Geldrollen mit Frankenmünzen

Calcolo dei premi alla Suva

A nessuno piace pagare premi elevati. Tuttavia è necessario coprire le spese legate agli infortuni, alle malattie professionali e all'attività di prevenzione. Per questo la Suva ha adottato un sistema intelligente per il calcolo dei premi.

A tempo debito, come da copione, gli assicurati ricevono la comunicazione dei premi per l'anno seguente. Al momento di conoscere l'importo, molti si chiedono come funziona il calcolo dei premi e se è possibile intervenire in qualche modo per contenere i costi.

L'importo dei premi non è uguale per tutte le aziende poiché entrano in gioco diversi fattori. Abbiamo allestito un riepilogo con le informazioni essenziali al riguardo.

Video Premio giusto:

Capire i modelli di premi della Suva in pochi minuti

Determinazione dei premi

Ulteriori informazioni

Suddivisione in comunità di rischio

Oltre ad applicare i due modelli di premi, la Suva suddivide le aziende assicurate in comunità di rischio dette collettivi. All'interno di questi ultimi, le aziende che svolgono attività uguali o simili e presentano un rischio di infortunio analogo sono raggruppate in classi e sottoclassi. A ogni classe è assegnato un grado di premio base, determinante appunto per l'importo del premio base.

Il modello di premi dipende dalle dimensioni dell'azienda

La Suva suddivide le aziende in base alle dimensioni tenendo conto della loro massa salariale. Questo fattore permette di stabilire quale dei due modelli di premi applicare per ciascuna azienda.

  1. Modello del tasso base
    Le attività di piccole dimensioni sono assicurate nel modello del tasso base e pagano dunque soltanto un premio base. Questo modello permette alle piccole aziende di non dover versare premi maggiori dopo un infortunio. Solo se si registra un aumento generalizzato dei costi in un determinato settore aumentano anche i premi previsti dal modello per tutte le aziende del settore in questione.
  2. Sistema bonus-malus
    Le aziende più grandi sono assicurate con il sistema bonus-malus. Con questo modello, se un'azienda registra meno infortuni rispetto alla media del suo settore può beneficiare di un bonus e dunque pagare premi più bassi. Se invece il numero di infortuni è superiore alla media, per l'azienda scatta un malus. In altre parole, dovrà corrispondere un premio più elevato.

  3. Tariffazione empirica
    Per le grandi aziende la Suva applica la tariffazione empirica. Per la tariffazione empirica si considerano i costi che l’impresa ha prodotto negli ultimi quindici anni, ossia le spese di cura, le indennità giornaliere, i capitali di rendita e altri accantonamenti. Da questi costi d’infortunio pregressi si deducono i premi assicurativi per l’anno successivo. In questa categoria rientra poco meno del 1 per cento delle imprese assicurate alla Suva.

 

Premi bassi con le riserve di compensazione

La Suva accantona riserve di compensazione per ogni settore con l'obiettivo di mantenere bassi i premi anche in tempi di crisi economica. Se le riserve superano il tetto massimo previsto, la Suva restituisce le eccedenze   agli assicurati del settore.

Consigli per abbassare i premi

Le aziende possono intervenire attivamente per ottimizzare l'importo dei premi da versare.

1. Prevenire gli infortuni

Per abbassare i premi è fondamentale ridurre il numero di infortuni. Adottando misure di prevenzione efficaci, ogni azienda può contenere la propria spesa. Per prevenire molti infortuni bastano alcuni piccoli accorgimenti, come evitare «trappole» e punti di inciampo.

La Suva offre numerosi supporti informativi dedicati alla prevenzione degli infortuni. Inoltre, forma gli addetti alla sicurezza e svolge corsi in azienda.

Test di autovalutazione della Suva sul rischio di infortunio  .

2. Aggiornare la descrizione dell'impresa

Per classificare correttamente l'azienda è importante mantenere aggiornata la descrizione dell'impresa  , nella quale si specificano in dettaglio i lavori e le attività svolte. Queste informazioni servono alla Suva per inserire l'azienda in un determinato collettivo, scelta che influisce sui premi.