Pedalare sicuri anche in inverno

In questi giorni capita spesso che il fondo stradale sia scivoloso. Come superare indenni la stagione fredda senza rinunciare alla propria bicicletta? Ecco un paio di suggerimenti di Esther Hess, responsabile della campagna bici alla Suva.

Signora Hess, perché d'inverno si verificano così tanti infortuni in bici?


Esther Hess: Gli infortuni d'inverno sono frequenti perché i ciclisti non sanno valutare correttamente i pericoli. Ghiaccio e neve comportano un rischio di caduta maggiore. In più, se il terreno è scivoloso aumenta lo spazio di frenata. Pertanto, la regola d'oro è aumentare la distanza di sicurezza e guidare con prudenza. Durante la stagione fredda, inoltre, i ciclisti devono calcolare un tempo sufficiente per compiere il tragitto e ricordarsi di scendere dalla bici e condurla a mano in caso di tratti particolarmente critici.


Qual è l'«errore» più frequente che commettono i ciclisti d'inverno?

Frenare troppo bruscamente. Quando le strade sono ghiacciate, è ancora più importante frenare con prudenza. In curva, poi, è meglio evitare del tutto l'uso dei freni.


Quando nevica forte si può comunque andare al lavoro in bici o è meglio lasciar perdere?

Andare in bicicletta d'inverno, quando le strade non sono ancora ben pulite e cosparse di sale, è particolarmente rischioso. Spesso poi quando la neve viene sgombrata, si formano vistosi cumuli ai lati delle strade o sulla pista ciclabile. In caso di forti nevicate è quindi meglio lasciare a casa la bici e andare al lavoro con i mezzi pubblici. Si perde sicuramente meno tempo che a riprendersi da una caduta!