Sicurezza sul lavoro: Lodare, anziché criticare (soltanto)

Regula Müller,

Visto che i dati sugli infortuni di Schindler Svizzera non miglioravano da anni, Ute Bauckhorn ha introdotto una cultura della sicurezza imperniata sull’apprezzamento e sul buon esempio.

Ute Bauchkhorn Schindler

4 I consigli di Ute Bauckhorn

  1. Apprezzamento Lodare i comportamenti sicuri.
  2. Buon esempio Dare visibilità alle collaboratrici e ai collaboratori che si comportano in modo sicuro.
  3. Coinvolgimento Chiedere ai collaboratori come fare per rendere interessante la sicurezza sul lavoro.
  4. Safety Walk» Le «Safety Walk» permettono ai superiori di accompagnare i collaboratori sul posto di lavoro e dare loro dei feedback. Qui il dialogo sulla sicurezza sul lavoro è fondamentale.

Solitamente nell’80 per cento dei casi correggevamo comportamenti sbagliati e solo nel 20 per cento lodavamo quelli corretti» afferma Ute Bauckhorn. «Una situazione insoddisfacente, almeno per tutti noi superiori e per gli addetti alla sicurezza». Da sette anni Ute Bauckhorn è responsabile della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute presso Ascensori Schindler SA, che in Svizzera occupa circa 5000 persone. Grazie a misure come la consegna di dispositivi di protezione (ad es. calzature di sicurezza), attività di prevenzione (ad es. contro le cadute) e le «Safety Walk»
(v. consigli), dagli anni 2000 era stato possibile ridurre il numero degli infortuni.

Sicurezza in chiave positiva

Dal 2015, tuttavia, le cifre stagnavano. «Alla ricerca di idee innovative, abbiamo avviato un programma dedicato alla cultura della sicurezza con un obiettivo ben preciso: la sera, ogni collaboratrice e ogni collaboratore deve tornare a casa indenne. Abbiamo quindi pensato di affrontare il tema della sicurezza sul lavoro in chiave positiva. Non dovevamo più parlare solo di tutto quello che sarebbe potuto succedere, bensì dimostrare apprezzamento per i comportamenti improntati alla sicurezza» spiega Bauckhorn. «In una prima fase ho chiesto ai collaboratori, in un sondaggio, come rendere la sicurezza sul lavoro più accattivante. Ascoltare è fondamentale. Le regole vengono accettate meglio se sono condivise».

Il buon esempio dei Safety Heroes

«Allo stesso tempo volevamo dare visibilità ai collaboratori che si comportano in modo esemplare e creare una piattaforma per chi rispetta sistematicamente le regole, dice STOP in caso di pericolo e aiuta gli altri». Così è nata l’idea dei Safety Heroes. Ogni succursale poteva designare il Safety Hero dell’anno. Le 18 persone nominate hanno ottenuto grande stima e considerazione dai colleghi e dalle colleghe e un regalo a titolo di riconoscimento per il loro ruolo di esempio.

Parlare degli infortuni

Secondo Ute Bauckhorn, lodare rende le procedure di sicurezza la norma, ossia un vero e proprio automatismo. Ciò non significa eliminare le critiche. «Non possiamo tollerare che non si rispettino le regole. In questi casi interveniamo subito». Ma la cultura della sicurezza cresce e prospera costantemente soprattutto grazie alla valorizzazione dei comportamenti corretti. «Instaurare una cultura della sicurezza richiede molto tempo. Non bisogna farsi illusioni». Dal 2015 il personale di Schindler Svizzera parla con più trasparenza degli infortuni, traendone così i giusti insegnamenti. Infatti negli ultimi anni si osserva un calo degli infortuni di oltre il 30 per cento.

Le regole vitali possono veramente salvare delle vite

Molti infortuni gravi e patologie correlate all'amianto si possono evitare. Scoprite se anche nel vostro settore ci sono regole vitali   da rispettare.