Hubert Niggli nominato capodipartimento Finanze e membro della Direzione della Suva

Nella seduta del 18 ottobre la Commissione del Consiglio della Suva ha nominato un nuovo capodipartimento Finanze e membro della Direzione: Hubert Niggli prenderà il posto di Ernst Mäder, prossimo al pensionamento.

Dal 1° luglio 2019 Hubert Niggli (50 anni) rivestirà la carica di capodipartimento Finanze. In questa nuova funzione assumerà la conduzione delle divisioni Finanze, Immobili e Tecnica assicurativa e di cinque agenzie: Suva Chur/Linth, St. Gallen, Wetzikon, Winterthur e Zürich.

 

Entrato alla Suva nel 2003 come responsabile della ricerca quantitativa e della gestione del rischio, dal 2006 Hubert Niggli è a capo della Divisione finanze. In qualità di responsabile della gestione patrimoniale ha contribuito in misura significativa al raggiungimento della performance degli investimenti che, negli ultimi anni, è stata superiore alla media. Inoltre si occupa della contabilità e del controlling finanziario. Prima di entrare a far parte della Suva ha lavorato nel ramo riassicurativo come sottoscrittore e analista rischi per la Converium Ltd. Hubert Niggli è dottore in fisica e ha lavorato nel campo della ricerca, sia in Svizzera che all'estero.

 

Ernst Mäder andrà in pensione ordinaria il 31 luglio 2019, dopo 21 anni di attività alla Suva, di cui 18 nella funzione di CFO, CIO e capodipartimento Finanze. Oltre alla conduzione delle agenzie della Svizzera orientale, è stato responsabile della tecnica assicurativa e della politica di investimento della Suva che oggi vanta un attivo fisso di oltre 51 miliardi di franchi. All'interno della Suva ha modernizzato il Dipartimento finanze, sviluppando in particolare un asset liability management professionale, rendendo più efficiente la gestione degli immobili e ottimizzando il conto rischi.

 

Felix Weber, presidente della Direzione, commenta la decisione con queste parole: «Grazie a Hubert Niggli la Suva potrà contare su un esperto di finanza qualificato e su un profondo conoscitore della Suva come capo del suo Dipartimento finanze. Gli auguro tanto successo e soddisfazione nella sua nuova funzione. Ringrazio inoltre Ernst Mäder per aver contributo a garantire la solidità finanziaria della Suva e la conformità dei suoi premi al rischio, due fattori fondamentali per il «modello Suva» e per il successo di questa azienda, unica nel suo genere».

  • Erika Rogger

    Erika Rogger

    Mediensprecherin

  • Diretto: +41 41 419 55 30

  • Salva vCard
Hubert, niggli, 840x310px, news, piazza

Operante dal 1918, oggi la Suva occupa 4200 collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 agenzie sul territorio nazionale e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico con un volume premi di 4,2 miliardi di franchi, la Suva assicura 129 000 imprese, ossia 2,0 milioni di lavoratori, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Dal 2005 gestisce anche l'assicurazione militare su mandato del Consiglio federale. Le prestazioni comprendono assicurazione, prevenzione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e ridistribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.