Stabilità, significatività, sviluppo personale: perché vale la pena lavorare alla Suva

Lisa Schaller,

Creare con le proprie prestazioni qualcosa che abbia senso e valore: questa è l'opportunità che la Suva offre a Markus Inderbitzin e agli oltre 4200 collaboratori.

Mitarbeitende der Suva arbeiten am Laptop Blickwinkel von oben

Lavorare alla Suva

La Suva è al fianco dei suoi collaboratori. Da quasi 100 anni. E questo è anche il motivo che ha spinto sette anni fa Markus Inderbitzin a candidarsi per un posto di lavoro presso la compagnia d'assicurazione contro gli infortuni. Padre di due figli, 41 anni, di Lucerna, Markus Inderbitzin ritiene particolarmente importante che un datore di lavoro sostenga i collaboratori permettendo loro di trovare un buon equilibrio tra vita privata e lavoro: «Grazie al mio grado di occupazione dell'80% posso essere presente nella vita quotidiana dei miei due figli e non trascorrere con loro soltanto il fine settimana». Anche altri seguono il suo esempio: sono già uno su cinque i collaboratori di sesso maschile che lavorano alla Suva a tempo parziale. Ma l'azienda offre ottime condizioni di impiego anche sotto altri punti di vista, ad esempio attraverso moderni modelli di orario di lavoro come l'home office oppure la gestione flessibile dell'orario.

Lavorare alla Suva

Pertanto alla Suva regna un clima di lavoro stimolante.

Il fatto che la Suva si concentri sull'efficacia e non sul successo effimero, genera una certa stabilità. L'azienda non guarda principalmente al profitto e di conseguenza non ha bisogno di doversi riorganizzare di continuo. Ciò crea sicurezza per i collaboratori e si ripercuote anche nelle valutazioni che riceve come datore di lavoro sul portale «Kununu». «Ma continuità non significa fermarsi. Nei sette anni trascorsi alla Suva sono cambiate molte cose». Eppure le decisioni vengono sempre prese con cautela cercando di coinvolgere le persone, spiega. Informatico di gestione, Markus Inderbitzin è anche cresciuto professionalmente passando sei mesi fa dal ruolo di responsabile team a caposettore di IT Operation Services, dove dirige 45 collaboratori. «Apprezzo lavorare con la gente, motivare le persone a dare il massimo, ad analizzare criticamente le cose, a crescere come persona, a riflettere sulle possibilità di contribuire a sviluppare la Suva e la Divisione informatica», così Inderbitzin riassume il nocciolo della posizione che occupa.

Leggete le valutazioni lasciate da collaboratori Suva su Kununu  

Un altro vantaggio importante per Markus Inderbitzin è svolgere un lavoro ricco di senso: «Il mandato conferito alla Suva è di evitare sofferenze e aiutare le persone a reinserirsi quanto prima possibile nel mondo del lavoro. E questo dà un senso al mio lavoro». La persona al centro: questo principio vale tanto per i collaboratori quanto per i clienti. Pertanto alla Suva regna un clima di lavoro stimolante. Lo spirito di coesione tra colleghi si manifesta nel lavoro giornaliero come anche negli eventi organizzati per i team. Soltanto per il compleanno non si mangia insieme agli altri membri del team: infatti i collaboratori della Suva quel giorno non lavorano.

Label «Friendly Work Space» per le buone condizioni di lavoro offerte
La Suva offre condizioni di lavoro straordinarie. Anche Promozione Salute Svizzera la pensa così. Per le sue buone condizioni di lavoro la Suva è la 75a azienda a ricevere il label «Friendly Work Space». Il riconoscimento premia le aziende che attuano in maniera sistematica la gestione della salute in azienda offrendo condizioni di lavoro ottimizzate. Durante l'assessment la Suva ha ottenuto buoni risultati dimostrando un'elevata responsabilità sociale nei confronti dei propri collaboratori.

Sei alla ricerca di interessanti prospettive di carriera in un ambiente di lavoro che valorizza le persone? Guarda le posizioni aperte . Oltre a offrire numerose possibilità di ingresso nel mondo del lavoro , la Suva non fa mancare interessanti proposte di impiego anche a persone con lunga esperienza professionale .

Meistgelesen

 

Stabilität, Sinnhaftigkeit, Selbstentfaltung – deshalb lohnt es sich bei der Suva zu arbeiten

Mit der eigenen Leistung etwas Sinnhaftes schaffen: Diese Möglichkeit bietet die Suva Markus Inderbitzin und über 4200 Mitarbeiterinnen und Mitarbeitern.Mehr

Bist du bereit für die Wintersportsaison?

Die Wintersportsaison ist auf einigen Gletschern bereits gestartet. Mit dem ersten Schnee bis ins Flachland geht‘s auch in den übrigen Skigebieten los. Bist du vorbereitet für die Piste? Unser Experte sagt dir, was wichtig ist. Mehr

Russisches Roulette auf Schweizer Dächern

Jeder dritte Berufsunfall mit bleibenden Schäden oder Todesfolge ist ein Absturzunfall. Fakt ist: Der Mensch ist bei einem Absturz nicht in der Lage, den Aufprall zu beeinflussen. Unfallforscher Markus Muser erklärt warum und was ein Absturz mit dem russischen Roulette gemeinsam hat. Mehr

Schlaf-Mythen – Was stimmt wirklich?

Ist nackt schlafen tatsächlich gesünder? Kann ich vorschlafen? Und hilft mir der Schlummerbecher dabei, besser zu schlafen? Fünf Thesen auf dem Prüfstand. Mehr

In drei Schritten zu weniger Absenzen im Betrieb

Absenzen und Ausfalltage beeinträchtigen jeden Betrieb. Sie kosten Geld und Nerven, führen zu Überstunden und Stress. Zudem verursachen sie oft Terminprobleme und Ärger mit den Kunden. Das muss nicht sein. Ein gut geplantes Absenzenmanagement hilft, die Ausfalltage und Kosten zu reduzieren. Mehr  

Der erfundene tote Cousin

18. September 2017 Bei Verdacht auf Versicherungsbetrug schaut die Suva genau hin. Das zeigt der aktuelle Fall eines Mannes, der einen Verkehrsunfall in Pakistan vorgaukelte. Mehr  

Skifahrer auf der Piste. Foto: Marc Weiler
«La stagione sciistica comincia in estate!»
seilsicherung-dach
Roulette russa sui tetti svizzeri
Il cugino che non esisteva

Abbonarsi alla newsletter

La newsletter permette di restare sempre aggiornati. Ecco come abbonarsi.