Un unico CEO per le due cliniche della Suva

Comunicato stampa Suva,

Nella sua seduta del 17 gennaio 2022 la Commissione di selezione della Commissione del Consiglio della Suva ha nominato Gianni Roberto Rossi CEO delle cliniche della Suva (Clinique romande de réadaptation, con sede a Sion, e Rehaklinik Bellikon). Gianni Roberto Rossi, 54 anni, assumerà la nuova funzione il 1° luglio 2022. La nomina avviene nel quadro della riorganizzazione delle cliniche della Suva, che si inserisce nel loro processo di sviluppo e mira a garantire una conduzione strategica sovraordinata nonché l'armonizzazione delle strutture. Come finora, le due cliniche saranno gestite in modo autonomo da parte di una direzione locale.

Gianni Roberto Rossi è CEO della Rehaklinik Bellikon da luglio 2018 e conosce molto bene le questioni che interessano le cliniche della Suva. A caratterizzare il suo profilo è l'ottima rete di relazioni di cui dispone nel settore sanitario svizzero, in particolare nel ramo della riabilitazione. Per la nomina sono state determinanti, oltre alle sue doti manageriali, professionali e umane, anche la padronanza dell'italiano, del tedesco e del francese. Queste competenze gli permettono di costruire ponti oltre i confini linguistici. A connotare l'operato di Gianni Roberto Rossi è stato il suo modo di agire orientato al mercato e aperto alla concorrenza, in cui hanno però trovato spazio anche la continuità e la stabilità.

Una personalità lungimirante

La Suva è convinta di aver trovato nella sua persona un valido economista aziendale e un manager dotato di esperienza e lungimiranza. Daniel Roscher, membro della Direzione della Suva, si è espresso in questo modo: «Con la sua solida formazione economica, la sua pluriennale esperienza nella conduzione delle cliniche di riabilitazione e la sua personalità carismatica, Gianni Roberto Rossi saprà condurre abilmente le attività delle due cliniche della Suva e provvedere al loro sviluppo in ottica futura».

Gianni Roberto Rossi dispone di un Executive Master in Business Administration dell'Università di Zurigo e di un Master in Innovazione e Management nelle Amministrazioni Pubbliche dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Nel 2013 ha ottenuto il Dottorato di Ricerca. Gianni Roberto Rossi, sposato e padre di tre figli, guarda con piacere alla nuova sfida: «Con il mio spirito imprenditoriale e i miei principi etici sento di trovarmi al posto giusto, considerato in particolare che le cliniche della Suva vantano un'eccezionale reputazione in tutta la Svizzera. Voglio contribuire attivamente a plasmare gli sviluppi strategici all'interno del mercato della riabilitazione, rafforzando in questo modo la posizione delle cliniche di Sion e Bellikon. Insieme costruiamo un futuro di successo».

Orientamento comune

Dal 1° luglio 2022 Gianni Roberto Rossi sarà CEO delle cliniche della Suva, che insieme occupano circa 1200 dipendenti. L'obiettivo principale sarà ottimizzare le sinergie tra le cliniche, che resteranno tuttavia indipendenti con una direzione locale autonoma.

Le cliniche di Bellikon e Sion sono specializzate nella riabilitazione post traumatica e nell'integrazione professionale. Creano benefici durevoli per le aziende assicurate e gli stessi infortunati. Il mercato della riabilitazione sta attraversando una fase di cambiamento in cui, come un po' ovunque nel settore sanitario, le cure ambulatoriali rivestono un'importanza sempre maggiore rispetto a quelle stazionarie. Questo sviluppo ha risvolti strategici per le cliniche della Suva, che adeguano e integrano rapidamente le loro offerte in base alla nuova tendenza. Ne sono un esempio i nuovi servizi e le nuove offerte nell'ambito delle cure di prossimità (domicilio e posto di lavoro), in particolare nel campo del reinserimento professionale degli infortunati.

  • Simone Isermann
    Simone Isermann
    Mediensprecherin Schadenmanagement und Rehabilitation
  • Diretto: +41 41 419 59 50

CEO delle cliniche della Suva Gianni Roberto Rossi

Operante dal 1918, oggi la Suva occupa 4370 collaboratori nella sede principale di Lucerna, nelle 18 agenzie sul territorio nazionale e nelle due cliniche di riabilitazione a Bellikon e Sion. Azienda autonoma di diritto pubblico con un volume premi di 4,3 miliardi di franchi, la Suva assicura 130 000 imprese, ossia 2,0 milioni di lavoratori, contro le ripercussioni degli infortuni e delle malattie professionali. Le persone disoccupate sono automaticamente assicurate alla Suva. Dal 2005 gestisce anche l'assicura-zione militare su mandato del Consiglio federale. Le prestazioni comprendono assicurazione, prevenzione e riabilitazione. La Suva si autofinanzia, non beneficia di fondi pubblici e ridistribuisce gli utili agli assicurati sotto forma di riduzione dei premi. Nel Consiglio della Suva sono rappresentate le parti sociali – datori di lavoro e lavoratori – e la Confederazione.