Movimentazione intelligente nel servizio infermieristico e nell'assistenza Utilizzare gli ausili corretti per proteggere la salute dei collaboratori

  • La movimentazione di persone a mobilità ridotta rappresenta per il personale di cura e assistenza un sovraccarico biomeccanico.
  • In questo settore professionale sono infatti molto diffusi disturbi alla schiena e alle spalle, che comportano un gran numero di giorni di assenza e, spesso, l'abbandono del lavoro.
  • L'utilizzo intelligente di ausili nella movimentazione di persone protegge i collaboratori e aumenta la qualità delle cure e dell'assistenza.

Il personale di cura e assistenza è a rischio

Spesso gli operatori sono esposti a un sovraccarico biomeccanico, soprattutto quando movimentano persone a mobilità ridotta. Condizioni sfavorevoli dal punto di vista dell'ergonomia, ad esempio gli spazi insufficienti, complicano ulteriormente il lavoro e mettono a rischio la salute dei collaboratori.

Secondo alcuni studi  , in Svizzera più del 70 per cento di chi esercita professioni di cura e assistenza soffre di mal di schiena. Il sistema sanitario deve far fronte a un gran numero di giorni di assenza, ben oltre la media, e a un frequente avvicendamento di personale, che causano costi elevati. Inoltre, l'abbandono del posto di lavoro prima del tempo provoca una perdita di know-how e un'ulteriore carenza di personale.

L'impiego sistematico di ausili nella movimentazione di persone riduce il sovraccarico biomeccanico dei collaboratori in maniera determinante e previene eventuali problemi. Le soluzioni tecniche non molto costose sono l'ideale: molti ausili, di piccole dimensioni ed economici, facilitano il lavoro in maniera sostanziale. Spesso, però, non sono molto conosciuti.

Lavorare in modo intelligente

L'impiego di ausili, associato a modalità di lavoro ottimizzate (cinestetica, Bobath, PDSB, G.A.P.A. ecc.), non solo protegge il personale, ma permette di mantenere e di favorire le capacità di movimento e le risorse delle persone a mobilità ridotta durante la loro movimentazione.

L'organizzazione è importante

Una delle chiavi del successo è l'organizzazione del lavoro e, in particolar modo, la pianificazione delle cure: gli ausili adatti devono essere disponibili in quantità sufficiente nel posto giusto al momento giusto, sia per le cure ospedaliere, sia per quelle ambulatoriali. L'intero processo deve essere coerente e funzionare perfettamente per evitare qualsiasi improvvisazione pericolosa.

Principio condiviso per limitare i disturbi fisici

Si parla di movimentazione intelligente quando è possibile limitare i disturbi fisici grazie a una buona organizzazione del lavoro, all'impiego sistematico di ausili e all'ottimizzazione dei metodi di lavoro. La Suva sostiene questo principio insieme alle seguenti istituzioni, soluzioni settoriali e associazioni: Curaviva Svizzera, H+ Gli ospedali svizzeri, Spitex Svizzera, Association Spitex privée Suisse (ASPS), Associazione svizzera infermiere e infermieri (ASI), Sicurezza sul lavoro Svizzera, Curacasa, Croce Rossa Svizzera, Odasanté e Kinaesthetics Svizzera.


Interventi

Maggiori informazioni sulla movimentazione intelligente

Seleziona

Materiale