.