Le regole vitali

Chi decide di risparmiare tempo sul lavoro a spese della sicurezza, rischia di pagarla cara. Ogni ora in Svizzera 100 persone subiscono un infortunio e in molti casi la vittima rischia la vita o lesioni gravissime. Per chi sopravvive il cammino per tornare a vivere è lungo e tortuoso. Invece di spendere pochi minuti per la sicurezza, il rischio è di passare mesi o addirittura anni per la guarigione e la riabilitazione.

  • Nessun lavoro è così importante da rischiare la propria vita o quella dei propri collaboratori.
  • Rispettare sempre le regole vitali del proprio settore.
  • Se non si rispetta una regola vitale, bisogna dire STOP, sospendere i lavori, eliminare il pericolo e solo dopo riprendere i lavori. 

Proteggere se stessi e i colleghi con le regole vitali

Le regole vitali possono veramente salvare una vita. Rispettandole, è possibile scongiurare molti infortuni gravi e preservare la propria salute. Informatevi sulle regole vitali del vostro settore relative alla sicurezza sul lavoro e all'amianto.

Vai alle regole

Neun lebenswichtige Regeln für das Arbeiten auf Dächern und an FassadenArbeiter verlegt Ziegel

Il lungo cammino

Cosa succede se non si rispettano le regole vitali? La storia di Werner Witschi ve lo mostra in modo impressionante. 15 minuti risparmiati nel posto sbagliato e poi una disattenzione hanno causato una tragedia: senza mezzi di protezione, la vittima sfonda il tetto su cui si trova e cade da quasi 6 metri di altezza. Da allora è costretto sulla sedia a rotelle.

Vai alla storia

In sei episodi Werner Witschi ripercorre il suo lungo cammino per tornare a vivere, dopo un grave infortunio.

Per una migliore visualizzazione utilizzare l'esportazione in PDF.