Hotline dedicata all’amianto: positivi i primi riscontri

Il 16 marzo 2020 il gruppo di lavoro composto da rappresentanti della Suva, delle FFS, dei sindacati UNIA, SEV e Transfair, della Commissione del Personale FFS (CoPe) e della Lega Polmonare ha lanciato una hotline dedicata agli ex collaboratori delle Officine FFS di Bellinzona, parenti e collaboratori esterni (dipendenti di ditte terze operanti presso le Officine) che negli anni potrebbero essere venuti a contatto con l’amianto. I riscontri dei primi due mesi di attività sono positivi. Il gruppo di lavoro rinnova tuttavia l’invito a contattare la hotline in caso di domande o dubbi.

Nei primi due mesi di attività, la hotline ha registrato 72 chiamate, un dato positivo che presenta ulteriori margini di crescita: per questo motivo il gruppo di lavoro rinnova l’invito a voler contattare la hotline, raggiungibile al numero telefonico 0800 859 801, in caso di domande o dubbi legati alla tematica dell’amianto presso le Officine FFS di Bellinzona. Tutte le persone che hanno lavorato alle OBe e pensano di essere state in un modo o nell’altro in contatto con l’amianto, possono farsi avanti. La hotline è attiva dal lunedì al venerdì, giorni festivi esclusi, dalle 08:00 alle 12:00 e dalle 13:00 alle 17:00.

Come funziona la hotline

La hotline si occupa di registrare i dati delle persone che chiamano; queste riceveranno in seguito un formulario da compilare. Quest’ultimo sarà analizzato da esperti che valuteranno se sussiste la necessità di inserire queste persone nel programma dedicato all’amianto. Nel formulario si chiede anche di dare l’autorizzazione al trattamento dei dati in forma anonima per la ricerca scientifica. Si potrà dunque contribuire in modo importante agli studi legati alle principali malattie causate dalle fibre di amianto, come il mesotelioma pleurico e il carcinoma polmonare. Per quanto riguarda i collaboratori e gli ex collaboratori delle Officine che si sono già annunciati, il loro programma proseguirà individualmente.

Buona collaborazione nel gruppo di lavoro

Il gruppo di lavoro è soddisfatto della collaborazione e dei risultati sinora ottenuti. A causa dell’emergenza Coronavirus e alle conseguenti disposizioni emanate dalle autorità, non gli è stato tuttavia possibile, negli scorsi mesi, riunirsi fisicamente per discutere i casi e analizzare i risultati. Le riunioni saranno tuttavia recuperate nel corso dei prossimi mesi, in modo da poter fare il punto della situazione e valutare eventuali nuovi passi. 

Contatti per i media: 

  • FFS: servizio stampa – 051 220 45 45 
  • Suva: Regina Pinna-Marfurt, comunicazione d’impresa – 079 776 13 38
  • Sindacato UNIA: Matteo Pronzini – 079 617 59 37
  • Sindacato SEV: Françoise Gehring – 079 690 97 79
  • Sindacato Transfair: Gerardina Furlani – 079 681 78 97
  • Commissione del personale: Ivan Cozzaglio, presidente – 079 207 15 70
  • Associazione “Giù le mani” Gianni Frizzo, presidente – 076 693 07 34