Cambiamento nella collaborazione tra la Suva e la CSS

Dal 2002 la Suva mette a disposizione di terzi le proprie competenze nel trattamento dei casi di infortunio, un'offerta utilizzata anche dalla CSS Assicurazione SA (CSS). La CSS ha ora deciso di vendere, a metà 2020, il proprio comparto Affari aziendali alla Zurigo Compagnia di Assicurazioni SA (Zurich Svizzera). Fino al trasferimento del portafoglio la Suva continuerà ad assumere il trattamento dei casi per la CSS, dopodiché metterà i propri servizi a disposizione di Zurich Svizzera fin quando il trasferimento sarà ultimato.

Dal 2002 la Suva mette a disposizione di altre assicurazioni le proprie competenze nel trattamento dei casi di infortunio, segnatamente per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni secondo la Legge sull'assicurazione contro gli infortuni (LAINF), per l'assicurazione complementare contro gli infortuni secondo la Legge sul contratto d'assicurazione (LCA) e per l'assicurazione collettiva contro gli infortuni secondo la LCA (cosiddetto «Care Management per gli assicuratori»). Dal 1° gennaio 2004 la Suva evade i casi di infortunio per la CSS Assicurazione SA. La CSS assume il rischio attuariale, la Suva gestisce e tratta i casi di infortunio notificati a nome e per conto della CSS.

La CSS ha ora deciso di vendere il proprio comparto Affari aziendali con un portafoglio di circa 30 000 clienti a Zurich Svizzera. Di conseguenza, anche la Suva dovrà trasferire a Zurich Svizzera il trattamento dei casi per questo ramo di attività. La transazione avverrà a metà 2020 a condizione che venga approvata dall'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) e dalla Commissione della concorrenza (COMCO). La Suva garantirà i propri servizi nei confronti della CSS fino al trasferimento del portafoglio e in seguito a Zurich Svizzera fin quando il trasferimento sarà ultimato.

Questa transazione ha conseguenze organizzative e personali per la Suva. Per la Suva è importante che per tutti i collaboratori colpiti venga trovata una valida soluzione. L'obiettivo è una loro
rioccupazione all'interno della Suva o presso Zurich Svizzera.

  • Simone Isermann
    Simone Isermann
    Mediensprecherin Schadenmanagement und Rehabilitation
  • Diretto: +41 41 419 59 50

Operante dal 1918, oggi la Suva occupa 4200 collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 agenzie sul territorio nazionale e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico con un volume premi di 4,3 miliardi di franchi, la Suva assicura 129 000 imprese, ossia 2,0 milioni di lavoratori, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Dal 2005 gestisce anche l'assicura-zione militare su mandato del Consiglio federale. Le prestazioni comprendono assicurazione, prevenzione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e ridistribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.