67135-Titelbild neu.tif

Sole e raggi UV

Le persone che lavorano all'aperto sono esposte a un elevato rischio di sviluppare tumori cutanei. Soprattutto d'estate, quando le radiazioni solari sono intense. Perciò è molto importante una buona protezione solare. Vi spieghiamo come procedere e come proteggervi dai raggi UV anche d'estate.

Indice

L'essenziale in breve

Il pericoloso irraggiamento UV aumenta già a primavera, per raggiungere il culmine all'inizio dell'estate. In questa stagione sono indispensabili le misure per proteggersi dal sole, soprattutto se lavorate all'aperto. È importante sapere che

  • sono circa 1000 i casi di tumori cutanei all'anno dovuti all'intensa esposizione alla radiazione ultravioletta durante il lavoro;
  • chi lavora all'aperto è esposto persino al doppio di radiazioni ultraviolette rispetto a quelle in vacanza o nel tempo libero;
  • la miglior protezione contro i raggi UV è indossare indumenti adeguati,come un copricapo dotato di visiera e protezione per la nuca.

Proteggersi dai raggi UV per proteggere la pelle

Le persone che stanno spesso e a lungo all'aperto si ammalano più frequentemente di epitelioma. Dei circa 25000 nuovi casi di tumore cutaneo annuali, un migliaio è dovuto alle conseguenze di un'intensa esposizione ai raggi ultravioletti durante il lavoro.

Raggi UV: pericolo a fior di pelle

La pelle è l'organo più grande del corpo umano. Protegge l'organismo dagli agenti esterni indesiderati, ma necessita a sua volta di protezione. Soprattutto contro gli aggressivi raggi UV e le loro conseguenze. Vi invitiamo quindi a seguire i nostri consigli per una corretta protezione solare.

Protezione solare in cantiere

Chi lavora nelle costruzioni è spesso esposto al sole cocente. Il rischio di una scottatura o di un colpo di calore è alto. Il nostro video mostra come coloro che lavorano nelle costruzioni si comportano nei giorni di canicola e cosa pensano delle nostre misure di protezione.

sonne-hitze-ozon.tif

Malattie cutanee dovute alla professione

Se avete lavorato all'aperto per molti anni e scoprite delle alterazioni cutanee, rivolgetevi al più presto a un medico per accertare i sintomi, perché potrebbe trattarsi di una malattia professionale. Questo vale anche per una forte scottatura, un colpo di sole o di calore. In presenza di un nesso professionale, occorre rivolgersi all'assicurazione contro gli infortuni professionali.

Se scoprite un danno alla pelle legato alla vostra precedente occupazione solo dopo il pensionamento, segnalatelo a una delle nostre agenzie vicino a voi, se la vostra azienda era assicurata con la Suva.

Download e ordinazioni

Ricerca

Questa pagina è stata utile?

Argomenti di approfondimento

No results available