In quali casi bisogna mettere i pantaloni da lavoro lunghi?

Marcel Hauri,

Per gli operai edili e i copritetto le giornate estive possono essere una sofferenza. Ma si può lavorare con i pantaloncini corti? Ecco il nostro punto di vista.

L'ondata di caldo che ha colpito la Svizzera con temperature superiori ai 30° sta rendendo la vita difficile a chi lavora all'aperto. Non è facile abbassare la temperatura corporea, bisogna bere molto più del solito e molti soffrono anche per il maggiore tenore di ozono nell'aria.

Sono soprattutto gli operai edili, i carpentieri, i lattonieri e i copritetto a patire maggiormente, in quanto costretti a lavorare tutto il giorno sotto il sole cocente. Quindi è naturale che a qualcuno venga la tentazione di mettersi i pantaloncini e di stare senza maglietta.

Pantaloni corti consentiti

Noi della Suva non obblighiamo gli operai edili a lavorare con i pantaloni lunghi o corti. Tuttavia, consigliamo di mettere i pantaloni lunghi in quanto proteggono da eventuali lesioni, dai raggi UV (melanoma) e dalle punture di insetti. Se i pantaloni sono realizzati con un tessuto traspirante, si evita anche il ristagno di calore. L'uso del casco rimane un obbligo.

I datori di lavoro possono imporsi

Sei obbligato a indossare i pantaloni lunghi? Allora è il tuo datore di lavoro a volerlo. Egli ha facoltà di imporre alcune regole e queste possono riguardare anche gli indumenti di lavoro.

L'azione forte e diretta dei suoi raggi può nuocere seriamente alla salute.

Come proteggersi dai raggi UV

Consigli per i mesi estivi

Nei mesi di giugno e luglio, nelle giornate serene o poco nuvolose occorre:

  • mettere una maglietta
  • applicare più volte la crema solare sulle parti del corpo scoperte
  • Indossare una protezione per la nuca e un berretto con visiera
  • indossare una bandana o un berretto con visiera

Nei mesi di agosto e settembre, nelle giornate serene o poco nuvolose occorre:

  • mettere una maglietta
  • applicare più volte la crema solare sulle parti del corpo scoperte

Misure da adottare in caso di canicola di grado 3

  • Se possibile, spostare i lavori alle prime ore del mattino.
  • Bere molto e spesso: minimo mezzo litro ogni ora. Non bere quando fa caldo può essere rischioso per la vita!
  • Non lavorare da soli; i colleghi possono riconoscere i sintomi di eventuali problemi causati dalla canicola e intervenire.
  • Mettersi il più spesso possibile all'ombra.

L’attuale livello di canicola è visibile sul sito www.pericoli-naturali.ch   oppure nell’app di MeteoSvizzera  .