Un dispositivo di comando di una macchina è dotato di due selettori: modalità di manutenzione (attivabile con una chiave) ed esercizio normale.

Disp. di comando montati sulle macchine: selettori modali di funzionamento

Siete progettisti, produttori, fornitori e operatori di macchine con dispositivi di comando? Qui troverete informazioni importanti sui selettori modali di funzionamento. Informatevi sulle varie tipologie, sui rispettivi principi di azionamento e sui requisiti.

Indice

L'essenziale in breve

Un selettore modale di funzionamento vi consente di impostare la macchina dall’esercizio normale ad altre modalità di funzionamento (come ad es. quella per la manutenzione). A seconda della modalità, cambiano anche le misure di protezione che vengono attivate nella macchina.

Osservate i seguenti punti:

  • Se la macchina è concepita e costruita in modo tale da consentire svariate modalità di funzionamento con diverse misure di protezione, questa deve essere equipaggiata di un selettore di modalità bloccabile in ogni posizione.
  • Ogni posizione deve essere chiaramente individuabile e deve corrispondere solo a una modalità di funzionamento.
  • Nella posizione esercizio normale non deve essere possibile per l’utilizzatore raggiungere i punti pericolosi. Questa azione deve essere impedita mediante misure tecniche.
Un dispositivo di comando di una macchina è dotato di due selettori: modalità di manutenzione (attivabile con una chiave) ed esercizio normale.

In questo di dispositivo di comando è necessaria una chiave per attivare la modalità di manutenzione.

Gruppo di utilizzatori limitato

Mediante il selettore modale di funzionamento, l’uso di funzioni con livelli diversi di protezione viene limitato alle persone autorizzate. A tale scopo possono essere previsti un interruttore a chiave o un codice di accesso.

Tipologie

Il selettore elettromeccanico può essere sostituito da altri dispositivi di selezione o da un dispositivo elettronico equivalente con codice di accesso (password).

Funzioni di protezione

La presenza di un selettore modale limita la cerchia di utilizzatori a una modalità di funzionamento. Il modo di comando selezionato deve avere la priorità su tutti gli altri sistemi di comando, salvo l‘arresto di emergenza.

Esercizio normale

L’esercizio normale è la modalità nella quale la macchina o l’impianto svolge il compito per il quale è stato concepito e costruito. In questa modalità, l’operatore non può raggiungere i punti pericolosi, poiché tale azione è interdetta da misure tecniche.

Esercizio particolare

Nell’esercizio particolare rientrano tutte le modalità di funzionamento non fornite nell’esercizio normale, necessarie per svolgere lavori di preparazione e di manutenzione della macchina in sicurezza. Si tratta, ad esempio, di pulizia, regolazione, manutenzione, riparazione, ricerca guasti, risoluzione di problemi nel ciclo di produzione, programmazione, collaudi, misurazioni di controllo ecc.

Rispetto all’esercizio normale, nell’esercizio particolare la macchina attiva svariate misure di protezione.

Bisogna garantire che il passaggio dal funzionamento normale alle altre modalità avvenga in condizioni di sicurezza. Ad esempio, non deve accadere che durante le operazioni di regolazione (esercizio particolare) si attivi il ciclo automatico (esercizio normale) a causa di un guasto (cortocircuito ecc.) o dell’intervento di una persona non autorizzata.

 

Collocazione

Le parti della macchina devono essere comandate dal pannello di controllo del selettore modale.

Funzionamento

Il passaggio da una modalità all’altra deve totalmente annullare gli ordini precedenti associati a funzione pericolose.

La sola selezione di un modo di funzionamento non deve comandare l’avviamento della macchina.

Norme

  • 2006/42/CE Direttiva macchine
  • SN EN 60204-1 Sicurezza del macchinario – Equipaggiamento elettrico delle macchine

Contatto per maggiori informazioni

Se avete domande sui selettori modali di funzionamento, saremo lieti di aiutarvi.

Download e ordinazioni

Questa pagina è stata utile?