6 consigli per il check up della bici

L'inverno sta volgendo al termine. È arrivato il momento di recuperare la bici dopo averla abbandonata in garage durante i mesi invernali. Ecco alcuni consigli per rimettere in sesto la propria bici.

A seconda della distanza da percorrere e delle proprie doti sportive, è raccomandabile utilizzare la bici invece che l'auto o i mezzi pubblici. Non solo si risparmia denaro, ma ci si guadagna in salute e si contribuisce a tutelare l'ambiente.

Dopo la pausa invernale raccomandiamo di non salire subito in sella alla bici, ma di prendersi alcuni minuti per controllare lo stato di efficienza dei componenti. Ecco 6 utili consigli per rimettere in forma la bici.

Velokampagne 2018, 2 Velofahrer

Consiglio numero 1: catena

Pulire e lubrificare la catena (meglio se regolarmente). Se la catena salta, è opportuno andare dal meccanico.

Consiglio numero 2: copertoni

Controllare se i copertoni sono usurati e rimuovere eventuali sassolini o frammenti di vetro dal battistrada. Dopo la lunga sosta invernale, è opportuno controllare la pressione e gonfiare i copertoni.

Consiglio numero 3: sella

La sella è regolata correttamente se si riesce ad appoggiare il tallone sul pedale tenendo la gamba tesa. La sella deve trovarsi in posizione orizzontale.

Consiglio numero 4: freni

I freni sono tra i componenti più importanti di una bici. La distanza dai cerchioni deve essere uguale su entrambi i lati (circa 5 millimetri). Per impostare la potenza frenante della bici intervenire sulla vite di regolazione posta sulle leve dei freni. Se non sono più visibili gli intagli sulle ganasce o sul cerchione, occorre sostituire quest'ultimo (o farlo sostituire).

Freni a disco: verificare che lo spessore delle pastiglie non sia troppo sottile (>1 mm) e, se necessario, sostituirle.

Consiglio numero 5: cambio

Inserire tutte le marce. Se si riscontra una corsa lunga quando si preme la leva del cambio o la catena salta dal pignone più alto o da quello più basso, occorre regolare il cambio (o farlo regolare).

Consiglio numero 6: catarifrangenti e fanali

Verificare se i catarifrangenti anteriore e posteriore sono montati. Il catarifrangente anteriore deve riflettere il bianco, quello posteriore il rosso. Entrambi devono avere una superficie minima di 10 cm². Sui pedali sono obbligatori dei catarifrangenti di color arancione (tranne per le bici da corsa).

Di notte, al tramonto e nelle gallerie stradali è necessario accendere anche i fanali della bici. Prima di partire, verificare se i fanali funzionano. Ricordarsi che la luce davanti deve essere obbligatoriamente bianca e quella dietro rossa.

La sicurezza prima di tutto

Al termine dei controlli fare un giro di prova. Se la bici presenta delle anomalie, la catena salta o i freni non funzionano correttamente, portare la bici nel negozio specializzato più vicino, dove saranno in grado di individuare eventuali difetti nascosti. Fare un check up completo una volta all'anno.

Solo con casco

Dopo questo breve check up, siete pronti per affrontare la stagione ciclistica. E per finire, la cosa più importante: indossare il casco anche sui tratti molto brevi!

Per non rischiare in bici