La strenna di Natale è stata destinata al Landenhof

Da 21 anni, durante il periodo prenatalizio, la Suva sostiene un'istituzione impegnata a favore delle persone socialmente svantaggiate. La strenna di Natale di quest'anno di 30 000 franchi è stata destinata al Landenhof, un'istituzione di Unterentfelden, che assiste bambini e adolescenti con disturbi dell'udito.

Da 21 anni la Suva sostiene un'istituzione svizzera con una donazione durante il periodo prenatalizio. Per la prima volta, quest'anno la strenna di Natale è stata organizzata dall'Associazione del personale della Suva che, accanto al contributo principale proveniente dalla Suva, ha voluto partecipare alla donazione. L'Associazione del personale ha chiesto inoltre per la prima volta ai collaboratori della Suva di prendere parte alla strenna. La risposta è stata molto positiva e alcuni hanno voluto sostenere l'istituzione benefica con una donazione privata. La somma raccolta di 30 000 franchi è stata destinata al Landenhof, un'istituzione di Unterentfelden. «Sono estremamente felice di poter mantenere viva questa tradizione sostenendo anche quest'anno un'istituzione benefica», dice Esther Hess, presidente centrale dell'Associazione del personale della Suva, in occasione della consegna della donazione avvenuta oggi.

Assistenza e formazione per bambini e adolescenti audiolesi

Il Landenhof, scuola svizzera per le persone con disturbi dell'udito, si occupa dei bambini e degli adolescenti audiolesi della Svizzera tedesca e li accompagna nella loro formazione dall'asilo alla scuola media. L'istituzione argoviese è anche un convitto e un centro diurno. Un terzo dei bambini e degli adolescenti vive nel Landenhof durante la settimana, seguiti dagli educatori sociali. L'insegnamento qui è orientato alle esigenze dei bambini e degli adolescenti audiolesi. Ad esempio, le aule sono insonorizzate e la disposizione dei posti nelle classi è organizzata in modo tale che insegnanti e studenti possano leggere facilmente dalle labbra.

Il Landenhof ha già un'idea su come utilizzare la strenna di Natale della Suva. «Stiamo dotando le nostre classi di tablet per rendere l'insegnamento quotidiano ancora più interattivo», rivela Beat Näf, direttore generale del Landenhof.

  • Regina Pinna-Marfurt
    Regina Pinna-Marfurt
    Portavoce e addetta stampa
  • Cellulare: +41 79 776 13 38
Aria di festa tra gli scolari: Esther Hess,presidente dell'Associazione del personale della Suva (sinistra), consegna aBeat Näf, direttore generale del Landenhof, un assegno del valore di 30 000 franchi.  (Crediti foto: Suva)

Operante dal 1918, oggi la Suva occupa 4200 collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 agenzie sul territorio nazionale e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico con un volume premi di 4,3 miliardi di franchi, la Suva assicura 129 000 imprese, ossia 2,0 milioni di lavoratori, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Dal 2005 gestisce anche l'assicurazione militare su mandato del Consiglio federale. Le prestazioni comprendono assicurazione, prevenzione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e ridistribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.