Riconoscere i pericoli reali grazie alla realtà virtuale

Regula Müller,

Presso il Museo dei trasporti di Lucerna, grazie a un visore per realtà virtuale, i visitatori possono ora sperimentare situazioni pericolose in bici e prevedere le mosse degli altri utenti della strada. Il visore può essere ordinato anche come modulo di prevenzione dalle aziende assicurate alla Suva.

Al Museo dei trasporti di Lucerna una nuova attrazione attende i visitatori. La Suva, l'Ufficio della circolazione della città di Zurigo   e il Museo dei trasporti   hanno creato congiuntamente l'isola tematica «Virtual-Reality-Velo» con quattro biciclette con visori per realtà virtuale a disposizione dei visitatori. I video a 360 gradi   integrati mostrano situazioni di pericolo sulla strada. 

Consigli per riconoscere per tempo i pericoli

  • Cercate di prevedere cosa fanno gli altri utenti e non distraetevi. Ovviamente anche l'automobilista deve tenere d'occhio i ciclisti.
  • Guidate con una mano sul freno e cercate di prevedere comportamenti sbagliati degli altri utenti della strada.
  • Fate attenzione alle macchine parcheggiate di lato. Mantenete una distanza di sicurezza di almeno 50 cm.
  • Anche i binari del tram e del treno rappresentano un pericolo non da poco. Cercate di attraversarli in senso perpendicolare.
  • Mantenetevi dietro camion e autobus e non superateli a destra. Il conducente non può vedervi se vi trovate nell'angolo morto.
  • Attenzione: sulle foglie bagnate o sulle macchie d'olio rischiate di scivolare facilmente.
 

 

 

In questo modo, grazie alla realtà virtuale, i visitatori possono esercitarsi a prevedere le mosse degli altri utenti. Nella statistica degli infortuni della Suva, un terzo degli incidenti stradali avviene infatti sulle due ruote: sono circa 18 000 all'anno, di cui l'82 per cento senza coinvolgimento di terzi e il 18 per cento causato da collisioni.

Verkehrshaus, Ausstellung, Virtual Reality, Velo

Occhi aperti quando si pedala

Prevedere le mosse degli altri utenti della strada permette di riconoscere per tempo i pericoli. L'importante è quindi cercare di mettersi nei panni degli altri e non perderli mai di vista. Questo comportamento previene il rischio di incidenti, così come indossare il casco diminuisce notevolmente il rischio di lesioni alla testa.

 

La vostra azienda è assicurata alla Suva? Ordinate   ora gratuitamente il modulo con il visore per realtà virtuale. 

Per saperne   di più sulla campagna per la sicurezza in bicicletta della Suva.