La prima neve espone a cadute pericolose

Con le strade ghiacciate gli assicuratori contro gli infortuni registrano fino a quattro volte più cadute in piano rispetto agli altri giorni. Lo dicono le attuali valutazioni della Suva. Particolarmente insidiosa è la prima neve dell'anno, soprattutto se la nevicata avviene di lunedì mattina.

I primi fiocchi fanno la felicità dei bambini, regalano una magica atmosfera invernale, ma provocano anche pericolose cadute. Le assicurazioni contro gli infortuni registrano un numero elevato di casi specialmente quando la prima neve cade di lunedì mattina. Così fin troppo spesso il tragitto per recarsi al lavoro si trasforma in una pista di pattinaggio. «In generale nelle ore mattutine si verificano più infortuni dovuti a ghiaccio e neve, probabilmente perché fa più freddo, le strade sono ancora poco sgombre e il buio riduce la visibilità» spiega Peter Andermatt, esperto di statistica della Suva. In caso di neve e ghiaccio, gli assicuratori contro gli infortuni registrano fino a 2000 casi al giorno, molti di più che negli altri giorni.

Infortuni più gravi su neve e ghiaccio

Le attuali valutazioni della Suva tratte dalla serie «Gli infortuni in cifre» si basano sui risultati di tutti i 29 assicuratori LAINF che assicurano obbligatoriamente le persone attive occupate contro gli infortuni professionali e nel tempo libero e contro le malattie professionali. Le analisi indicano che queste cadute possono generare per gli assicuratori costi supplementari pari a circa 10 milioni di franchi in un solo giorno. In media una caduta su neve o ghiaccio viene a costare 6700 franchi, quasi un quinto in più rispetto a una caduta non legata a fattori meteorologici (5700 franchi). «Questa differenza è dovuta principalmente alla gravità delle lesioni riportate» dichiara Andermatt. Le conseguenze più frequenti delle cadute in piano sono distorsioni, stiramenti e lacerazioni dei tendini, ma se ci sono di mezzo ghiaccio e neve aumentano i casi di frattura, la cui guarigione comporta costi più elevati.

Verificare le condizioni meteorologiche prima di uscire

Cosa fare quindi per evitare che il tragitto casa-lavoro porti dritto all'ospedale? È importante controllare le condizioni meteo prima di uscire di casa e scegliere le scarpe adatte. «Se partiamo dal principio che gli automobilisti che non montano i pneumatici invernali sono un pericolo per se stessi e per gli altri, possiamo dire lo stesso dei pedoni che indossano scarpe sbagliate» dice Raphael Ammann, responsabile della campagna alla Suva.
È inoltre importante non andare di corsa e camminare con prudenza soprattutto in presenza di ghiaccio e neve. Tuttavia spesso è difficile capire se le strade e i marciapiedi sono coperti di ghiaccio. A tale scopo può essere utile l'app di MeteoSvizzera che permette di memorizzare differenti località nei favoriti e di abbonarsi alle allerte maltempo. «È assurdo che le condizioni meteo ci impediscano di raggiungere sani e salvi il posto di lavoro» afferma Ammann. Sono utili anche i ramponcini che si possono calzare sulle scarpe per un efficace effetto antiscivolo e anticaduta. Meno infortuni significa meno sofferenze e costi più bassi, che a loro volta si traducono in premi più bassi per le aziende assicurate alla Suva.

I consigli della Suva per evitare le cadute in piano

• Ascoltare le previsioni del tempo, ad esempio con l'app di MeteoSvizzera, alla radio o su Internet.

• Indossare scarpe che calzano perfettamente e munite di suola profilata antiscivolo.

• Le scale ghiacciate sono particolarmente pericolose. Tenersi al corrimano.

• Meglio uscire di casa un po' prima del solito per non andare di fretta quando ci si reca al lavoro, a scuola ecc.

• Camminare preferibilmente sui tratti già sgomberati da neve e ghiaccio.

• Usare i ramponcini antiscivolo quando si cammina su ghiaccio o neve.

  • Barbara Senn

    Barbara Senn

    Portavoce e addetta stampa (tedesco)

  • Diretto: +41 41 419 54 76

  • Salva vCard
winter, Wintersaison, Rutschgefahr,

In caso di neve e ghiaccio, gli assicuratori contro gli infortuni registrano fino a 2000 casi al giorno.

Rutschgefahr, winter, Wintersaison,

Le scale ghiacciate sono particolarmente pericolose.

Operante dal 1918, oggi la Suva occupa 4200 collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 agenzie sul territorio nazionale e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico con un volume premi di 4,1 miliardi di franchi, la Suva assicura 128 000 imprese, ossia 2,0 milioni di lavoratori, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Dal 2005 gestisce anche l'assicurazione militare su mandato del Consiglio federale. Le prestazioni comprendono assicurazione, prevenzione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e ridistribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.